MigrazioniPost con tag “Europa”

L’integrazione dei rifugiati in Europa

A fine gennaio 2018 il Parlamento Europeo ha pubblicato due studi comparativi sul tema dell’integrazione dei rifugiati in Europa focalizzando l’attenzione sui progressi compiuti negli ultimi anni, le principali sfide incontrate e i cambiamenti nelle percezioni delle principali parti interessate, dei policymakers e della società. Gli studi presentano una panoramica comparativa dei recenti sviluppi nelle politiche di accoglienza ed integrazione dei rifugiati in Grecia, Ungheria e Italia, paesi di primo accesso e transito, e in Austria, Germania e Svezia, quali paesi di destinazione finale. Leggi >

I get you, la campagna che racconta l’Europa accogliente

Nel giugno 2016 è stata lanciata dal Jesuit Refugee Service la campagna I get you con l’obiettivo di mappare le 315 iniziative locali presenti in nove paesi europei e volte a facilitare l’incontro tra cittadini e rifugiati. In Italia l’indagine è stata curata dal Centro Astalli che ha analizzato 62 iniziative, prevalentemente al centro e al nord del nostro Paese. I beneficiari sono per la maggior parte richiedenti o titolari di protezione internazionale, in genere molto giovani, di età compresa tra i 19 e i 25 anni, provenienti da Mali, Nigeria, Gambia, Pakistan, Afghanistan ed Eritrea.

Leggi la notizia su Redattore Sociale.

Migranti in Europa: verso un’accoglienza respingente?

L’estate 2017 si è chiusa con una sensibile diminuzione del numero di migranti che hanno attraversato il Mediterraneo centrale. Negli ultimi mesi si è andata rafforzando l’ipotesi di una gestione dei flussi che, alla chiusura delle frontiere europee, unisce un’esternalizzazione dell’accoglienza e delle procedure di protezione internazionale. Tutto questo a meno di un anno all’adozione finale dei Global Compacts all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2018, in cui gli Stati membri dovranno assumersi impegni comuni sulla lotta contro lo sfruttamento, il razzismo e la xenofobia; il salvataggio delle persone in fuga; la garanzia di procedure di frontiera eque. Leggi >

Idos-Confronti: immigrati ed emigrati in Italia

Il 27 ottobre è stato presentato a Matera il Dossier Statistico Immigrazione 2017. Il documento mette in luce come l’Italia a partire dal 2011 sia tornata ad essere un paese di emigrazione. Nonostante le registrazioni anagrafiche degli italiani emigrati all’estero rilevate dai dati Istat-Aire siano 104 mila, realisticamente gli espatri sono stati almeno due volte e mezzo di più. È interessante poi evidenziare come in Europa il numero degli emigrati italiani (2.686.922) sia pressoché equivalente al numero degli immigrati giunti in Italia (2.607.668).

Leggi l’articolo di Redattore Sociale riservato agli abbonati.

Servizio Civile per 3.000 titolari di protezione internazionale

Per l’anno 2018 si prevede la possibilità per 3.000 giovani titolari di protezione internazionale e umanitaria di partecipare a progetti di Servizio Civile finanziati da risorse europee volte a supportare l’integrazione (Fondo Asilo Migrazione Integrazione). I progetti, con lo scopo di mettere in luce il valore inclusivo dell’esperienza, devono coinvolgere congiuntamente i volontari ordinari e i giovani titolari di protezione internazionale.

