Altre politicheSegnalazioni con tag “disagio abitativo”

Regione Toscana: DGR 442/2020, Sostegno al pagamento del canone di locazione nell’emergenza Covid-19

Misura straordinaria e urgente. La situazione di emergenza dovuta al diffondersi del contagio del Covid-19 sta producendo enormi danni economici che si traducono in una drastica riduzione del reddito con particolare riferimento a soggetti o nuclei familiari conduttori di alloggi in locazione, fino a situazioni di morosità che preludono a provvedimenti di sfratto.

Viene  approvata la Misura straordinaria “Sostegno al pagamento del canone di locazione conseguente alla emergenza epidemiologica Covid-19” per un importo complessivo pari ad euro 1.910.845,37.

 

DGR 31 marzo 2020, n. 442

Regione Lombardia:  DDUO 4271/2020,  Sostegno al mantenimento dell’alloggio in locazione nell’emergenza sanitaria Covid-19

Viene data attuazione all’iniziativa volta al sostegno al mantenimento dell’alloggio in locazione anche a seguito delle difficoltà economiche derivanti dalla emergenza sanitaria COVID-19 e vengono assunti  impegni a favore dei beneficiari. I  soggetti attuatori interessati dal provvedimento sono tenuti ad attivare  la misura e trasmettere  la comunicazione di adesione a Regione Lombardia entro il 31 luglio 2020, l’entità delle risorse da destinare all’iniziativa pari ad € 4.000.000,00.

 

Decreto Dirigente Unità Organizzativa 7 aprile 2020, n. 4271

Regione Lombardia: DDS 3905/2020, Morosità incolpevole. Erogazione risorse ai Comuni

In relazione alla  L.R. 16/2016 «Disciplina regionale dei servizi abitativi» che prevede al titolo V, art.40 «Aiuti ai nuclei familiari in condizione di morosità incolpevole» ed alla DGR 2974/2020, viene data attuazione all’iniziativa di sostegno agli inquilini morosi incolpevoli e di impegnare e contestualmente liquidare ai Comuni le risorse per un importo complessivo di € 8.315.594,47.

 

 D.d.s. 30 marzo 2020, n. 3905

Regione Umbria: DGR 202/2020, Contributi a favore degli inquilini “morosi incolpevoli”

In relazione al Decreto interministeriale infrastrutture-economia 23 dicembre 2019,  che ha confermato le modalità operative di attuazione dell’intervento contenute nel precedente decreto infrastrutture-economia 30 marzo 2016 e ha ripartito le risorse a disposizione tra le Regioni,  assegnando alla Regione Umbria la somma di € 670.791,29, si  procede alla ripartizione delle suddette risorse tra i Comuni ad alta tensione abitativa.

 

DGR 25 marzo 2020, n. 202

Regione Molise: DGR 103/2020, Trasferimento delle risorse non spese del fondo inquilini morosi incolpevoli

Decreto MIT 31 maggio 2019 “Individuazione delle modalità di trasferimento delle risorse non spese del fondo inquilini morosi incolpevoli”. Ripartizione, in favore dei Comuni, delle risorse del fondo inquilini morosi incolpevoli non spese per le annualità 2014-2018. Si provvede alla riprogrammazione e alla ripartizione, in favore dei Comuni aventi diritto, delle risorse non spese già in dotazione del Fondo inquilini morosi incolpevoli per le annualità pregresse (2014-2018), disponibili nel Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2020/2022 pari ad € 58.721,98, al fine di garantirne il pieno utilizzo, da parte dei Comuni, entro il 30 giugno 2020.

 

DGR 23 marzo 2020, n. 103

Regione Lombardia: DGR 3008/2020, Sostegno al mantenimento dell’alloggio in locazione nell’emergenza Covid-19

Data la situazione di emergenza sanitaria, viene data attuazione nel 2020 a misure per il sostegno alla locazione, destinando la somma di € 4.000.000,00 da ripartire ai 91 Ambiti.  Pertanto vengono coinvolti i Piani di Zona, i Comuni, le istituzioni e i soggetti territoriali diversi, in chiave di integrazione delle politiche di welfare, a sostegno delle famiglie per il mantenimento dell’abitazione in locazione.

