Segnalazioni nella sezione “Dati e ricerche”

Famiglia, infanzia e adolescenza

I Neet e la Garanzia Giovani

Garanzia Giovani è stata la prima politica del lavoro rivolta specificamente ai giovani. In un Paese come l’Italia, dove la quota di Neet ha raggiunto il 22,2% contro una media europea del 12,6%, è opportuno indagarne implementazione e impatti. Il rapporto Una garanzia per i Neet. Garanzia giovani in quattro regioni italiane: Calabria, Lombardia, Puglia, Piemonte curato da Chiara Agostini e Tommaso Sacconi per Percorsi di Secondo Welfare ne ricostruisce il funzionamento in questi contesti.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Aumenta nel mondo il rischio di abbandono scolastico

Prima dello scoppio della pandemia da Covid-19, 258 milioni di bambini e di adolescenti nel mondo erano già fuori dalla scuola e questo numero minaccia di crescere soprattutto nei paesi in cui già prima la povertà educativa era ampiamente diffusa. Attraverso un indice di vulnerabilità, Save the Children, nel rapporto Save Our Education, stima che almeno 9,7 milioni di bambini rischiano di lasciare la scuola entro la fine dell’anno a causa della crisi educativa derivata da quella sanitaria.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Le conseguenze della denatalità italiana

Nel suo articolo per LaVoce Alessandro Rosina sottolinea come la conseguenza più allarmante della demografia sbilanciata che caratterizza il nostro Paese non sia tanto il calo della popolazione, quanto l’alterazione del rapporto tra popolazione attiva e anziana, con un forte impatto sulla capacità di produrre ricchezza e di far fronte ai costi dell’invecchiamento. La pandemia potrebbe essere l’occasione per investire in politiche familiari e di attivazione per invertire il trend demografico.

Povertà e disuguaglianze

Inps: Osservatorio RdC – Report aprile 2019-giugno 2020

L’Osservatorio INPS sul Reddito e la Pensione di Cittadinanza, che periodicamente fornisce le statistiche essenziali sui nuclei familiari percettori del beneficio economico, ha pubblicato i dati aggiornati a tutto giugno 2020. Risultano pervenute all’Inps 2 milioni e 13 mila domande, di cui il 61% accolte. Si conferma ancora una volta la maggior concentrazione dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza nelle regioni del Sud e nelle Isole, seguite dalle regioni del Nord, e da quelle del Centro. L’Osservatorio mette questa volta a disposizione anche i dati relativi al Reddito di Emergenza. Al 30 giugno 2020 risultavano 455 mila nuclei richiedenti il REM: al 46% di questi (209 mila) è stato erogato il beneficio, al 49% (223 mila) è stato respinto ed il restante 5% (23 mila) è in attesa di definizione della domanda.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’assegno unico universale: quattro scenari

La Camera ha approvato la proposta di legge sull’assegno unico universale per tutti i figli sino ai 21 anni, modulato sull’Isee, che sostituirebbe le frammentate misure esistenti a sostegno di natalità e famiglie. Un passo a favore di bambini, adolescenti e famiglie, come sottolinea Giampiero della Zuanna nel suo articolo per Neodemos. Martina Bazzoli, Sonia Marzadro e Federico Pieri, nel loro contributo per LaVoce, ne stimano l’impatto sulle finanze pubbliche e sui redditi delle famiglie attraverso quattro diversi scenari.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Come riaprono le scuole nei paesi europei?

La pandemia Covid-19 ha posto alle scuole una sfida inedita; i diversi paesi europei hanno adottato misure diverse sia nella fase di chiusura che nella fase di graduale riapertura. Un rapporto di Euridyce e il sito ScuolaCovid19, promosso dal Comune di Milano e dal Laboratorio di Politiche Sociali del DAStU (Politenico di Milano), offrono una rassegna delle misure adottate nei diversi paesi, utili alla circolazione di buone pratiche e a promuovere riflessioni sul ruolo della scuola.

Povertà e disuguaglianze

I servizi sociali al tempo del Coronavirus

La Direzione Generale per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, insieme al Dipartimento Welfare dell’Anci, con il supporto di Banca Mondiale, ha realizzato, nello scorso mese di maggio, una rilevazione sulle pratiche dei servizi in tempo di emergenza Covid-19. Sono state raccolte 240 esperienze su tutto il territorio nazionale che permettono di fotografare come sta cambiando il lavoro degli operatori dei servizi sociali territoriali per far fronte ai nuovi e molteplici bisogni delle persone fragili. Le schede, raccolte in una pubblicazione ad hoc, possono rappresentare utili spunti di lavoro ed occasioni di contaminazione.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Un’indagine sui consultori familiari

Al fine di rilanciare il valore strategico dei consultori familiari per la salute pubblica, il Centro nazionale per la prevenzione e per il controllo delle malattie del Ministero della Salute ha promosso nel 2017 un’indagine su tutte le regioni italiane. Ramona Cavalli nel suo articolo per Neodemos ne riprende alcuni punti fondamentali, tra cui la varietà dei modelli organizzativi, le tipologie di servizi offerti e l’offerta insufficiente rispetto alla domanda, con forti divari regionali.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’uso del tempo di bambini e genitori nel lockdown

Lucia Mangiavacca, Francesca Marchetta e Luca Pieroni presentano su LaVoce alcuni risultati di una survey online condotta durante il lockdown su un campione di oltre 5000 bambini sotto i 16 anni e sui loro genitori. L’articolo mette in luce come siano cambiati durante il lockdown la gestione del tempo, le attività a cui si sono dedicati i bambini e la distribuzione del lavoro di cura all’interno delle coppie genitoriali. L’articolo propone anche un confronto con Spagna e Francia.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Disuguaglianze digitali e povertà educativa

Un report di Openpolis approfondisce la digitalizzazione del nostro Paese nel più ampio quadro della povertà educativa. Il divario digitale si va a sommare infatti a disuguaglianze già esistenti, come reso evidente dalla pandemia. L’Italia si è avvicinata a questa sfida con criticità pregresse, quali competenze digitali dei giovani inferiori alla media europea, forti disparità territoriali nell’accesso alla rete veloce e scarsa disponibilità di pc e tablet nelle scuole. È necessario un investimento tecnologico, ma anche educativo.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Le Regioni e le politiche per la famiglia

Il Centro Nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza ha pubblicato il Rapporto di monitoraggio sulle politiche per la famiglia delle Regioni e Province autonome. A partire dalle strategie europee e dalla politica nazionale, il rapporto analizza poi dati di contesto socio-demografico relativi a infanzia e famiglia e i servizi previsti a livello regionale. Infine, espone in maniera dettagliata per ogni singola Regione le politiche per la famiglia implementate.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’abbandono scolastico e i Neet: due fenomeni spesso associati

L’abbandono scolastico e i Neet sono i due principali fenomeni correlati alla povertà educativa. L’Italia presenta la più alta quota di Neet in Europa e tassi molto elevati di abbandono scolastico. Si tratta di fenomeni spesso connessi anche se non vi è un rapporto causa-effetto. L’articolo di Openpolis li analizza nel dettaglio mettendo in luce anche la loro diffusione sul territorio, caratterizzata dalla concentrazioni di tali fenomeni nel Sud Italia e nelle aree interne.