Leggi la notizia sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Quanti sono gli stranieri in Italia

Quanti sono gli stranieri in Italia? Per rispondere in modo corretto occorre tener conto degli stranieri residenti, di quelli regolari ma non residenti,  degli stranieri richiedenti asilo ed infine anche degli irregolari. Inoltre, non si può non tenere conto della grande distanza tra la percezione della popolazione che sente il peso di una dimensione fortemente crescente della presenza degli stranieri e il dato di quelli effettivamente presenti. Dato che nel 2016, in realtà, ha registrato una crescita piuttosto moderata. Leggi >

Esodi: le rotte dei migranti

Nel sito Esodi. Rotte migratorie dai paesi sub-sahariani verso l’Europa, Medici per i diritti umani hanno raccolto più di 2.600 testimonianze di migranti che hanno attraversato il deserto e il Mediterraneo per raggiungere l’Europa. Si tratti di percorsi spesso marchiati da episodi di abuso, violenza e tortura. Il portale permette di ricostruire, in modo semplice e intuitivo, attraverso grafici, statistiche, video e testimonianze, il quadro completo di quello che sta avvenendo oltre lo stretto di Sicilia. Le testimonianze sono state raccolte tra il 2014 e il 2017, di cui oltre la metà solo nell’ultimo anno.

Leggi l’articolo di Redattore Sociale riservato agli abbonati.

Caritas Italiana: migranti e rifugiati hanno diritti

Caritas Italiana ha curato l’edizione italiana del rapporto di Caritas Europea, Migranti e rifugiati hanno diritti. Dopo una breve panoramica sulla situazione dei richiedenti asilo, rifugiati e migranti nell’Unione Europea, il documento illustra l’impatto delle politiche europee sull’accesso alla protezione. Inoltre, analizza dettagliatamente politiche e prassi del diritto europeo in termini di accoglienza: asilo, accesso alla protezione, non respingimento, ricongiungimento famigliare, immigrazione per motivi lavorativi e immigrazione irregolare.

Immigrazioni e asilo tra realtà e rappresentazioni

Il dibattito su immigrazione e asilo è prigioniero di stereotipi e narrazioni ansiogene. Si confondono immigrati e rifugiati, si parla di flussi epocali quando invece il volume dell’immigrazione in Italia è stazionario, si immagina che l’Europa sia invasa da torme di rifugiati quando invece l’84% di essi trova asilo nel Terzo Mondo. Anche l’idea di uno stretto legame tra emigrazione e povertà non trova sostegno nei dati: gli immigrati non arrivano dai paesi più poveri del mondo, e non sono i più poveri dei loro paesi. Forse una migliore conoscenza del fenomeno, a partire dai dati, aiuterebbe a prendere decisioni migliori. Leggi >

Protezione internazionale: Report Easo

Nel 2016 le domande di asilo presentate nell’UE sono state quasi 1,3 milioni. L’Easo (European Asylum Support Office) ha pubblicato ad agosto il Report per l’anno 2016 sui richiedenti asilo. Il documento illustra le caratteristiche e i numeri della protezione internazionale in Europa, i principali sviluppi del tema nel corso dell’anno 2016, e il ruolo e le modalità di funzionamento del Ceas (Common European Asylum System).

Per approfondimenti, scarica il Pdf in lingua inglese del Report Easo.

Fundamental Rights Report 2017

È stato pubblicato il Rapporto 2017 dell’European Union Agency for Fundamental Rights. Il Rapporto costituisce un’opportunità di celebrazione del progresso di questi ultimi anni in tema di diritti fondamentali, ma allo stesso tempo rappresenta anche l’occasione per mettere in evidenza quello che ancora si può e si deve fare. Il documento si compone di nove parti e tratta gli attualissimi temi dell’uguaglianza, dell’intolleranza, razzismo e xenofobia, delle migrazioni e sistema di richiesta d’asilo, dei diritti di minori, persone con disabilità e vittime di reati.

Scarica il Pdf del Rapporto in lingua inglese.

I numeri delle migrazioni

Con l’arrivo dell’estate riesplode in Italia il problema degli arrivi via mare dei migranti. L’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (Ispi) cerca di fare il punto sulla questione migranti, analizzando le principali affermazioni che generalmente ne caratterizzano il dibattito, tentando di offrire spunti di riflessione facendo riferimento a dati il più possibile oggettivi. Anche il blog Formiche effettua una simile analisi: quali sono i numeri delle migrazioni e da quali paesi provengono gli immigranti che sbarcano sulle nostre coste?