Istituzioni e governanceSegnalazioni

Progettazione sociale: arriva la prima norma in Italia e in Europa

È arrivata la prima norma in Italia e in Europa sulla progettazione sociale che definisce i requisiti base di “conoscenza, abilità e competenza” che deve possedere il progettista sociale, figura chiave in ogni realtà non profit, fino ad oggi non regolamentata. Si tratta della norma tecnica UNI 11746, pubblicata pochi giorni fa, dopo sei anni di studio in coordinamento con UNI, l’Ente Italiano di Normazione, e una lunga fase di confronto tra tutte le parti interessate, il Forum Nazionale del Terzo Settore, PMI Central Italy Chapter, Ministero del Lavoro/ANPAL e Associazione Italiana Progettisti Sociali-APIS.

Su Vita una sintetica presentazione.

È Giovanni Fosti il nuovo presidente di Fondazione Cariplo

Il 28 maggio 2019 la Commissione Centrale di Beneficenza ha nominato gli organi che guideranno Fondazione Cariplo nei prossimi quattro anni: Giovanni Fosti è stato eletto all’unanimità nuovo presidente della Fondazione. Prima di lui si sono succeduti Roberto Mazzotta (dal dicembre 1991 al febbraio 1996), Ottorino Beltrami (dal marzo 1996 al febbraio 1997) e Giuseppe Guzzetti (dal 5 febbraio 1997 ad oggi). Paola Pessina e Claudia Sorlini sono invece state nominate vicepresidenti. Nella stessa seduta i 28 membri della Commissione hanno completato la formazione del Consiglio di Amministrazione e indicato i membri del Collegio Sindacale. Avviata anche la fase di costituzione delle sottocommissioni consultive che, nelle settimane venture, cureranno l’impostazione strategica delle attività dei prossimi anni.

Leggi anche il saluto all’uscente presidente Giuseppe Guzzetti pubblicato su questo sito.

Acri rinnova gli organi: Francesco Profumo è presidente

Il 21 maggio 2019 l’Assemblea di Acri (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa) ha eletto all’unanimità il presidente Francesco Profumo – già presidente della Compagnia di San Paolo – e il nuovo Consiglio per il triennio 2019-2021. Il Consiglio, con il coinvolgimento delle Consulte territoriali di Fondazioni, individuerà nella prossima seduta prevista per metà giugno i membri del Comitato esecutivo e i vicepresidenti dell’Associazione.

Misure del Benessere Equo e Sostenibile dei territori

Il 29 maggio l’Istat ha pubblicato l’aggiornamento annuale del sistema di indicatori del Benessere Equo e Sostenibile dei territori, riferiti alle province e alle città metropolitane italiane, coerenti e integrati con il framework BES adottato a livello nazionale. Rispetto all’edizione 2019 del Rapporto BES nazionale, composto da 12 domini, in quello territoriale non è considerato il Benessere soggettivo per la mancanza di fonti di adeguata qualità statistica. I dati, disponibili in serie storica, consentono di osservare sia i livelli di benessere misurati per i diversi domini all’interno di ciascuna provincia, sia le differenze territoriali.

La Corte dei Conti presenta il Rapporto 2019 sul coordinamento della finanza pubblica

Il 28 maggio 2019 è stato presentato il Rapporto 2019 sul coordinamento della finanza pubblica che, come i precedenti, costituisce un materiale decisamente ricco di dati e riflessioni. Con riferimento ai temi del welfare questo Rapporto presenta tre ampi capitoli rispettivamente dedicati alle politiche previdenziali (“Il sistema previdenziale tra esigenze e sostenibilità”), assistenziali (“Assistenza e lotta alla povertà: i progressi compiuti e gli affinamenti necessari”) e sanitarie (“La sanità e le opportunità da cogliere”).

Il progresso regionale verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile

Coerentemente alla pubblicazione del Rapporto Indicatori di sviluppo sostenibile dell’Istat, l’ASviS ha pubblicato l’analisi aggiornata dell’evoluzione dei territori italiani rispetto al raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Per ogni Regione e Provincia autonoma vengono presentati 14 indici compositi, che sintetizzano l’andamento rispetto all’Italia e all’area geografica di appartenenza sulla base di oltre 80 indicatori statistici resi disponibili dal Sistema Statistico Nazionale. Come prevedibile, nel nostro Paese si registrano forti disuguaglianze territoriali. Leggi l’approfondimento dell’ASviS.

