Segnalazioni nella sezione “Esperienze”

Professioni sociali

Storie di professioni sociali nella pandemia

È disponibile sul sito del Cnoas un libro, scaricabile gratuitamente, che raccoglie testimonianze di assistenti sociali sulla prima ondata della pandemia (marzo-giugno 2020). Il contributo, a carattere divulgativo, propone 37 storie raccontate da assistenti sociali impegnati in più ambiti operativi e in diverse realtà del territorio nazionale. La ridefinizione delle pratiche nei servizi, l’attenzione alla dimensione relazionale, i vissuti legati alle situazioni dall’elevato impatto emotivo sono solo alcune delle tematiche comuni alle rappresentazioni degli autori. Assumono particolare rilievo, in diversi contributi, le collaborazioni nel sistema sociosanitario, in cui professioni sociali e di area medica hanno condiviso un impegno comune e costante nelle relazioni con le persone.

Persone con disabilità

Registro dei progetti di vita: sperimentazione a Reggio Emilia

I desideri delle persone con disabilità sono raccolti nel Registro dei progetti esistenziali di vita, depositato presso l’Ufficio dello stato civile del Comune di Reggio Emilia. Il Registro ha l’obiettivo di tenere traccia di bisogni ed aspirazioni delle persone e aiutarle a far rispettare la loro volontà, e a preservare le loro abitudini, anche quando verrà a mancare il sostegno familiare. Il progetto si inserisce nell’ambito dell’iniziativa “Reggio Emilia città senza barriere” e nasce dalla collaborazione tra Comune, farmacie comunali riunite, Ausl, Fondazione Durante e dopo di noi ed Associazione Diritti in movimento. I progetti, naturalmente, sono aggiornabili periodicamente in base all’evoluzione dei bisogni della persona nel tempo. L’articolo di Alice Facchini su Vita.

Persone con disabilità

Agenda per la disabilità: un progetto aperto

L’Agenda della Disabilità in Italia è un progetto (qui l’abstract) promosso da Fondazione CRT e Consulta per le Persone in Difficoltà di Torino, che mette a punto una serie di azioni condivise dalle organizzazioni delle persone con disabilità, elaborate assieme agli attori del territorio interessati a innovare e migliorare le comunità locali. Si intende tratteggiare traguardi nuovi, realistici e concreti che diventino il fulcro dell’agire nei prossimi anni. Nell’Agenda sono delineati 6 goal, ovvero obiettivi strategici per generare nuove opportunità di inclusione delle persone con disabilità e delle loro famiglie: abitare sociale, sostenere le famiglie, vivere il territorio, lavorare per crescere, imparare dentro e fuori la scuola, curare e curarsi. Nel corso del 2021 verrà articolato un percorso di confronto con esperti e referenti delle organizzazioni non profit. Qui il sito della Comunità virtuale.

Migrazioni

M-APP: la M-APPatura dei servizi ai migranti in 5 città Metropolitane

È online M-APP: Migranti APP, la mappa che offre il quadro di tutti i servizi ai cittadini con background migratorio, pubblici e del privato sociale in 5 città metropolitane: Bari, Milano, Napoli, Torino e Venezia. Rivolta principalmente ad operatori del settore e amministratori locali, è uno strumento utile a far conoscere chi fa cosa in un dato territorio, condividendo obiettivi, caratteristiche e contatti. Realizzata nell’ambito del Progetto Fami CapaCityMetro-Italia, è a libero accesso.

Politiche e governo del welfare

Co-progettazione, co-programmazione e strumenti collaborativi: i materiali del seminario del 17 febbraio 2021

Si è tenuto online il 17 febbraio il seminario “Co-progettazione, co-programmazione e strumenti collaborativi in un anno di grandi cambiamenti”, organizzato con IRS, Lega Coop Lazio, CSV Lazio e con la partecipazione dell’Assessorato alle Politiche sociali, welfare ed enti locali della Regione Lazio. Durante l’incontro, al quale hanno partecipato oltre mille persone, sono stati presentati i nuovi strumenti di collaborazione tra ente pubblico e terzo settore, e alcune esperienze significative. Qui il programma dell’incontro e il video della mattinata.

Di seguito le slide presentate dai relatori:

Migrazioni

Migranti a Lipa: dalla tenda-refettorio al social cafè

Grazie ad un progetto di Ipsia-Acli e Caritas Ambrosiana, in collaborazione con Caritas Italiana, i 900 migranti del campo di Lipa, in Bosnia ed Erzegovina, avranno presto una tenda-refettorio dove mangiare e proteggersi dalla nuova ondata di gelo prevista nei Balcani. Appena sarà ultimata la costruzione del refettorio e di altre tre tende (una di servizio, una per l’isolamento della scabbia e una per la moschea), il progetto realizzerà all’interno del campo un social cafè, ossia un luogo di animazione e socializzazione per famiglie e bambini ospiti. Su Agensir la testimonianza della responsabile di progetto Silvia Maraone.

Povertà e disuguaglianze

A Milano la prima mensa mobile per i senza dimora

È stato recentemente inaugurato il foodtrack della Fondazione Progetto Arca: la prima cucina mobile che fornirà pasti caldi ai senza dimora del Comune di Milano. Il progetto, nato grazie al contributo di Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Unione Buddhista Italiana e Associazione Banco Alimentare della Lombardia, seguirà le Unità di strada della Fondazione durante i mesi più freddi, consegnando ogni sera 120 pasti caldi cucinati al momento. I volontari consegneranno a chi incontreranno in strada anche un sacchetto contenente cibi confezionati per gli altri due pasti della giornata successiva. Il progetto si pone inoltre l’obiettivo di garantire momenti di dialogo con gli operatori, volti ad orientare le persone in difficoltà verso i servizi assistenziali e sanitari territoriali.

Persone con disabilità

“Valueable”: racconti su disabilità intellettive e lavoro

ValueAble è il progetto europeo coordinato da AIPD (Associazione Italiana Persone Down), focalizzato sull’inserimento lavorativo delle persone con disabilità intellettiva nel settore alberghiero. Il progetto, giunto al terzo finanziamento europeo Erasmus+, si concluderà nel gennaio 2022. Uno dei prodotti è il nuovo sito web con informazioni e aggiornamenti tematici relativi all’Italia e all’Europa, rivolti ai diversi portatori d’interesse. Qui l’articolo pubblicato su Superando.

Persone con disabilità

Servizio di ascolto e sostegno psicologico per le famiglie

Anffas Nazionale ha attivato un servizio di ascolto e sostegno psicologico dedicato alle famiglie con persone con disabilità, che intende fornire occasioni per condividere esperienze, preoccupazioni e anche risorse con persone che vivono situazioni simili. Come sperimentato negli scorsi mesi, gli incontri avverranno online con il supporto di psicologi e componenti dell’Unità di Crisi dell’Associazione. Il post pubblicato su InformareUnH.

Povertà e disuguaglianze

Firenze, le associazioni si mettono in rete per combattere le nuove povertà

Per far fronte all’aumento del numero di persone in difficoltà e con bisogni sempre più diversificati nasce, con il supporto del Comune di Firenze, il progetto #insiemefacciamoladifferenza che mette assieme associazioni ed enti di volontariato del territorio che hanno deciso di unire le forze per dare una risposta al crescente numero di persone in difficoltà. La rete fornirà supporto alimentare, sanitario e farmaceutico, ed offrirà ascolto per il supporto psicologico, aiuti economici per il pagamento di affitto e utenze domestiche, e contributi scolastici per l’acquisto di libri e pagamento delle mense.

Persone con disabilità

Collaborare con il Cedaw per i diritti delle donne con disabilità

Il 29 settembre 2020 European Disability Forum (EDF) ha pubblicato una Guida per le organizzazioni di persone con disabilità sulle prerogative e sul funzionamento del Comitato ONU per l’eliminazione della discriminazione contro le donne. Il Comitato Cedaw è l’organo indipendente preposto a monitorare l’attuazione della Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne, adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1979, entrata in vigore nel 1981, ratificata dall’Italia con la legge 132/1985. Visita la pagina tematica di InformareUnH.

Persone con disabilità

Per una scuola inclusiva anche ai tempi del Coronavirus

Anffas nazionale ha elaborato un opuscolo per informare tutti gli studenti, con particolare attenzione a quelli con disabilità, e le famiglie sui diritti all’inclusione e sulle misure di sicurezza per proteggere se stessi e gli altri nell’attuale e delicatissima fase di ritorno nelle aule. Nel documento sono presentati sinteticamente il percorso per la predisposizione del Piano Educativo Individualizzato (PEI) e, in ottica di corresponsabilizzazione, delle proposte e indicazioni pratiche, nonché alcuni materiali che possono essere utilizzati per il rientro in classe degli alunni con disabilità.