Professioni socialiPost con tag “formazione”

L’abilitazione alla professione di assistente sociale

L’acquisizione, la certificazione e la costante qualificazione delle competenze necessarie all’esercizio della professione di assistente sociale sono affidate formalmente, con ruoli e tempi differenti, all’Accademia, nella formazione di base e all’Ordine professionale per quanto riguarda la formazione continua; le due istituzioni condividono poi le funzioni inerenti il processo dell’abilitazione all’esercizio della professione. Il percorso universitario, l’abilitazione professionale e la formazione continua si collocano in un continuum che, pur nelle rispettive differenze e specificità, corrisponde a un’idea di professione in costante divenire. L’iniziativa di avviare uno studio sull’andamento degli esami di Stato, di cui si forniscono qui i primi risultati, rientra nel compito dell’Ordine di curare la coerenza e la qualità di questa filiera, nell’interesse esclusivo della società per la quale la professione è chiamata ad agire. Leggi >

Il lavoro sociale con gli stranieri

Non è così raro trovare, in anni di “accoglienza straordinaria” dei richiedenti asilo, nuovi operatori reclutati ad hoc, o riadattati da ambiti diversi, ma non adeguatamente formati. Se il dibattito pubblico sull’immigrazione continua a replicare una logica emergenziale, discutere di formazione di studenti ed operatori sociali aiuta a oltrepassare questo approccio a favore di orizzonti di più lungo periodo: per rafforzare la qualità degli interventi sociali, motivare gli operatori, potenziare le capacità di apprendimento dei servizi, al di là delle iniziative occasionali e della buona volontà dei singoli. Leggi >