MigrazioniPost in sezione “Normativa internazionale”

L’integrazione dei rifugiati in Europa

A fine gennaio 2018 il Parlamento Europeo ha pubblicato due studi comparativi sul tema dell’integrazione dei rifugiati in Europa focalizzando l’attenzione sui progressi compiuti negli ultimi anni, le principali sfide incontrate e i cambiamenti nelle percezioni delle principali parti interessate, dei policymakers e della società. Gli studi presentano una panoramica comparativa dei recenti sviluppi nelle politiche di accoglienza ed integrazione dei rifugiati in Grecia, Ungheria e Italia, paesi di primo accesso e transito, e in Austria, Germania e Svezia, quali paesi di destinazione finale. Leggi >

Migranti, Commissione UE: 40 milioni di euro all’Italia per le emergenze

Il 24 novembre scorso la Commissione europea ha stanziato quasi 40 milioni di euro in aiuti all’Italia per migliorare la gestione dei flussi migratori del Mediterraneo centrale. I finanziamenti saranno erogati mediante 11 progetti che contribuiranno a migliorare i servizi offerti ai migranti richiedenti asilo e protezione internazionale, in termini di assistenza sanitaria e di mediazione linguistica e culturale. Non solo: i fondi saranno impiegati anche per la sorveglianza delle frontiere marittime e delle operazioni di ricerca e salvataggio, e per la gestione delle risorse umane e delle attrezzature presenti nei centri di accoglienza operanti sul territorio nazionale.

Quali criticità della riforma del regolamento di Dublino?

L’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione (Asgi) identifica quattro aspetti critici relativi all’approvazione del testo di riforma del regolamento di Dublino in materia di asilo e protezione internazionale. In particolare: il rafforzamento dei fattori di collegamento tra il richiedente e il paese nel quale quest’ultimo chiede di recarsi; la procedura di assegnazione per quote-paese applicata anche ai minori non accompagnati, che rischia di generare spostamenti coatti e successivi traumi nei minori stessi; la possibilità, seppur attenuata, di applicare misure di detenzione del richiedente protezione ai fini dell’esecuzione del trasferimento; l’introduzione di un filtro di selezione alla domanda di protezione.

Migranti: cambia il regolamento di Dublino

La revisione del regolamento di Dublino sull’asilo è passata con 43 voti a favore e 16 contrari in Commissione del Parlamento europeo per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (Libe). I migranti e richiedenti asilo non saranno più obbligati a fare domanda di protezione internazionale nel primo paese di arrivo in quanto tale meccanismo sarà sostituito da un sistema permanente e automatico di ricollocamento. Inoltre, nel testo vengono introdotte una nuova procedura accelerata di ricongiungimento famigliare e alcune salvaguardie per i minori non accompagnati, tra le quali la nomina di un tutore entro le 24 ore. Ora la parola passa al Consiglio, dove peserà il veto dei paesi dell’est Europa esplicitamente contrari ad accogliere rifugiati.

Leggi la notizia su Redattore Sociale.

Cambio di rotta sul welfare ai migranti

Si allargano le maglie dei diritti sociali per i migranti: la Corte di Giustizia europea, nella sentenza del 21 giugno 2017, impone che le prestazioni sociali erogate sulla base di requisiti predeterminati siano garantite a tutti gli immigrati titolari di un permesso di lavoro, e non solo a quelli con il permesso di lungo periodo. In questo modo, tutti gli stranieri titolari di un permesso per lavorare, siano essi effettivamente lavoratori o no, avrebbero diritto di accesso alle prestazioni di welfare a parità di condizioni con i cittadini italiani.

Leggi l’articolo di Maurizio Ambrosini e Alberto Guariso su LaVoce.

Parlamento europeo: immigrazione ed asilo in Italia

Nell’aprile 2017, su richiesta del Comitato Libe (Libertà civili, giustizia e affari interni) del Parlamento europeo, il Dipartimento politico per i diritti dei cittadini e gli affari costituzionali ha prodotto un documento che fornisce alcune indicazioni sulla situazione attuale in materia di asilo e migrazione in Italia. Il documento, concentrandosi sui punti di forza e sulle procedure odierne, descrive il quadro legislativo in vigore e la sua applicazione pratica.

Scarica in lingua inglese il Pdf del documento.