Save the date!

Sono aperte le iscrizioni al nuovo seminario welforum.it: La coprogettazione in azione” – Torino – 17 dicembre 2018

Scarica il programma

 

In vista dell’appuntamento di dicembre, è ora online il nuovo Punto di Welforum dedicato al seminario di maggio “Coprogettazione e non solo

La coprogettazione è in azione

In vista del prossimo seminario Welforum “La coprogettazione in azione”, che si terrà lunedì 17 dicembre a Torino, pubblichiamo in anteprima l’articolo tratto dall’intervento introduttivo della mattinata.

 

Negli ultimi due anni il numero di territori che hanno avviato pratiche di coprogettazione è aumentato come non mai. Grandi metropoli come Torino, Milano e Bologna e piccoli centri in diverse regioni italiane; esperienze storiche come Lecco e Bergamo ed enti locali che sino a quel momento non avevano mai utilizzato strumenti collaborativi. Perché sta avvenendo? Senza sminuire la portata di provvedimenti normativi come l’art. 55 del d.lgs. 117/2017, il Codice del Terzo settore, le ragioni di ciò vanno trovate in evoluzioni di cui senz’altro l’elemento normativo è parte, ma che vanno lette in primo luogo comprendendone la valenza culturale e sociale. Inoltre, va sottolineato che, fermo restando che a collaborare si è necessariamente in due (o più), questa stagione di collaborazione nasce spesso come frutto di un’iniziativa assunta o comunque fortemente voluta dalla pubblica amministrazione.

Mese Sociale

Brexit, migranti, violenza sulle donne e spese mediche

In collaborazione con Redattore Sociale

 

In questo nuovo Mese Sociale:

Una Brexit senza accordi. Quali le conseguenze “sociali”?

I titolari della protezione umanitaria, abolita dal decreto Salvini, cercano nuove strade per rimanere in Italia legalmente.

Quasi 50 mila donne hanno chiesto aiuto ai Centri antiviolenza nel 2017.

Rapporto 2018 della Fondazione Banco Farmaceutico onlus sulla spesa sanitaria del paese.

Istituzioni e governance

Ricostruzione della governance intermedia delle politiche sociali e sociosanitarie

La normativa sul riordino istituzionale del livello intermedio, costituita a livello nazionale dalla L. 56/2014 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di  Comuni”, nella Regione Emilia-Romagna ha prodotto una ridefinizione delle competenze e delle funzioni nell’ambito sociale e sociosanitario che ha trovato un buon assestamento nell'ambito del contesto metropolitano bolognese. Leggi >

Anziani

Tutela della non autosufficienza: proposte per un nuovo modello

L’Italia è uno dei paesi più longevi al mondo, ma la qualità della vita in termini di buona salute e limitazioni funzionali non è altrettanto confortante. La risposta pubblica e privata continua ad essere inadeguata. Lo studio propone un nuovo modello di copertura della non autosufficienza basato su una logica di welfare life-cycle. Leggi >

Terzo settore

L’affidamento del servizio di trasporto sanitario al volontariato

L’affidamento del servizio di trasporto sanitario a organizzazioni di volontariato è stata oggetto in questi anni di posizioni diverse da parte delle autorità nazionali e comunitarie, alternando il riconoscimento della vocazione solidaristica e l’orientamento alla competizione. Leggi >

Altre politiche

Simulatori d’impresa negli istituti di pena: strumenti per l’inclusione sociale

Per far sì che la detenzione negli istituti carcerari divenga un momento di acquisizione di nuove competenze utili a fine pena per una vita dignitosa e produttiva, in Italia diverse associazioni e cooperative sociali stanno sviluppando laboratori e simulatori di impresa che mettono all’opera i soggetti posti in reclusione, con effetti positivi nel contenimento delle recidive. Leggi >

Persone con disabilità

Agricoltura sociale e Disabilità: un modello di inclusione sociale

L’articolo presenta sinteticamente i risultati della ricerca riguardante l’agricoltura sociale, con un’attenzione particolare alle persone con disabilità, a seguito dell’approvazione della Legge n. 141/2015, che promuove l'agricoltura  sociale, quale aspetto della multifunzionalità delle imprese agricole, finalizzata allo sviluppo di interventi e di servizi sociali, sociosanitari, educativi e di inserimento socio-lavorativo, allo scopo di facilitare l'accesso adeguato e uniforme alle prestazioni essenziali da garantire alle persone, alle famiglie e alle comunità locali in tutto il territorio nazionale e in particolare nelle  zone rurali o svantaggiate. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Reddito di cittadinanza e contrasto della povertà: questioni aperte

Per scongiurare il rischio che il RC perda il suo carattere di misura universale, sono necessarie modifiche del disegno per contenerne il costo. Considerato che l’importo di 780 euro corrisponde a una delle linee di povertà assoluta più alte, si potrebbero ridefinire gli importi della misura facendo riferimento alla media (nazionale o per area geografica) delle linee di povertà assoluta per le diverse tipologie familiari, calcolate al netto della componente affitto per i proprietari di casa. Leggi >

Anziani

L’innovazione e il cambiamento nel settore della Long Term Care

Il mondo dell’assistenza e della cura agli anziani in una prospettiva di medio o lungo periodo coinvolge oggi direttamente e indirettamente almeno 10 milioni di italiani e, considerando il trend di invecchiamento della popolazione, si prospetta come uno dei temi che entreranno nella lista delle urgenze di policy del prossimo futuro. Leggi >

Coprogettazione e non solo

A cura dell’Istituto per la Ricerca Sociale

Questo dossier si compone di tre parti. La prima sezione raccoglie i contributi presentati in occasione del Convegno “Coprogettazione e non solo: esperienze e strumenti collaborativi tra enti pubblici e terzo settore” organizzato da Welforum a Milano nel maggio 2018. Gli articoli risalgono quindi ad un periodo antecedente rispetto al dibattito apertosi alla fine di luglio 2018 a seguito del Parere del Consiglio di Stato che, come è noto, ha avanzato pesanti riserve sulla legittimità dell’articolo 55 del Codice del Terzo settore; il dibattito relativo a questo tema è contenuto nella seconda sezione del dossier, dove troviamo sia articoli di commento rispetto al Parere in questione, sia il tentativo di fare il punto circa l’applicabilità degli strumenti collaborativi a seguito di tale atto. La terza sezione raccoglie alcune concrete pratiche di amministrazione collaborativa sviluppate da enti locali. Leggi >

Facciamo il Punto

Con il Punto di Welforum intendiamo potenziare la funzione di “forum” del nostro sito, attraverso approfondimenti periodici su temi che possono essere all’ordine del giorno, o che viceversa sono trascurati nell’attenzione pubblica. Questi affondi esplorano questioni specifiche per farne oggetto di una discussione che vuole essere aperta e condivisa.

Il Punto di Welforum esce più volte l’anno. Ogni uscita si articola in due o più approfondimenti tematici, che si compongono di articoli, interviste, infografiche, dossier tecnici. È curato dal Laboratorio di Politiche sociali del Politecnico di Milano e dall’IRS. Ne sono responsabili Costanzo Ranci ed Emanuele Ranci Ortigosa.


Sono finora usciti: