MigrazioniSegnalazioni con tag “politiche migratorie”

La politica dei muri

In Europa e nel mondo stiamo assistendo alla progressiva costruzione di muri e barriere a presidio dei confini, nel tentativo di fermare i flussi migratori. Tali barriere fisiche – 5 al termine della Seconda Guerra Mondiale – sono cresciute gradualmente fino a 70 nel 2016, a cui si aggiungono quelle iniziate, o pianificate, negli ultimi due anni. La maggior parte di esse sono state costruite nel nostro secolo, dopo l’attacco alle Torri Gemelle, in risposta all’aumento dei rifugiati, al timore delle infiltrazioni terroristiche e al diffondersi di un’opinione pubblica poco favorevole alle migrazioni. Come funzionano questi muri? La riflessione di Massimo Livi Bacci su Neodemos.

Caritas: Rapporto europeo Common Home

È stato presentato, in lingua inglese, il Rapporto Common Home promosso da 11 Caritas europee, tra cui Caritas italiana. Il Rapporto, realizzato nell’ambito del progetto europeo MIND, analizza il contributo dei migranti allo sviluppo, anche economico, dei paesi di accoglienza. La mobilità umana rappresenta oggi una grande opportunità di sviluppo, la vera sfida consiste però nell’attuare politiche migratorie in grado di massimizzare le ricadute positive che queste possono avere sia nelle società di arrivo sia negli Stati di origine della migrazione.