Istituzioni e governancePost in sezione “Esperienze”

Aiutanti di mestiere, la web serie dedicata agli assistenti sociali

La web serie, nata da un’intuizione di COeSO SDS Grosseto e dall’Associazione Storie di Cinema/Scuola di Cinema Grosseto, e realizzata con il patrocinio del Cnoas, narra le vicende del lavoro quotidiano di due colleghi assistenti sociali. I temi trattati nelle puntate spaziano dalla devianza giovanile alla ludopatia, dalla violenza all’allontanamento di minore, dalla disabilità all’immigrazione, dall’emarginazione degli anziani alle problematiche dell’adozione. Come si legge sul sito Aiutanti di mestiere, dove è anche possibile guardare la serie, lo scopo di questo progetto è quello di rafforzare il senso di appartenenza degli operatori alla comunità professionale e di avviare una sorta di “contradditorio” con l’opinione pubblica, in modo da rendere più vicino alle persone il mondo dei servizi sociali.

Seguire le Regioni? Un’opportunità in più con le loro newsletter

Il sito Regioni.it segnala la possibilità di seguire le Regioni con un semplice click, iscrivendosi alle loro newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti istituzionali, anche in tema di politiche sociali. In una prima uscita sono state segnalate le newsletter di Regione Abruzzo, Regione Emilia-Romagna, Regione Friuli Venezia Giulia, Regione Lazio e Regione Piemonte. Nella seconda uscita le esperienze della Provincia Autonoma di Bolzano, di Regione Liguria, Regione Lombardia e Regione Marche.

Premio IRS-CNOAS-PSS “Costruiamo il Welfare dei Diritti sul Territorio” – III edizione

In occasione del Convegno Croas Lombardia – Cnoas: Le politiche a sostegno dei diritti e contro la povertà, che si terrà a Milano il prossimo 13 febbraio, la rivista Prospettive Sociali e Sanitarie è lieta di annunciare la terza edizione del premio IRS – CNOAS – PSS: “Costruiamo il welfare dei Diritti sul territorio” , con l’intento di continuare a sensibilizzare gli attori del welfare affinché assumano un’ottica progettuale e strategica nella direzione di riformare il sistema, costruendo un welfare sociale “comunitario e integrato”, che investa risorse pubbliche anche attraverso forme di integrazione fra politiche sociali, sanitarie, educative, del lavoro e dell’inclusione sociale, e che stimoli la partecipazione attiva della società civile al benessere collettivo: un welfare sociale “attivo”.

Termine per la consegna dei contributi: 30 giugno 2018

Scarica il bando completo e guarda la presentazione video di Ugo De Ambrogio, vicedirettore di Prospettive Sociali e Sanitarie.

Regione Marche: assistenti sociali e medici di base per intercettare le criticità

Parte dalle Marche la sperimentazione del progetto nazionale che riguarda gli studi associati. Tale progetto, rivolgendosi principalmente alle persone non autosufficienti, agli anziani fragili e a rischio di ospedalizzazione, mira a garantire un nuovo approccio ai bisogni della persona nell’ambito delle cure primarie. Il progetto è coordinato dal Centro di Ricerca e Servizio sull’Integrazione Socio-sanitaria (Criss) dell’Università Politecnica delle Marche.

Leggi la notizia su Redattore Sociale.

Regione Piemonte: verso un nuovo Patto per il sociale

Il 5 luglio a Torino si è svolto l’incontro per il nuovo Patto per il Sociale, promosso da Augusto Ferrari, assessore regionale alle Politiche sociali, della famiglia e della casa. L’incontro, che ha raccolto più di 300 persone, è stato un’occasione di confronto sugli aspetti più rilevanti del Patto 2015-2017, sulle questioni sociali emergenti per il sistema di welfare piemontese, sui risultati raggiunti e sugli obiettivi mancati.

Approfondisci la notizia leggendo l’articolo di Elisabetta Cibinel su Percorsi di SecondoWelfare.

I sistemi informativi sociali. L’esperienza della Caritas piemontese

La consapevolezza di costituire un punto di osservazione privilegiato delle dinamiche che si collocano alla base dei processi di emarginazione ed esclusione sociale a livello locale, ha spinto il sistema Caritas torinese a progettare e realizzare un Sistema Informativo Sociale per l’analisi dei bisogni dell’utenza, quale punto di partenza per la progettazione di più adeguate strategie di intervento e di contrasto alle povertà. Leggi >