 

DGR  30 marzo 2020, n. XI/3008

Regione Piemonte: DGR 1-1109/2020, Riconoscimento della condizione di morosità incolpevole nell’emergenza Covid-19

Adempimenti alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2019. Misure straordinarie

In relazione all’emergenza sanitaria, si proroga al 30 giugno 2020 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, È consentito agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 31 luglio 2020.

 

DGR 10 marzo 2020, n. 1-1109

Legge 24/04/2020, n. 27, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge del 24 aprile 2020, di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, con riguardo, fra l’ altro, al sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese (congedo parentale; voucher baby sitter; carta famiglia 2020; licenziamento per genitori dipendenti, mantenimento del posto di lavoro; mantenimento del reddito di cittadinanza, indennità di sostegno (600 euro) in favore dei lavoratori; detenuti.

Legge 23 aprile 2020, n. 27

Regione Puglia: DGR 2235/2019, Promozione della cultura dell’abitare sociale

Criteri di riparto e modalità di assegnazione delle risorse per il finanziamento di progetti pilota di coabitazione sociale (LR 5 luglio 2019, n. 31)

Il “Programma di promozione della cultura dell’abitare sociale”, con l’impegno di € 250.000,00, è rivolto ai Comuni capoluogo di provincia; i progetti pilota sono rivolti a soggetti in condizioni di vita di maggiore fragilità economica-sociale: o famiglie con persone disabili; coppie di anziani soli; nuclei monogenitoriali con bambini; persone singole in età avanzata; nuclei di immigrati regolarmente presenti sul territorio nazionale. I progetti sono promossi dagli stessi enti locali e dalle cooperative sociali.

 

DGR 28 novembre 2019, n. 2235

La condizione abitativa in Europa: pubblicato il Rapporto 2019

È stato recentemente pubblicato The State of Housing in the EU, il rapporto biennale curato dall’Housing Europe Observatory che fotografa la condizione abitativa in Europa. Il rapporto contiene anche gli approfondimenti sui singoli paesi. Per quanto riguarda l’Italia, emerge come solo il 4% della popolazione abbia accesso ad un alloggio con affitto calmierato. Elevato invece il tasso di deprivazione abitativa, pari all’11%, contro una media UE del 5,6%.

Leggi la sintesi di Chiara Lodi Rizzini su Percorsi di Secondo Welfare.

Social housing: nasce la prima piattaforma per soluzioni abitative temporanee

Promossa dalla Compagnia di San Paolo, è nata ioabitosocial, la prima piattaforma senza fini di lucro dedicata alla ricerca di soluzioni abitative temporanee di social housing presenti sul territorio nazionale. La piattaforma, dando visibilità agli enti gestori responsabili delle strutture, si rivolge a tutti coloro che, per motivi economici, sociali, lavorativi e famigliari, hanno bisogno di una soluzione abitativa temporanea. I futuri utenti sono stati raggruppati in sei categorie: chi vive una fase di stress abitativo (perdita del lavoro, separazione, motivi di salute, etc.), studenti, professionisti, city user, anziani e giovani coppie.

Leggi l’articolo su commento su Percorsi di SecondoWelfare.

Esclusione abitativa in Europa

Il 22 marzo è stata presentata a Bruxelles la quarta panoramica sull’esclusione abitativa in Europa realizzata, in lingua inglese, da Feantsa e Fondazione Abbé Pierre. Dalla ricerca emerge come la spesa per l’alloggio continui ad assorbire quantità sempre crescenti di bilancio delle famiglie, in particolare di quelle povere. Negli ultimi dieci anni, l’esistenza di alloggi inadeguati sta incidendo negativamente sulla qualità della vita di molti cittadini: i più vulnerabili e colpiti dall’esclusione abitativa risultano essere i bambini, i giovani tra i 18 e il 24 anni, gli extracomunitari e i genitori soli con figli a carico. A queste problematiche si aggiunge inoltre una presenza sempre più elevata di homeless, che sta raggiungendo numeri record: le stime parlano di 700 mila senza dimora, registrando un aumento del 70% dal 2009.

Leggi l’articolo di commento su Vita.