Emergenza Coronavirus

In questo periodo di emergenza pubblichiamo quotidianamente articoli e segnalazioni sul tema Covid-19. Gli articoli sono raccolti nel Punto di Welforum. Le segnalazioni, che quotidianamente aggiorniamo, sono distribuite su quattro percorsi di lettura:
Rassegna normativa | Dati nazionali e internazionali | Punti di vista | Prese di posizione

Persone con disabilitàSegnalazioni con tag “SLA”

Regione Lazio: Determinazione G10287/2019, Convenzione con la Fondazione Policlinico Gemelli per Supporto al paziente SLA e alla sua famiglia

Il protocollo prevede interventi formativi e supporto alla famiglia per l’abilitazione del caregiver; consulenza multidisciplinare e apporto garantito da varie professionalità di natura sanitaria e sociale, a disposizione del caregiver, dei servizi territoriali, dei distretti socio-sanitari, associazioni dei pazienti; monitoraggio e sviluppo dell’appropriatezza programmatoria delle azioni di collegamento; l’arco temporale è di 18 mesi; il target di riferimento: 400 utenti affetti da SLA e malattie neuromuscolari con analoghe problematiche assistenziali e impatto sul contesto familiare.

Determinazione 29 luglio 2019, n. G10287

Regione Lazio: Determinazione G10293/2019, Riparto e assegnazione ai distretti sociosanitari delle risorse per interventi in favore di soggetti affetti da SLA

Vengono indicate finalità e modalità di utilizzazione delle risorse: supporto della domiciliarità; importo ulteriore massimo di euro 300,00, per l’erogazione del servizio diretto di assistenza domiciliare, fino a concorrenza del contributo massimo di euro 1.500,00 mensili; importo ulteriore massimo di euro 300,00 per l’assegno di cura, fino a concorrenza dell’importo massimo di euro 1.500,00; importo ulteriore massimo di euro 300,00, l’entità del contributo di cura riconosciuto all’utente, fino a concorrenza dell'importo massimo di euro 1.000,00.

 

Determinazione 29 luglio 2019, n. G10293

Regione Lazio: Interventi socio-assistenziali in favore dei malati di SLA

DGR 117/2019, Modifica DGR 233/2012: “Approvazione del Programma attuativo degli interventi in favore dei malati di SLA, ai sensi del decreto interministeriale 11 novembre 2011, concernente il riparto del Fondo per le non Autosufficienze per l’anno 2011″.
Viene modificato il testo del paragrafo “Azione 2”, denominato “Isole di sollievo” (rif. art. 2, comma 1, del citato decreto), con il testo della nuova azione regionale denominata “Supporto al paziente SLA e accompagnamento alla sua famiglia”.
DGR 304/2019, 13/2018, art. 4 – comma 12. Interventi socio assistenziali in favore di soggetti affetti da sclerosi laterale amiotrofica (SLA).
Gli obiettivi programmatici devono perseguire:

  • centralità della persona nel modello di welfare regionale,
  • promozione di un’organizzazione territoriale dei servizi tesa a migliorare qualità, quantità ed appropriatezza delle risposte assistenziali in favore delle persone non autosufficienti,
  • implementazione di percorsi assistenziali che realizzino la domiciliarità,
  • continuità assistenziale,
  • integrazione sociosanitaria.

L’importo viene erogato a supporto della domiciliarità, in modo da favorire una migliore copertura assistenziale e un’organizzazione più efficace del sistema di caregiving.

DGR 5 marzo 2019, n. 117

DGR 23 maggio 2019, n. 304

Vita indipendente e disabilità gravissima: fondi nazionali 2018

15 milioni di euro per i progetti vita indipendente e ulteriori risorse alle Regioni per gli interventi a favore di persone in condizione di disabilità gravissima, inclusi quelli a sostegno delle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica. Il riparto del Fondo nazionale non autosufficienza 2018 nel post del Forum del Terzo Settore.

Riparto e assegnazione di ulteriori risorse per il Fondo per le non autosufficienze per il 2018

Il DCPM del 12 dicembre 2018, collegandosi ai precedenti atti che risalgono all’istituzione del Fondo nel 2006, ne specifica ulteriormente le finalità e le risorse (aumentate) per la realizzazione delle prestazioni, degli interventi e dei servizi assistenziali già individuare dal decreto ministeriale 26 settembre 2016.

Il Fondo in totale ammonta a 462,2 milioni di euro, che sono destinati alla realizzazione delle prestazioni, degli interventi e dei servizi assistenziali di cui all’art. 2 del DM 26 settembre 2016, di riparto del Fondo per le non autosufficienze 2016.

Particolare rilievo è dato al sostegno delle persone affette da SLA e delle persone con stato di demenza molto grave, nonché a specifici interventi sperimentali in materia di vita indipendente.

 

DPCM 12 dicembre 2018

Regione Basilicata: DGR 666/2018, Assistenza a persone affette da SLA, in stato vegetativo o di minima coscienza

Sono due gli interventi riconfermati per il triennio 2018-2020 attraverso questa delibera: contributi economici ai caregiver per l’assistenza ai malati di SLA (DGR 256/2013) e trasferimenti monetari per l’acquisto di servizi di cura in favore di persone in stato vegetativo o di minima coscienza, o per la fornitura diretta di cure da parte di familiari e vicinato, ove previsto dal Piano personalizzato (DGR 1016/2013).
Basilicata_DGR_666_2018

Regione Marche: DGR 312/2018, Sostegno alle famiglie con persone affette da SLA, anno 2018

Ammonta a 300 euro mensili il contributo regionale per le famiglie con persone affette da Sclerosi laterale amiotrofica (SLA) per l’anno 2018. La misura è cumulabile con quelle previste allo stesso titolo da altre leggi regionali o nazionali, ma non con gli interventi regionali “Vita indipendente” e “Disabilità gravissima”.
Marche_DGR_312_2018

Regione Lombardia: DGR X-7856/2018, Programma operativo regionale FNA 2017

Con la delibera X-7856/2018, Regione Lombardia ha approvato il “Programma operativo regionale a favore di persone con gravissima disabilità e in condizione di non autosufficienza e grave disabilità di cui al Fondo Nazionale per le non Autosufficienze (FNA) anno 2017”. La delibera, nell’allegato B, riporta i criteri d’accesso e le modalità operative relative alle misure a favore di persone in condizione di disabilità gravissima (Misura B1) e di persone con disabilità grave o comunque in condizione di non autosufficienza (Misura B2).
Lombardia_DGR_X-7856/2018

Rete assistenziale malattie neuromuscolari in Friuli Venezia Giulia

La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato un documento, su proposta dell’assessore alla Salute Maria Sandra Telesca, con il quale viene definita l’organizzazione della rete assistenziale delle malattie neuromuscolari e della sclerosi laterale amiotrofica e le modalità di presa in carico e trattamento in situazioni di emergenza, recependo anche i contenuti dell’accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 2011 sulla “Presa in carico globale delle persone con malattie neuromuscolari o malattie analoghe dal punto di vista assistenziale”. Valorizzato il ruolo delle associazioni dei pazienti a supporto dell’azione dei centri specialistici. Qui il comunicato istituzionale.

Regione Veneto: DGR 571/2017, Impegnativa di Cura Domiciliare per malati di SLA

Il provvedimento istituisce l’Impegnativa di Cura Domiciliare per persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica, determinando la disciplina per l’erogazione dei relativi contributi. Con l’istituzione dell’impegnativa unica regionale, i malati affetti da Sla percepiranno un assegno mensile  in ragione della gravità della patologia e del reddito (la soglia massima di reddito per accedere al contributo è fissata a 60 mila euro). La DGR 946/2017 apporta ulteriori disposizioni.
Veneto_DGR_946_2017
Veneto_DGR_571_2017

SLA: sostegno alle famiglie in Regione Marche

La DGR 134/2017 dispone l’erogazione di contributi economici per sostenere le famiglie con persone affette da SLA nei compiti di cura (€300 al mese). In regione le persone in carico ai servizi sono circa 150. Lo stanziamento è di €380 milioni per il 2017. Il Servizio Politiche Sociali e l’ASUR Marche cureranno l’implementazione della misura.

Scarica qui il documento in pdf.