Terzo settoreSegnalazioni con tag “servizio civile”

Servizio civile, i giovani ripartono

Il Ministro per le Politiche giovanili Spadafora ha comunicato alcuni dati relativi ai giovani in servizio civile universale. Sono 23 mila i volontari nuovamente in attività dopo la sospensione conseguente all’emergenza Covid-19, dei quali 10 mila in progetti rimodulati sulla base delle nuove esigenze. Sono 9 mila i volontari che svolgeranno attività da remoto, mentre gli altri opereranno in presenza con adeguati dispositivi di sicurezza. Vedi un commento anche su Redattore Sociale.

Legge di bilancio: cosa è previsto su Terzo settore e Welfare

In un interessante articolo pubblicato su Vita, Giulio D’Imperio ricapitola le disposizioni della legge di bilancio relativamente agli stanziamenti connessi al welfare e al Terzo settore. Tra le diverse previsioni vi è l’aumento di 10 milioni degli stanziamenti per il servizio civile universale, la creazione del fondo per la disabilità e la non autosufficienza, l’istituzione del fondo per l’assegno universale e i servizi alla famiglia, l’incremento del buono per la frequenza ai servizi per l’infanzia.

Piano triennale 2020-2022 e Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale

Il 4 novembre il Ministro Vincenzo Spadafora ha firmato il decreto di approvazione del Piano triennale 2020-2022 e del Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale, atti di grande rilievo nell’ambito dell’attuazione della Riforma. Con la nuova programmazione del servizio civile universale, gli enti non presenteranno più singoli progetti ma programmi articolati in progetti che avranno obiettivi strategici comuni, uno specifico ambito di azione entro cui operare e una coerenza complessiva delle attività, per rendere più armonici ed efficaci gli interventi. Per approfondire:

Servizio civile, parte il bando per 39 mila volontari

Pubblicato un bando per 39.646 posti di servizio civile indirizzati a giovani tra i 18 e 28 anni, che possono presentare domanda di partecipazione entro le ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019. Potranno indirizzarsi ad uno dei 3.797 progetti di durata compresa tra gli 8 e i 24 mesi, che si realizzeranno tra il 2019 e il 2020 su tutto il territorio nazionale e all’estero. Le informazioni complete sono presenti sul sito istituzionale del Servizio civile universale.

Cnesc, i numeri del Servizio Civile Universale

Il CNESC associa i maggiori enti nazionali che ospitano giovani in Servizio Civile Universale; gli enti associati al CNESC contano 15278 sedi accreditate in Italia, 1177 all’estero, pari a circa il 30% delle sedi totali. Nel 2017 tali sedi hanno ospitato 13731 giovani in servizio civile, che hanno messo a disposizione delle comunità oltre 19 milioni di ore di servizio. Nel Rapporto si calcola che, a fronte di 83 milioni messi a disposizione dallo Stato (rimborso forfettario per la formazione generale, assegni mensili e assicurazione dei giovani avviati al servizio presso gli enti della CNESC), gli enti aderenti al CNESC hanno investito circa 96 milioni per il servizio civile tra costi diretti, figurativi e valorizzazione del lavoro gratuito.

Aumentano i fondi per il servizio civile

Tra le previsioni contenute nella Legge di Bilancio vi è l’aumento dei fondi a disposizione per il servizio civile, che passa dai 150 milioni del 2018 ai 200 milioni del 2019. Va comunque evidenziato come queste risorse “saranno sufficienti per circa 35.000 volontari in Italia e 1.000 all’estero nel contingente 2019, al di sotto dei 53.000 volontari avviati nel 2018 e ben lontano dalle oltre 110.000 domande presentate” (Fonte Cnesc); insomma l’idea di un “servizio civile universale” presente nella Riforma del Terzo settore, che aspirava a porsi come opportunità fruibile da tutti i giovani che avessero volontà di fare questa esperienza.

CNESC, XVII Rapporto sul servizio civile

Presentato dalla CNESC – la maggiore organizzazione che raggruppa enti di servizio civile – il 18 luglio il XVII Rapporto sul Servizio Civile Nazionale, che ha costituito la prima occasione per fare il punto con il nuovo Governo su un’esperienza che oggi coinvolge circa 41 mila giovani. Il Rapporto contiene dati su sedi, risorse umane, figure professionali, volontari e risorse economiche presenti nella rete CNESC. Accanto al Rapporto, la CNESC sollecita il Governo al confronto su alcuni temi come il finanziamento del Servizio civile nazionale, per il quale il precedente Governo aveva previsto un ampliamento a 100 mila unità, le tempistiche del bando 2018, l’accreditamento delle organizzazioni e la programmazione del servizio civile.

Leggi il comunicato stampa e la sintesi del rapporto.

CNESC, luci e ombre della riforma del Servizio Civile Nazionale

La Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile (CNESC) ha evidenziato nella propria assemblea luci ed ombre della riforma del Servizio Civile Nazionale inserita nella Riforma del Terzo settore. In particolare viene apprezzato l’allargamento dei settori di attività che favorisce la possibilità di progetti che incontrino le aspirazioni dei ragazzi; d’altra parte si lamenta la permanenza di obblighi burocratici come quelli relativi all’Antimafia.

Servizio civile, i dati 2017

Pubblicato sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri il Rapporto di attività 2017, con i dati relativi al servizio civile nel 2017. Sono oltre 53.000 i posti resi disponibili dagli 11 bandi di selezione pubblicati tra fine dicembre 2016 e fine dicembre 2017.

Giovani e Servizio Civile nella cooperazione sociale

Presentata la ricerca Giovani verso l’occupazione. Valutazione d’impatto del Servizio Civile nella cooperazione sociale. La ricerca mette in luce come a un anno dal termine del servizio civile la percentuale di occupati tra chi l’ha svolto è più alta del 12%, dopo tre anni sale al 15% rispetto agli altri giovani, mentre abbatte del 75% la probabilità di rimanere disoccupati a lungo.

Servizio Civile per 3.000 titolari di protezione internazionale

Per l’anno 2018 si prevede la possibilità per 3.000 giovani titolari di protezione internazionale e umanitaria di partecipare a progetti di Servizio Civile finanziati da risorse europee volte a supportare l’integrazione (Fondo Asilo Migrazione Integrazione). I progetti, con lo scopo di mettere in luce il valore inclusivo dell’esperienza, devono coinvolgere congiuntamente i volontari ordinari e i giovani titolari di protezione internazionale.

Leggi la notizia sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Adesso è ufficiale: fare servizio civile aiuta a trovare lavoro

Un’indagine su migliaia di giovani conferma che a un anno dal termine del servizio civile la percentuale di occupati tra chi l’ha svolto è più alta del 12%. Si tratta di un’occasione che premia soprattutto le donne e alcune Regioni in particolare, come Piemonte, Sicilia e Veneto. Si tratta di una ricerca pubblicata da FrancoAngeli il 25 agosto, e curata da Liliana Leone e Vincenzo De Bernardo, dal titolo “Giovani verso l’occupazione. Valutazione d’impatto del Servizio Civile nella cooperazione sociale”.

Approfondisci la notizia su Vita.