AnzianiPost con tag “finanziamento e spesa”

Non autosufficienza: il rapporto sulla spesa delle famiglie

La ricerca è stata condotta da Innovation Team, società del Gruppo Mbs Consulting. Oggetto dell’indagine è la ricostruzione del bilancio di welfare delle famiglie italiane:
– il contributo alle entrate familiari dei sistemi di welfare pubblico e privato;
– la spesa familiare per aree di welfare e per specifici bisogni e servizi;
– la segmentazione delle analisi per condizione economica e professionale, composizione del
nucleo familiare, area geografica, comune di residenza.

Scarica il PDF del rapporto.

Il finanziamento della Long term care (LTC) per gli anziani nelle varie Regioni

Nel nostro Paese l’assistenza agli anziani non autosufficienti è il frutto della stratificazione degli interventi di vari livelli di governo e dell’interazione di diverse filiere istituzionali (sociale e sanitaria). Un mix assistenziale fatto di erogazioni monetarie e interventi tramite servizi, con pochi punti di riferimento che possano costituire un minimo comune denominatore tra le varie regioni (per assenza di standard di riferimento per il sociale e un’assistenza sociosanitaria che ha trovato diverse interpretazioni da regione a regione). A fronte di questa complessità, è importante osservare cosa accade nei vari territori con una prospettiva di sistema. La recente pubblicazione del 6°Rapporto del Network Non Autosufficienza (di seguito NNA) offre un quadro informativo sullo stato dell’intervento pubblico in questo settore a livello nazionale e locale, oltre che una serie di approfondimenti sulle tendenze in atto per le varie tipologie di interventi assistenziali. Leggi >

LEA sociosanitari nelle regioni del Nord

Di recente è stato pubblicato il rapporto di mantenimento dell’erogazione dei LEA riferito al 2015, che si inserisce nella verifica degli adempimenti LEA, il monitoraggio annuale affidato al Comitato LEA presso il Ministero della Salute. Il contributo intende monitorare l’andamento dei LEA sociosanitari per le persone anziane e disabili in Lombardia a confronto con le regioni del Nord Italia. Leggi >

Quali risorse per i LEA sociosanitari?

Dopo una breve ricognizione sulle politiche nazionali di finanziamento dell’assistenza sociosanitaria, si fotografa l’andamento del settore sulla base di recenti evidenze statistiche. Come cambiano le risorse dedicate ai bisogni sociosanitari e la loro importanza nell’ambito della sanità? Quanto compartecipano le famiglie? Cosa è successo nelle singole regioni? Leggi >

Progetti di vita indipendente: il finanziamento 2017

Il Decreto di riparto del Fondo per le Non Autosufficienze, approvato il 12 settembre 2017, ha stanziato 15 milioni di euro per sostenere i progetti di vita indipendente realizzati secondo le linee guida approvate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’articolo su Percorsi di SecondoWelfare.

Fondo per le non autosufficienze 2017: raccomandazioni per l’intesa

Fra le raccomandazioni espresse dalla Conferenza Unificata sullo schema di decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di riparto del Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2017, evidenziamo la riformulazione dell’art. 3 dedicato ai progetti sperimentali in materia di vita indipendente. Il link alla pagina del sito Regioni.it.

Ripartito il Fondo per la non autosufficienza 2017

Con l’intesa decisa il 7/9/2017 in Conferenza unificata Stato Regioni si attiva il riparto del fondo per le non autosufficienze relativo al 2017. Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, lo ha evidenziato (scarica qui il Pdf della conferenza stampa) precisando che il Governo ha reso disponibili, nell’ambito delle misure di contrasto alla povertà, 212 milioni di euro, il che ha di fatto ripristinato integralmente il fondo per le politiche sociali. A fronte di questo impegno rispettato, le Regioni hanno approvato il riparto del Fondo per la non autosufficienza che era stato anch’esso ridotto, ma che è stato integrato con 50 milioni di risorse regionali tornando così al livello precedente, e cioè a circa 500 milioni.

Approfondisci la notizia su Regioni.it.

P.A. di Bolzano: DP 26/2017, Assistenza economica e sociale, modifiche

Il provvedimento apporta diverse modifiche al Regolamento di esecuzione relativo all’assistenza economica sociale e al pagamento delle tariffe nei servizi sociali. Fra le prestazioni e i servizi interessati dalla norma vi sono l’assegno per le spese personali, la prestazione economica per Continuità della vita familiare e domestica e autonomia abitativa, l’assistenza residenziale.
PABolzano_DP_26_2017

Il bando “Long term care” Inps

All’interno della “Gestione Prestazioni creditizie e sociali”, l’attività di Inps a favore di persone non autosufficienti e disabili si concretizza, oltre che con il programma Home Care Premium di cui si è trattato in questo sito con gli articoli di Claudio Castegnaro e Francesco Bertoni, anche con il bando “Long Term Care”, finalizzato all’erogazione di contributi per il ricovero nelle RSA e strutture specializzate che prestano servizi assistenziali in favore di soggetti che necessitano di cure di lungo periodo. Leggi >

Home Care Premium dell’Inps a favore di persone non autosufficienti e disabili

Nei primi mesi del 2017 l’Inps ha attivato, attraverso un bando, il programma Home Care Premium per l’erogazione di prestazioni di sostegno al domicilio rivolte a soggetti non autosufficienti iscritti alla gestione dipendenti pubblici. Si tratta di una iniziativa lodevole che, in assenza di una misura nazionale di sostegno alla non autosufficienza, mette in campo risorse cospicue. Tuttavia, l’analisi delle procedure di accesso, del coinvolgimento degli enti locali e della selezione dei beneficiari evidenziano aspetti che probabilmente potrebbero essere migliorati. Leggi >