Covid-19: dati nazionali ed internazionali

Dal 28 febbraio 2020 l’Istituto Superiore di Sanità sta coordinando a livello nazionale un sistema di sorveglianza che integra a livello individuale i dati microbiologici ed epidemiologici forniti da Regioni e Provincie Autonome e dal Laboratorio nazionale di riferimento per SARS-CoV-2 dell’Istituto. A cadenza giornaliera viene prodotta un’infografica che riporta – con grafici, mappe e tabelle – una descrizione della diffusione nel tempo e nello spazio del Covid-19 nel nostro Paese e una descrizione delle caratteristiche delle persone affette. Ogni martedì e venerdì viene inoltre pubblicato un bollettino che approfondisce in maniera più estesa le informazioni raccolte.

 

Segnaliamo in particolare l’uscita della Survey nazionale sul contagio Covid-19 nelle strutture residenziali e sociosanitarie, a cura dell’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con il Garante Nazionale dei Diritti delle persone detenute o private della libertà personale.

 

Anche la Fondazione Gimbe ha dedicato una pagina al monitoraggio dell’emergenza Covid-19 in Italia. La dataroom, contenente dati sulla distribuzione geografica dei casi a livello regionale e provinciale, andamento dei casi e incremento percentuale degli stessi, è aggiornata quotidianamente con i dati diffusi dalla Protezione Civile e dal Ministero della Salute.

 

Sul sito de Il Sole24 ore è possibile visualizzare in modo immediato l’evoluzione giornaliera dei dati relativi al Coronavirus.

 

A livello mondiale, la Johns Hopkins University sta monitorando la diffusione del Covid-19 in tempo reale attraverso una mappa interattiva che evidenzia con cerchi rossi più o meno grandi i paesi del mondo via via colpiti dal virus e le crescite nei contagi. Il sito fornisce statistiche su decessi e casi confermati di Coronavirus e consente ai visitatori di scaricare gratuitamente i dati. I dati pubblicati sulla mappa sono costantemente raccolti dai principali enti sanitari internazionali e nazionali, tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i Centers for Disease Control and Prevention americani, l’European Centre for Disease Prevention and Control, e molte altre autorevoli fonti.

 

Un qualificato servizio di aggiornamento viene quotidianamente offerto dal Financial Times, ad accesso libero.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.