AnzianiPost con tag “assistenza domiciliare”

Regione Lombardia: DGR 7770/2017, Interventi in materia di assistenza domiciliare integrata

La delibera delinea il nuovo modello di Assistenza Domiciliare integrata di Regione Lombardia. E’ prevista una fase osservazionale della durata di sei mesi nel corso della quale il nuovo modello verrà valutato sulla base dei dati di impatto economico e della ricaduta sulla rete degli erogatori, pubblici e privati accreditati.
Lombardia_DGR_X-7770_2017

P.A. di Trento: LP 14/2017, Riforma del welfare anziani

Prevenzione, assistenza domiciliare, residenzialità leggera, forme alternative di coabitazione e case di riposo. Sono alcuni degli interventi e servizi per gli anziani non autosufficienti e le loro famiglie che la Provincia Autonoma di Trento intende ampliare.  La nuova legge regionale modifica ed integra le precedenti in tema di anziani non autosufficienti, politiche sociali e tutela della salute.
PATrento_LP_14_2017

Rinnovare il sostegno a domicilio degli anziani

Sostenere l’invecchiamento e la permanenza a casa degli anziani, anche non autosufficienti, è da tempo un obiettivo centrale delle politiche sociali e dei sistemi di longterm-care (LTC) occidentali. In Italia il supporto all’ageing in place si è imperniato a lungo sul SAD, servizio di assistenza domiciliare, e sull’ADI, assistenza domiciliare integrata, i due poli tradizionali dell’assistenza domiciliare pubblica. Leggi >

Regione Friuli Venezia Giulia: DGR 2089/2017, Linee guida per l’abitare possibile e la domiciliarità innovativa

Con le Linee guida per il perfezionamento delle sperimentazioni avviate ai sensi della DGR 671/2015 e per nuove sperimentazioni in materia di “abitare possibile” e “domiciliarità innovativa”, la Regione Friuli Venezia Giulia intende promuovere e sostenere la domiciliarità, in particolare delle persone anziane e di quelle con disabilità.
Link alla delibera (pp. 124-159)

LEA sociosanitari nelle regioni del Nord

Di recente è stato pubblicato il rapporto di mantenimento dell’erogazione dei LEA riferito al 2015, che si inserisce nella verifica degli adempimenti LEA, il monitoraggio annuale affidato al Comitato LEA presso il Ministero della Salute. Il contributo intende monitorare l’andamento dei LEA sociosanitari per le persone anziane e disabili in Lombardia a confronto con le regioni del Nord Italia. Leggi >

L’assistenza domiciliare integrata

Il Rapporto di Italia Longeva fa il punto sullo stato di attuazione della “babele” dell’ADI in Italia. Con particolare attenzione ai modelli organizzativi, chi fa l’ADI, la valutazione multidimensionale, l’informatizzazione e la tecnoassistenza, i costi.

Scarica il Pdf del Rapporto dal titolo “La babele dell’Assistenza Domiciliare in Italia: chi la fa, come si fa”.

Regione Molise: DGR 281/2017, Assistenza domiciliare, modifiche

Il Programma “Interventi e servizi assistenziali in favore delle persone non autosufficienti e pazienti con disabilità severa” viene modificato da questa delibera, che stabilisce come il 100% dell’importo per l’assistenza domiciliare debba essere destinato al contributo economico per il care giver o all’assistenza erogata attraverso voucher/acquisto di prestazioni da cooperative accreditate (in precedenza le percentuali erano rispettivamente il 60% e il 40% dell’importo).
Molise_DGR_281_2017

Regione Lazio: Decreto 256/2017, Eleggibilità nelle cure domiciliari

Con l’approvazione dei “Criteri di eleggibilità nelle Cure domiciliari e livelli di intensità assistenziale”, la Regione Lazio ridefinisce i profili di bisogno e i livelli di intensità assistenziale erogabili a domicilio, coerentemente con quanto previsto dai nuovi LEA, ed esplicita i criteri clinici e assistenziali che determinano l’inclusione dei pazienti nelle diverse classi e macroclassi RUG HC.
Lazio_DC_256_2017

Anziani, la “Babele” dell’assistenza: solo 3 su 100 curati a domicilio

Indagine di Italia Longeva: assistiti a domicilio solo 370 mila ultrasessantacinquenni, a fronte di circa 3 milioni di persone che risultano colpite da disabilità severe, dovute a malattie croniche. 20 ore di assistenza domiciliare ogni anno a ciascun paziente. Con gravi disomogeneità territoriale. I dati agli Stati generali dell’assistenza a lungo termine.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo pubblicato su Redattore Sociale.