Persone con disabilitàSegnalazioni con tag “Regioni”

Dopo di noi: la seconda Relazione al Parlamento

La seconda Relazione sullo stato di attuazione della Legge 112/2016 è basata sui dati di monitoraggio al 31.12.2018. Le associazioni delle persone con disabilità evidenziano l’importanza e l’innovatività del provvedimento, e nel contempo criticità e punti di attenzione, fra cui l’incompletezza dei dati forniti dalle Regioni. Qui le dichiarazioni del presidente di Anffas nazionale su Superando e l’articolo di Chiara Ludovisi su Redattore Sociale.

Riparto e assegnazione di ulteriori risorse per il Fondo per le non autosufficienze per il 2018

Il DCPM del 12 dicembre 2018, collegandosi ai precedenti atti che risalgono all’istituzione del Fondo nel 2006, ne specifica ulteriormente le finalità e le risorse (aumentate) per la realizzazione delle prestazioni, degli interventi e dei servizi assistenziali già individuare dal decreto ministeriale 26 settembre 2016.

Il Fondo in totale ammonta a 462,2 milioni di euro, che sono destinati alla realizzazione delle prestazioni, degli interventi e dei servizi assistenziali di cui all’art. 2 del DM 26 settembre 2016, di riparto del Fondo per le non autosufficienze 2016.

Particolare rilievo è dato al sostegno delle persone affette da SLA e delle persone con stato di demenza molto grave, nonché a specifici interventi sperimentali in materia di vita indipendente.

 

DPCM 12 dicembre 2018

Assistenza a scuola: nuovi criteri di riparto per i fondi nazionali

Nel 2018 le risorse previste (75 milioni di euro) verranno attribuite alle Regioni a statuto ordinario in base a un criterio ponderato: numero degli iscritti (80%) e spesa storica (20%). Tali fondi servono per far fronte alle spese per l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale. Il complesso delle risorse è inferiore alla spesa storica documentata 2012-2014 (112 milioni) e a quanto stimato dal Governo. L’articolo di Sara De Carli pubblicato su Vita.

Ripartito il Fondo per la non autosufficienza 2017

Con l’intesa decisa il 7/9/2017 in Conferenza unificata Stato Regioni si attiva il riparto del fondo per le non autosufficienze relativo al 2017. Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, lo ha evidenziato (scarica qui il Pdf della conferenza stampa) precisando che il Governo ha reso disponibili, nell’ambito delle misure di contrasto alla povertà, 212 milioni di euro, il che ha di fatto ripristinato integralmente il fondo per le politiche sociali. A fronte di questo impegno rispettato, le Regioni hanno approvato il riparto del Fondo per la non autosufficienza che era stato anch’esso ridotto, ma che è stato integrato con 50 milioni di risorse regionali tornando così al livello precedente, e cioè a circa 500 milioni.

Approfondisci la notizia su Regioni.it.

Assistenza territoriale: ancora profonde differenze nelle regioni

La fotografia della situazione dell’assistenza territoriale in Italia è fornita dal rapporto “Fuori dall’ospedale, dentro le mura domestiche. Monitoraggio dei servizi sul territorio”. Secondo lo studio realizzato da Cittadinanzattiva, il complesso dei servizi sanitari sul territorio garantito dalle regioni appare poco aderente alla Legge Balduzzi, al Piano delle Cronicità e al Patto per la Salute. Vi sono profonde differenze di qualità e quantità di servizi offerti. Valga come esempio l’Alzheimer: un unico centro in Molise, 109 in Veneto. La recensione di Redattore Sociale.

Salute mentale: nasce a Firenze la Piattaforma nazionale

E’ stata costituita a Firenze la Piattaforma nazionale sulla salute mentale sulla base dell’esperienza della Rete associativa attiva in Regione Toscana. Contestualmente è stata presentata a Roma la Carta della Salute Mentale con 12 priorità da affrontare per migliorare la qualità di vita dei pazienti con disturbi mentali gravi.

Vai al collegamento esterno per approfondire la notizia.