Terzo settoreSegnalazioni nella sezione “Normativa nazionale”

Forum del Terzo settore: il punto sui provvedimenti su Covid-19

Continua il monitoraggio da parte del Forum del Terzo settore dei provvedimenti di contrasto al Covid-19. Sul sito è presente una pagina dedicata ai provvedimenti nazionali e una dedicata ai provvedimenti regionali, aggiornata con la collaborazione dei Forum regionali. In entrambe le pagine sono evidenziati gli ultimi aggiornamenti inseriti.

DM 05.03.2020: Adozione della modulistica di bilancio degli enti del Terzo settore

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 aprile 2020 il Decreto 5/3/2020 Adozione della modulistica di bilancio degli Enti di Terzo settore. Il decreto, in adempimento a quanto previsto dall’art. 13 comma 3 del Codice del Terzo settore, approva i modelli di stato patrimoniale (Mod. A), rendiconto gestionale (Mod. B), relazione di missione (Mod. C) e il modello di rendiconto per cassa (Mod. D) che gli Enti di Terzo settore saranno tenuti ad utilizzare per la redazione dei loro bilanci 2021 (quindi quelli approvati nella primavera 2022).

Ocdpc 29.03.2020: Interventi urgenti di solidarietà alimentare in risposta all’emergenza Coronavirus

Il Capo del Dipartimento di Protezione Civile dispone con apposita ordinanza n. 658 del 29.3.2020, in corso di pubblicazione in G.U., il trasferimento da parte del Ministero dell’Interno entro il 31 marzo, di 400mila euro di risorse destinate ai Comuni a sostegno dei bisogni alimentari delle famiglie nell’attuale fase di emergenza sanitaria. Il contributo spettante a ciascun Comune, predeterminato attraverso un riparto che tiene conto della popolazione residente in ciascun comune (80%) e della distanza tra il valore del reddito pro capite comunale ed il valore medio nazionale (20%), sarà riconosciuto a titolo di rimborso della spesa effettivamente sostenuta. Con le suddette risorse sarà possibile l’acquisizione di buoni spesa e di generi alimentari o prodotti di prima necessità anche da distribuirsi grazie agli enti di terzo settore già coinvolti nel PO FEAD.

DM 12.11.2019: Atto di indirizzo 2019 relativo ai finanziamenti per volontariato, associazionismo e fondazioni

Sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato pubblicato il Decreto Ministeriale n. 166 del 12.11.2019 concernente l’Atto di indirizzo per l’anno 2019 relativo ai finanziamenti rivolti a organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e fondazioni. Le risorse disponibili per quest’anno sono 60.960.000, così suddivise:
a) iniziative e progetti di rilevanza nazionale: euro 14.736.000;
b) iniziative e progetti di rilevanza locale: euro 35.894.000;
c) contributi per l’acquisto di autoambulanze autoveicoli per attività sanitarie e beni strumentali: euro 7.750.000;
d) contributo ad alcuni enti specifici individuati dalla legge 476/1987: euro 2.580.000.
Per i progetti nazionali non è prevista l’emanazione di un nuovo bando ma il finanziamento dei progetti presentati all’Avviso del 2018 ritenuti a suo tempo “ammissibili” ma non finanziabili, causa esiguità delle risorse disponibili (furono infatti finanziati solo 51 dei 78 progetti ritenuti idonei). Per i progetti regionali è previsto un aumento della dotazione finanziaria con ben euro 35.894.000.

CSVnet, usciti altri instant book sulla Riforma del Terzo settore

Proseguono le pubblicazioni da parte di CSVnet degli instant book gratuiti sulla riforma del Terzo settore. Gli ultimi riguardano il regime fiscale per gli enti esclusi dalla Riforma del Terzo settore (perché esplicitamente posti dalla Riforma al di fuori del perimetro del Terzo settore o perché scelgono di non entrarvi) e le previsioni in materia di “attività diverse”, cioè quelle attività “secondarie e strumentali” funzionali a meglio realizzare le attività di interesse generale che caratterizzano gli Enti. Per leggere gli instant book è sufficiente collegarsi a questa pagina. I volumi attualmente usciti sono 10 e fanno parte di un progetto che mira a pubblicare 16 instant book sui diversi aspetti della riforma.

DM 28/11/2019: Erogazioni liberali in natura a favore degli enti del Terzo settore

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con cui vengono individuate le tipologie di beni che danno diritto alla detrazione dall’imposta o alla deduzione dalla base imponibile ai fini delle imposte sui redditi, e i relativi criteri, per le erogazioni liberali in natura destinate agli enti del Terzo settore, comprese le cooperative sociali ed escluse le imprese sociali.

Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, 28 novembre 2019

Anci Emilia Romagna: la cassetta degli attrezzi per le relazioni tra comuni e Terzo settore

L’Anci Emilia-Romagna ha pubblicato materiali di grande rilievo e utilità per i comuni interessati ad applicare gli strumenti del Codice del Terzo settore (coprogrammazione e coprogettazione previsti dall’art. 55 e contributi alle associzioni previsti dall’art. 56 del d.lgs. 117/2017). Si tratta di una “Cassetta degli attrezzi” in cui vengono messi a disposizione i modelli dei diversi atti che compongono un procedimento di coprogrammazione e coprogettazione e di un regolamento comunale tipo per le relazioni tra Comuni e Terzo settore. I Comuni in regioni diverse dall’Emilia-Romagna dovranno ovviamente adattare i riferimenti alle leggi regionali citate.

Legge di bilancio: cosa è previsto su Terzo settore e Welfare

In un interessante articolo pubblicato su Vita, Giulio D’Imperio ricapitola le disposizioni della legge di bilancio relativamente agli stanziamenti connessi al welfare e al Terzo settore. Tra le diverse previsioni vi è l’aumento di 10 milioni degli stanziamenti per il servizio civile universale, la creazione del fondo per la disabilità e la non autosufficienza, l’istituzione del fondo per l’assegno universale e i servizi alla famiglia, l’incremento del buono per la frequenza ai servizi per l’infanzia.

Piano triennale 2020-2022 e Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale

Il 4 novembre il Ministro Vincenzo Spadafora ha firmato il decreto di approvazione del Piano triennale 2020-2022 e del Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale, atti di grande rilievo nell’ambito dell’attuazione della Riforma. Con la nuova programmazione del servizio civile universale, gli enti non presenteranno più singoli progetti ma programmi articolati in progetti che avranno obiettivi strategici comuni, uno specifico ambito di azione entro cui operare e una coerenza complessiva delle attività, per rendere più armonici ed efficaci gli interventi. Per approfondire:

Agenzia delle Entrate: la fiscalità di APS, OdV e Onlus

L’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un quesito del Forum del Terzo settore, è intervenuta per chiarire le conseguenze del mancato adeguamento degli Statuti alle previsioni del Codice del Terzo settore entro il termine stabilito del 30 giugno 2020. Le Organizzazioni di volontariato, le Associazioni di promozione sociale e le Onlus, anche qualora non adempissero a tale obbligo, non perderebbero i benefici fiscali vigenti sino al momento della operatività del Registro unico nazionale, in quanto iscritte ai rispetti Albi e Registri. Approfondisci il tema su Cantiere Terzo settore, il canale del Forum del Terzo settore legato al progetto Capacit’Azione, su questo articolo di Redattore Sociale e leggi la risposta dell’Agenzia delle Entrate.

Impatto sociale, le reazioni alle linee guida

L’approvazione delle linee guida sulla valutazione dell’impatto sociale, di cui Welforum ha trattato in questo articolo, sta suscitando numerosi commenti e reazioni sui media di settore. Tra i diversi commenti, si segnalano le valutazioni di Alceste Santuari, un articolo di Vita con i commenti della portavoce del Terzo settore Fiaschi e di Paolo Venturi di AICCON, una valutazione critica, sempre su Vita, da parte di Federico Mento, e un articolo illustrativo su Redattore Sociale.

Anci Toscana, un instant book sulle relazioni tra Enti pubblici e Terzo settore

Tra maggio e luglio scorso l’ANAC ha realizzato una consultazione pubblica relativamente alle linee guida «Indicazioni in materia di affidamenti di servizi sociali», con la finalità di aggiornare, alla luce delle modifiche normative intervenute (Codice degli appalti, Codice del Terzo settore) le precedenti linee guida del 2016: Welforum ha pubblicato sull’argomento questo articolo. Tra i vari soggetti che hanno preso parte alla consultazione, vi sono stati Anci Toscana e Anci Federsanità Toscana che, oltre alle osservazioni puntuali sugli specifici punti del documento ANAC, hanno pubblicato un documento più articolato, che propone una visione sistematica delle relazioni tra Enti pubblici e Terzo settore. Con tale documento si intendono individuare taluni spazi di relazione governati dal Codice del Terzo settore, altri dal Codice degli appalti, altri ove le due fonti si intrecciano. È questo il caso della coprogettazione che porta alla realizzazione di servizi, e che prevedrebbe una fase di lavoro comune istruttorio, una comparazione delle proposte che ne scaturiscono e un percorso di coprogettazione a partire dalla proposta prescelta. Il documento approfondisce poi altre fattispecie di rapporto, dalla coprogrammazione all’accreditamento, dalle convenzioni con associazioni di volontariato ai servizi di trasporto sanitario.