Segnalazioni nella sezione “Dati e ricerche”

Migrazioni

Viaggi disperati, gennaio-dicembre 2019

Unhcr, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha pubblicato il report Viaggi disperati relativo al periodo gennaio-dicembre 2019. Da gennaio a settembre 2019 quasi 81 mila persone sono arrivate in Europa lungo le rotte del Mediterraneo, cifra in calo rispetto alle quasi 103 mila persone giunte nello stesso periodo del 2018. Quest’anno la Grecia è stata la principale meta di approdo del Mediterraneo, a cui sono arrivati oltre 12 mila bambini, di cui più di 2 mila non accompagnati, molti dei quali provenienti da Afghanistan, Siria e altri Paesi caratterizzati da conflitti e violenze.

Migrazioni

Cittadini non comunitari in Italia 2018-2019

Il 17 ottobre 2019 Istat ha pubblicato il report “Cittadini non comunitari in Italia” riferito agli anni 2018 e 2019. I cittadini non comunitari in Italia, oggi pari a 3,7 milioni, continuano ad aumentare, anche se di poco. Nel 2018 sono stati rilasciati 242 mila nuovi permessi di soggiorno, il 7,9% in meno rispetto all’anno precedente: quasi il 56% dei nuovi permessi è stato rilasciato in Italia settentrionale, mentre solo il 23% nel Mezzogiorno. Il calo dei permessi per richiesta di asilo ha coinvolto alcune cittadinanze più di altre, l’unica eccezione alla diminuzione è rappresentata dall’Ucraina che registra invece un incremento del 21,2% del numero di permessi rilasciati per richiesta di asilo.

Scarica il testo integrale e le tavole.

Altre politiche

Il paradosso della sanità italiana

In Italia spesso il discorso pubblico sulla sanità è ambivalente. Da un lato, vi sono elementi che sembrano indicare una crisi del SSN: lunghe liste di attesa, casi di malasanità e “fuga” dei medici dalla sanità pubblica. Dall’altro, il nostro Paese continua a migliorare tutta una serie di indicatori sia di buona salute sia di buon funzionamento e qualità della cura sanitaria prestata. Come fanno a coesistere elementi così differenti? Quali raccomandazioni di policy è bene mettere in atto?

Leggi la scheda informativa e il policy memo pubblicati sul sito di Social Cohesion Days.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Asili nido in Italia: da regione a regione, di città in città

L’Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanza Attiva ha pubblicato alcuni dati sui servizi per la prima infanzia in Italia. Si evidenzia una forte differenza tra le regioni, sia a livello di copertura che di tariffe. Se a livello generale il Nord risulta più oneroso, mette però anche a disposizione più servizi in confronto alle regioni del Sud. L’articolo mostra nel dettaglio le tariffe e il peso di queste ultime sulle spese delle famiglie, così come altri dati sulla qualità dell’offerta e sulle agevolazioni disponibili per le famiglie.

Politiche europee

Le politiche sociali dell’Unione Europea

Il Parlamento Europeo ha pubblicato un aggiornamento di un interessante documento che delinea il ruolo delle istituzioni europee nello sviluppo del welfare, le policy promosse e i canali di finanziamento esistenti. Attraverso l’ausilio di video sottotitolati in italiano, il documento presenta casi di buone pratiche relativi all’uso degli strumenti finanziari europei come il nuovo FSE+. Il documento, dal titolo “Europa sociale: le politiche sociali dell’Unione Europea”, è scaricabile seguendo questo link.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Assegno unico: tre scenari di riforma

A fronte del riordino e del potenziamento delle misure della famiglia previsto dal governo Conte bis, Francesco Figari e Carlo Fiorio ipotizzano tre scenari di riforma nel loro contributo per LaVoce. Dei tre scenari gli autori sottolineano limiti e vantaggi, tenendo però costante in tutte le ipotesi una riduzione del 15-16% dei nuclei familiari che vivono a rischio di povertà.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’Atlante di Save the Children: una foto preoccupante della condizione minorile

I minori in povertà assoluta sono passati da mezzo milione nel 2007 a 1,2 milioni nel 2019. La crisi ha colpito soprattutto le famiglie con figli piccoli, i migranti e ha inasprito i divari territoriali. Oltre a mostrare i dati sulla povertà assoluta dei minori, l’Atlante di Save the Children Il Tempo dei Bambini. Atlante dell’Infanzia a Rischio 2019 si occupa approfonditamente di povertà educativa, di cambiamento climatico e infanzia, e di politiche, dividendo in modo evocativo la discussione di queste tematiche in tre parti: bambini nel tempo nuovo, bambini nel tempo perduto, bambini nel tempo ritrovato. L’iniziativa mette anche a disposizione una mappa interattiva sulla povertà infantile.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Le bambine le prime vittime della violenza sui minori

Terre des Hommes ha presentato l’Ottava Edizione del Rapporto Indifesa, in occasione della prima Giornata Mondiale delle Bambine (11 ottobre). I minori vittime di violenza in Italia sono aumentati e oltre la metà è rappresentato da bambine. Un terzo dei maltrattamenti ha luogo tra le mura domestiche. Le tipologie di violenza e la loro distribuzione sul territorio nazionale sono altri dati presentati e discussi dal rapporto.

Persone con disabilità

Depressione: Libro Bianco per un Piano nazionale

Nel nostro Paese oltre 3 milioni di persone soffrono di depressione. Nonostante sia riconosciuta dall’Oms come prima causa di disabilità a livello mondiale, solo 1 paziente su 2 riceve un trattamento corretto e tempestivo. Fondazione Onda ha presentato il Libro Bianco sulla Salute mentale in Italia, con l’obiettivo di promuovere l’elaborazione di un Piano nazionale per la gestione della malattia. L’articolo su Redattore Sociale.

Altre politiche

Report Gimbe: il definanziamento 2010-2019 del SSN

In vista dell’impegno del nuovo governo giallo-rosso nell’aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2019 e, soprattutto, nella stesura della Legge di Bilancio, la Fondazione Gimbe ha pubblicato un Report sul definanziamento 2010-2019 del Servizio Sanitario Nazionale al fine di stimare la reale entità delle risorse necessarie a rilanciare la sanità pubblica.