Istituzioni e governancePost con tag “finanziamento e spesa”

Finanziamento e spesa. Elezioni 2018

Cosa è cambiato per il finanziamento dei servizi sociosanitari? Quale evoluzione per gli interventi assistenziali gestiti dal livello Centrale? In che modo le manovre finanziarie nazionali hanno sostenuto il welfare sociale territoriale? La riforma del sistema finanziamento degli enti territoriali ha definito i ruoli tra Stato e enti decentrati in materia di politiche sociali? Un bilancio dell’impatto delle recenti politiche nazionali e una sintesi delle principali questioni aperte sul finanziamento del welfare sociale e sociosanitario. Leggi >

Legge di bilancio 2018: norme e risorse per il sociale e il sociosanitario

Anci offre una lettura sintetica delle principali norme e risorse per il sociale e il sociosanitario in seguito alla Legge n. 205 del 27 dicembre 2017, Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020. Il documento offre una disamina delle linee di finanziamento relative ai principali fondi in tema di politiche sociali: quello per la povertà, la non autosufficienza, l’infanzia e l’adolescenza, le persone con disabilità e i caregiver familiari. Il tema è stato approfondito da Francesco Bertoni su questo sito.

I fondi sociali nella legge di bilancio 2018

La Legge di bilancio 2018, in particolare attraverso il consolidamento del REI, sembra avviare un percorso di rafforzamento del sistema dei servizi alla persona. Il confronto con gli anni passati, in particolare, sembra infatti delineare una situazione favorevole per poter realmente avviare l’implementazione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali. Tuttavia, permane la necessità di consolidare quanto delineato dalla Legge di bilancio, anche oltre l’arco temporale da essa considerato, a causa del cronico sottofinanziamento del sistema dei servizi alla persona. Leggi >

Che cosa bisogna sapere sulla legge di bilancio

Il 27 dicembre il Senato ha licenziato la legge di bilancio 2018 che regolerà spese ed entrate dello Stato. Percorsi di SecondoWelfare ha pubblicato un interessante riassunto relativo alle principali novità in campo di welfare. I temi riguardano: la famiglia e la conferma dei bonus, il contrasto alla povertà e il REI verso l’universalismo, la disabilità e il riconoscimento dei caregiver famigliari, il welfare aziendale e l’inclusione delle spese per il trasporto pubblico, l’innovazione sociale e il fondo da 25 milioni di euro.

Istat: la spesa dei Comuni per i servizi sociali

Il 27 dicembre scorso l’Istat ha pubblicato il report sulla spesa sociale dei Comuni nel 2015 (scaricabile qui): il totale della spesa è di circa 7 miliardi di euro, con una lieve crescita dello 0,2% rispetto al 2014, le cui componenti più rilevanti sono dirette alle famiglie con figli (il 38,5%), ai disabili (il 25,4%) e agli anziani (18,9%). La spesa pro capite per residente risulta molto inferiore al sud (Sardegna esclusa) rispetto al nord del paese.

Il primo convegno di welforum.it

Il 28 novembre si è svolto a Roma, presso il Cnel, il primo convegno nazionale di welforum.it. I lavori della giornata sono stati videoregistrati per dare anche a chi non ha potuto partecipare direttamente la possibilità di seguirli in differita. Naturalmente per vedere, e non solo ascoltare, occorre essere dotati di un programma appropriato di lettura. Articoliamo la presentazione del video in più tappe per un ascolto graduato nel tempo. Leggi >

Osservare per riorientare le politiche. Primo convegno di welforum.it

Al sito e alla newsletter che ne annuncia via via i nuovi contenuti, aggiungiamo ora la pubblicazione del primo Punto di Welforum, di approfondimento sull’assistenza ai non autosufficienti, e la realizzazione del primo convegno pubblico di welforum.it (Cnel, Roma, 28 novembre). Parleremo di riforme da attuare, il REI e altre, e di riforme nuove, ancora da fare, presentando una proposta di riforma delll’indennità di accompagnamento. Ne discuteremo con qualificati interlocutori e con i nostri promotori.
Scarica il programma del convegno.

  Leggi >

Analisi dei bilanci di regioni, comuni e città metropolitane

L’Istat ha pubblicato il 3 novembre 2017 un Report sui bilanci di comuni, province ed aree metropolitane e la Banca d’Italia ha reso nota la sua Relazione sull’economia delle regioni italiane nel periodo 2013-15. Sono due importanti materiali per approfondire i trend e la composizione di entrate e spese delle amministrazioni locali, anche con attenzione alle differenze tra territori del paese e alla finalità dell’uso delle risorse. Ne dà ampio conto anche Regioni.it nella newsletter n. 3262 del 6 novembre 2017. Il rilievo di questa componente dell’economica è evidente considerando che le amministrazioni locali gestiscono all’incirca un quinto delle entrate tributarie e il 30% della spesa dell’intero aggregato della pubblica amministrazione. La spesa corrente è in tendenziale aumento, e oltre la metà (i tre quarti se si considerano solo le Regioni) è dedicata alla sanità. La spesa per il personale sanitario risulta in diminuzione da sei anni. La spesa in conto capitale risulta invece significativamente in diminuzione.

I soldi per la povertà si possono trovare… nei soldi per la povertà

Per diventare più efficaci il REI e il Piano contro la povertà richiedono di mettere in campo maggiori risorse finalizzate al contrasto alla povertà. Ma importanti risorse si possono trovare anche tramite modifiche ad attuali criteri distorti e ad assetti operanti contro la povertà, recuperando dunque risorse da quelle già esistenti. Leggi >

Il Veneto approva i criteri di accreditamento per reti di servizi

Con la deliberazione della Giunta Regionale n° 1438, pubblicata sul BUR del 3 ottobre 2017 la Regione Veneto ha approvato i nuovi schemi-tipo di accordi contrattuali tra Aziende Sanitarie (Ulss in Veneto) ed enti gestori dei servizi, da applicare a tutte le strutture accreditate che erogano prestazioni sociali, socio-sanitarie e sanitarie afferenti all’area della salute mentale, anziani, disabilità, minori e dipendenze. L’obiettivo è di regolare il sistema delle offerte anche ridefinendo diritti e doveri degli enti gestori accreditati e delle Ulss.

Scarica in Pdf la DGR regionale, l’allegato A e B.

Il trend dei finanziamenti nazionali per le politiche sociali

Lo pubblica la Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (settore sanità e politiche sociali) nel sito della Conferenza, con lo scopo di monitorare nel tempo l’andamento delle risorse nazionali destinate al welfare sociale. La descrizione del monitoraggio  è nel numero 3239 – giovedì 28 settembre 2017 della rivista on line Regioni.it (curata dalla Conferenza), e le allegate tabelle che descrivono il trend delle risorse dal al 2017 sono scaricabili qui in Pdf.

Fondo Politiche Sociali 2017

Il 21/9/2017 in Conferenza unificata Stato Regioni è stata definita l’intesa sul riparto del Fondo Nazionale per le politiche sociali, che per il 2017 prevede quasi 277 milioni di Euro. Il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Stefano Bonaccini, lo ha comunicato positivamente, rilevando che il Fondo riporta “…le risorse destinate alle politiche sociali allo stesso livello di qualche anno fa quando sul settore erano purtroppo intervenuti pesanti tagli legati al contenimento della spesa pubblica”.

Scarica qui il pdf con il comunicato stampa che presenta anche le risorse previste per le diverse Regioni.