Le Regioni sul Documento di Economia e Finanza per il 2019

Il 9 maggio 2019 la Conferenza delle Regioni e Province autonome ha votato una articolata risoluzione sul Documento di Economia e Finanza (DEF) previsto dal Governo per il 2019. Il testo segnala esigenze ritenute rilevanti, ed espone proposte delle Regioni in diversi ambiti della spesa pubblica, inclusi quelli dedicati al welfare.

Integrazione sociosanitaria: quello che c’è e quello che non c’è

È stato dimostrato che il risultato migliore delle cure si realizza quando le diverse professioni sanitarie e sociali concorrono alla gestione dei pazienti cronici con un approccio pianificato, multidisciplinare ed olistico. A tal fine è necessario garantire continuità assistenziale e servizi integrati. Qual è la situazione del nostro Paese? La riflessione di Franco Pesaresi.

Rapporto Indicatori di Sviluppo Sostenibile 2019

L’Istat ha pubblicato il Rapporto SDGs 2019. Informazioni statistiche per l’agenda 2030 in Italia, che espone i dati su numerosi indicatori descrittivi del grado di sviluppo raggiunto, in base ai criteri di “Agenda 2030”, adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e fondati su 17 macro obiettivi per l’eliminazione della povertà, la protezione del pianeta, il raggiungimento di una prosperità diffusa, entro un progresso sostenibile. Il Rapporto presenta una articolata descrizione di obiettivi, sotto-obiettivi e indicatori, con i relativi valori in diverse aree del mondo. Inoltre, viene presentata una valutazione dei dati di dettaglio sui livelli di sviluppo sostenibile nelle diverse Regioni italiane, favorendo letture dei diversi territori del nostro Paese.

Ridefinizione dei profili e degli ambiti occupazionali delle figure di educatori e di pedagogisti

Al termine di un lungo iter parlamentare, in data 1 gennaio 2018 è entrata in vigore la Legge Iori che riconosce e tutela le figure professionali di educatore socio-pedagogico e di pedagogista. La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha licenziato il 17 aprile 2019 il documento Indagine conoscitiva per la ridefinizione dei profili e degli ambiti occupazionali delle figure di educatori e di pedagogisti, che analizza, anche in un’ottica comparativa con gli altri paesi europei, la figura dell’educatore professionale e la sua evoluzione fino all’istituzione dei due profili di educatore socio sanitario e socio pedagogico e alla corrispondente formazione universitaria che si articola in due distinti percorsi. Sono posti in evidenza gli aspetti problematici derivanti da tale duplicazione ed è auspicata l’istituzione di un Tavolo di confronto tra tutte le istituzioni e i rappresentanti delle associazioni professionali e sindacali, volto a una ridefinizione capace di superare le criticità sottolineate.

Noi Italia 2019: cento statistiche per capire il Paese in cui viviamo

Noi Italia 2019: cento statistiche per capire il Paese in cui viviamo offre una selezione di oltre 100 indicatori statistici del nostro Paese, delle differenze regionali che lo caratterizzano e della sua collocazione nel contesto europeo. Gli indicatori, articolati in sei aree e 19 settori, e corredati di sintetici commenti, offrono una lettura dei fenomeni nello spazio e nel tempo. Nell’edizione 2019 sono presenti alcuni nuovi indicatori ed è disponibile una rappresentazione grafica interattiva che permette il confronto tra l’Italia e gli altri Paesi europei. In particolare, per una selezione di indicatori è possibile visualizzare sia la graduatoria del 2010 sia quella relativa all’anno disponibile più recente, ottenendo una lettura immediata del posizionamento dell’Italia nella classifica europea.

Innovazione sociale e finanza di impatto: un appuntamento con la Regione Puglia

La Regione Puglia fa il punto su “Innovazione sociale e finanza di impatto: il Fondo per l’Innovazione sociale” con un appuntamento di due giorni (11 e 12 aprile), denso di contenuti che ruotano attorno agli scenari e alle opportunità per un nuovo partenariato pubblico-privato, con un respiro di dimensione nazionale.

Scarica il programma.