Persone con disabilitàSegnalazioni con tag “Convenzione ONU”

IURA, un’agenzia per i diritti delle persone con disabilità

Il 21 novembre 2019 è nata l’Agenzia IURA. Si occuperà di diritti delle persone con disabilità. Soci fondatori di questo nuovo organismo sono UICI, I.Ri.Fo.R., FISH, Bic, Federazione delle Istituzioni pro Ciechi. Con il supporto di Carlo Giacobini e del consorzio E-Net è stato creato un sito web sulla produzione normativa italiana ed europea in tema disabilità. L’articolo su Disabili.

3 dicembre: “nessuno sia lasciato indietro”

“In questa Giornata Internazionale riaffermiamo il nostro impegno a lavorare insieme per un mondo migliore che sia inclusivo, equo e sostenibile per tutti, dove i diritti delle persone con disabilità siano pienamente realizzati”. Queste la parole di António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite. L’articolo su Superando.it con un’intervista a Roberto Speziale presidente nazionale Anffas.

Disability card: un progetto europeo

L’idea di una Disability Card come strumento utile alle persone con disabilità è stata formalizzata con il Regolamento europeo n. 1381/2013. Il programma conseguente, Diritti, uguaglianza e cittadinanza, ha coinvolto associazioni e istituzioni in tutta Europa. La Fish (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), in partenariato con la Fand (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità), è titolare dell’attuazione del progetto Disability Card in collaborazione con il Ministero del Lavoro. Visita il sito web del progetto che riporta un’analisi sulle modalità e i criteri di concessione di benefici in diversi ambiti (trasporti, reti museali, luoghi di svago e tempo libero, eventi sportivi, spettacolo, sistema dei trasporti).

Disabilità e partecipazione politica in Europa

Esistono ancora rilevanti barriere (da quelle architettoniche a quelle comunicative) che impediscono ai cittadini con disabilità di esercitare il diritto al voto. Il 6 dicembre 2017 si terrà un evento organizzato congiuntamente da European Disability Forum e Parlamento Europeo a cui parteciperanno delegati associativi e membri delle Istituzioni europee. L’annuncio su Redattore Sociale.

Oltre le barriere: il portale informativo Trieste per Tutti

Nell’ambito del tavolo tecnico LabAc, il Comune e la Provincia di Trieste hanno avviato il progetto Trieste per Tutti: un insieme integrato di strumenti di informazione per un turismo senza barriere, ma anche e soprattutto culturali e ideologiche che allontanano i soggetti deboli dalla fruizione della città e delle sue attrattive turistiche. Vi invitiamo a visitare il sito internet che viene aggiornato anche con il contributo degli utenti. Le prime categorie censite comprendono servizi di pubblica utilità, ATM/bancomat, biblioteche, cinema, hotel e strutture di ospitalità, impianti sportivi, luoghi di culto, musei e luoghi di interesse storico-culturale, teatri, spiagge.
L’articolo di Chiara Zanetti, Marcello Bergamini, Antonia Zanin su Prospettive Sociali e Sanitarie n. 3, estate 2017.

Osservatorio non-partecipato in Sicilia

Il “Nulla su di Noi senza di Noi” fatica ad affermarsi in Sicilia. Con un provvedimento dell’Assessorato per la Famiglia, le Politiche Sociali ed il Lavoro si è costituito l’Osservatorio Regionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità. Tra i componenti indicati non è stata prevista la presenza di persone con disabilità, né di rappresentanti delle Associazioni. Il commento pubblicato il 5 ottobre 2017 da Superando.it. Qui il testo del decreto.

Le sfide oggi per le persone con disabilità

Pietro Barbieri, past president della Fish, individua delle aree di azione da esplorare alla luce delle opportunità e delle sfide per le persone con disabilità: la prima riguarda il rapporto tra domanda e offerta; la seconda si riferisce al ruolo di supplenza delle sentenze giuridiche; la terza concerne la concreta declinazione delle prescrizioni della Convenzione ONU attraverso l’articolazione di indirizzi e standard tecnici fondati sulla letteratura scientifica. Questo link il suo articolo su Superando.it.

Aiuti umanitari e disabilità: l’azione dell’Italia

Il Vademecum Aiuti umanitari e Disabilità, elaborato nel 2015 dal Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale con il contributo della Rete Italiana Disabilità e Sviluppo, e la Charter on Inclusion of Persons with Disabilities in Humanitarian Action, firmata anche dal nostro Paese nel 2016, sollecitano l’impegno a garantire alle persone con disabilità adeguata attenzione in caso di disastri naturali o causati dall’uomo, in linea con l’articolo 11 della Convenzione ONU. Tali documenti sono stati richiamati il 12 e il 22 giugno rispettivamente a Roma, in occasione dell’Assemblea Mondiale del World Food Programme, e a Ginevra nella riunione del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite.

Impegno delle Marche per aderire ai principi della Convenzione ONU

Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato la mozione presentata dai consiglieri Giacinti e Mastrovincenzo che impegna la Giunta Regionale ad aderire formalmente ai princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. Le associazioni delle persone con disabilità attendono ora degli atti applicativi concreti sia a livello regionale sia locale.

Disabilità e sfide dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Alla luce dei diciassette Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, fissati dall’ONU nel 2016, Fish (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), DPI Italia (Disabled Peoples’ International) e Rids (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo) hanno ripreso le osservazioni del Comitato ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità richiamando la necessità di ragionare in ottica di mainstreaming e qualità di vita di tutti i cittadini.

Vai al collegamento esterno per approfondire la notizia.