Famiglia, infanzia e adolescenzaPost con tag “Regione Emilia-Romagna”

Regione Emilia-Romagna contro bullismo e cyberbullismo

Presentato, nell’ambito del convegno “Bullismo, cyberbullismo e rischi del web per i più giovani: il contributo della polizia locale per arginare il fenomeno”, il Piano di azione sull’adolescenza della Regione Emilia-Romagna, che partirà entro la metà del 2018. Tra le finalità, il contrasto delle nuove forme di dipendenza e disagio negli adolescenti, bullismo e cyberbullismo, autolesionismo, abbandono scolastico e disagio sociale. Presentato anche “Mi fido di te?”, progetto pilota di educazione alla legalità, prevenzione dei fenomeni di bullismo, cyberbullismo e utilizzo consapevole della rete e dei social, finanziato dalla Regione e sviluppato dalla Polizia locale dell’Unione delle Terre d’Acqua.

Emilia-Romagna: nuovo osservatorio contro la violenza di genere

Si è insediato ufficialmente il 18 dicembre a Bologna l’Osservatorio Regionale contro la violenza sulle donne. 12 membri interni alla Regione e 18 rappresentanti di enti locali, aziende sanitarie, Ufficio scolastico regionale, centri antiviolenza e associazionismo per sostenere le donne vittime di violenza nel costruire percorsi di autonomia. Università e sindacati collaborano esternamente ai lavori dell’Osservatorio.

Emilia-Romagna, nuovi requisiti per i servizi educativi 0-3 anni

Con la nuova Direttiva in materia di requisiti strutturali e organizzativi dei servizi educativi per la prima infanzia, per i bambini da 0 a 3 anni, la Regione Emilia-Romagna interviene sui requisiti di nidi, micro-nidi e servizi integrativi. Tra le novità, i gestori, pubblici o privati, delle strutture educative dovranno definire un Piano specifico finalizzato alla prevenzione, valutazione e gestione del rischio stress da lavoro, per la prevenzione di maltrattamenti e abusi. Approvato in parallelo il riparto dei fondi per il 2017, pari a 7,3 milioni di euro.

Violenza contro le donne, in Emilia-Romagna fondi per i centri antiviolenza

La Regione Emilia-Romagna ha messo a bando 423.530 euro per il potenziamento della rete dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio, al fine di garantire una copertura più omogenea sul territorio e una maggiore ricettività nel rispetto dei requisiti previsti dalle normative nazionali. Valorizzati, in particolare, i progetti presentati in partenariato pubblico-privato e in sinergia per l’intero ambito distrettuale, provinciale/metropolitano.

Leggi la notizia su Il portale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna: DGR 1564/2017, Servizi per la prima infanzia, direttive

La delibera fa seguito alla L.R. 19/2016 di riorganizzazione dei servizi educativi, adeguando le direttive attuative: “Requisiti strutturali e organizzativi dei servizi educativi per la prima infanzia. Disciplina dei servizi ricreativi e delle iniziative di conciliazione” e “Procedure per l’autorizzazione al funzionamento di servizi educativi per la prima infanzia. Procedure per i servizi ricreativi”.
Emilia-Romagna_DGR_1564_2017

Regione Emilia-Romagna: DGR 1446/2017, Contributi per l’autonomia abitativa delle donne vittime di violenza

L’avviso pubblico rivolto agli enti locali ha l’obiettivo di facilitare la conquista dell’autonomia abitativa delle donne vittime di violenza e dei loro figli , nell’ambito di percorsi personalizzati di presa in carico, di protezione e di progressiva indipendenza.
Emilia-Romagna_DGR_1446_2017

Regione Emilia-Romagna e vaccini: la legge regionale funziona

La Regione Emilia-Romagna, la prima in Italia ad aver introdotto l’obbligo vaccinale per l’iscrizione al nido, registra una copertura complessiva del 96,6%, che oltrepassa abbondantemente la soglia di sicurezza del 95% indicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, e in alcune province tocca addirittura punte del 99%. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini: “la conferma di una battaglia giusta, per la salute pubblica e la tutela dei più piccoli”.

Leggi la notizia sul Portale della Regione Emilia-Romagna.

In Emilia Romagna due bandi per giovani e adolescenti, i “grandi assenti del welfare”

Quasi un milione di euro in Emilia Romagna a favore di giovani e adolescenti tra gli 11 e i 24 anni attraverso il bando “Giovani generazioni” e il bando “I grandi assenti del welfare”, destinato alla Città Metropolitana di Bologna e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna. Obiettivo prevenire il disagio, l’isolamento, l’abbandono scolastico, la dipendenza dai social network, attraverso il sostegno ad attività scolastiche, extrascolastiche, ricreative e per il tempo libero. Finanziati 133 progetti, 14 dei quali di valenza regionale, 75 da realizzarsi in tutte le province della regione e 44 nella Città Metropolitana di Bologna.

Emilia Romagna, risorse per la qualificazione delle scuole dell’infanzia paritarie

La Regione Emilia Romagna stanzia 4,1 milioni di euro per il 2017 per la qualificazione delle scuole dell’infanzia paritarie, comunali o private (per le quali la Regione ha competenza per il diritto allo studio), al fine di mantenere gli elevati livelli di prestazione del sistema regionale di servizi all’infanzia.

I servizi per la prima infanzia in Emilia-Romagna tra tradizione e innovazione

Attese a partire da settembre importanti direttive attuative della nuova legge della Regione Emilia Romagna sui servizi educativi per la prima infanzia. Il sistema regionale, dalla radicata tradizione, con la copertura più ampia in Italia e elevati livelli di qualità, fa i conti con i significativi cambiamenti socio-economici del territorio di riferimento. Il provvedimento si muove dunque tra continuità e rinnovamento. Tra le novità, l’introduzione del sistema di accreditamento. Leggi >

Emilia-Romagna: DGR 553/2017, Interventi rivolti a preadolescenti, adolescenti e giovani

La delibera definisce obiettivi, azioni prioritarie, criteri di spesa e procedure per l’accesso ai contributi a sostegno di interventi rivolti a preadolescenti, adolescenti e giovani promossi da associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, oratori ed enti ecclesiastici. Gli obiettivi dell’intervento sono la promozione dell’offerta di opportunità educative e sociali per le giovani generazioni.
Emilia-Romagna_DGR_553_2017