Segnalazioni nella sezione “Normativa internazionale”

Persone con disabilità

PNRR: cosa prevede per le persone con disabilità e la salute

“È tempo di ripresa”. Approvato dal Governo e trasmesso alla Commissione Europea, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza presenta una serie di misure strettamente legate alle persone con disabilità e alla salute. Come è noto, i fondi a disposizione ammonteranno, complessivamente, a 221,1 miliardi di euro: 30,6 proverranno da risorse interne e 191,5 dall’Unione Europea. L’articolo di Chiara Laganà pubblicato sul sito di Fondazione Serono.

Migrazioni

ASGI: Patto UE su migrazione e asilo

Il Patto UE su migrazione e asilo rappresenta il documento programmatico, pubblicato il 23 settembre 2020, con il quale la Commissione europea ha esposto le linee guida che orienteranno il suo lavoro in tema di migrazione nel prossimo quinquennio. ASGI ha aperto sul suo sito una pagina con l’obiettivo di raccogliere materiali su tale tema: attraverso documenti, podcast e approfondimenti, policy makers, attivisti e cittadini potranno raccogliere informazioni su come l’Unione europea sta pianificando la gestione dei flussi migratori e le richieste di protezione internazionale, e informarsi sulle strade alternative proposte da ASGI e da altre organizzazioni italiane ed europee.

Persone con disabilità

Disabilità: prime valutazione sulla Strategia UE 2021-2030

Le prime valutazioni del Forum Europeo della Disabilità (European Disability Forum – EDF) e dell’Unione Europea dei Ciechi (European Blind Union – EBU) sulla nuova Strategia per i diritti delle persone con disabilità, pubblicata dalla Commissione europea il 3 marzo 2021. Nell’articolo pubblicato sul numero 4/2021 della Rivista UICI vengono presentate anche le “iniziative faro” contenute nella Strategia 2021-2030.

Migrazioni

Manuale sull’accesso degli stranieri ai servizi sociali: aggiornamento ad aprile 2021

Asgi ha aggiornato ad aprile 2021 il Manuale su stranieri e accesso alle prestazioni sociali e ai servizi alla luce delle ultime novità normative nazionali ed europee: approvazione della Legge delega sull’Assegno Unico Universale e discussione della Legge europea che modificherà l’art. 41 del TUI. Il documento, a cura di Alberto Guariso, si articola in due parti: la prima offre una panoramica generale sulle problematiche che nascono dai conflitti tra norme nazionali ed europee; la seconda passa in rassegna le numerose prestazioni che presentano aspetti problematici dal punto di vista dell’accesso degli stranieri, fornendo possibili soluzioni da promuovere per garantire la tutela dei cittadini stranieri nei confronti delle istituzioni.

Persone con disabilità

Pandemia e impatto sulle persone con disabilità: il rapporto EDF

European Disability Forum ha pubblicato, in versione accessibile, il corposo rapporto Impact of COVID-19 on persons with disabilities con focus sugli effetti della pandemia sulla vita delle persone con disabilità. Il rapporto si sofferma sulle barriere di accesso alla rete dei servizi, sugli effetti dei lockdown, sulle fasi di testing e vaccinazione. Propone inoltre delle raccomandazioni sul piano delle policy agli organi dell’Unione Europea e ai Paesi membri.

Famiglia, infanzia e adolescenza

La Strategia europea per i diritti dei minori

Sul sito del Dipartimento per le politiche della famiglia è disponibile una sintesi della Strategia europea dedicata ai diritti dei minori per il periodo 2021-2024. Il documento è declinato nelle 6 aree tematiche: partecipazione, inclusione socio-economica, contrasto alla violenza, giustizia, digitale e dimensione globale. Le azioni principali indicate riguardano la definizione di un Sistema europeo di garanzia dei minori vulnerabili e la Piattaforma europea per la partecipazione di bambini e ragazzi.

Migrazioni

Come funziona la cittadinanza in Europa

In Italia le acquisizioni di cittadinanza sono regolate dalla Legge 91/1992 che si basa sullo ius sanguinis: è italiano chi discende da un italiano. Sono previste poi forme di naturalizzazione per residenza e matrimonio, e una forma di ius soli: lo straniero nato e residente in Italia ha diritto, al compimento dei diciotto anni, di fare domanda di cittadinanza. Ma qual è la situazione negli altri paesi europei? Su Redattore Sociale Eleonora Camilli presenta una disamina dei modelli di acquisizione della cittadinanza in Portogallo, Germania, Francia, Olanda e Regno Unito.

Persone con disabilità

Applicazione Direttiva Europea 2000/78: approvata la Relazione del Consiglio UE

Il Parlamento Europeo ha approvato in seduta plenaria la “Relazione sull’applicazione della Direttiva 2000/78/CE del Consiglio dell’Unione Europea che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro alla luce della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità”. Qui il testo della relazione con dati sulla situazione occupazionale e la documentazione relativa all’iter istituzionale. Su questo tema è apparso nel dicembre 2020 su Welforum l’articolo di Marco Pronello.

Persone con disabilità

La Commissione Europea lancia la Strategia per i Diritti delle Persone con Disabilità 2021-30

La nuova Strategia Europea per i Diritti delle Persone con Disabilità è stata presentata il 3 marzo 2021 al Parlamento Europeo, al Consiglio d’Europa, al Comitato Economico e Sociale Europeo e al Comitato delle Regioni. L’atto della Commissione Europea si intitola Un’Unione dell’uguaglianza: strategia per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030. Nell’incipit, la presidente Ursula Von Der Leyen afferma che “le persone con disabilità hanno diritto a buone condizioni sul posto di lavoro, a una vita indipendente, a pari opportunità e a partecipare pienamente alla vita della loro comunità. Tutti hanno diritto a una vita senza barriere. Ed è nostro dovere, in quanto comunità, garantire la loro piena partecipazione alla società, su un piano di parità con gli altri”.

Altre politiche

Strategia europea in materia di droga 2021-2025

È online la nuova Strategia europea sulle droghe 2021-2025, approvata il 18 dicembre scorso dal Consiglio dell’Unione europea. Il testo include il tema della riduzione del danno non come parte delle politiche sulla limitazione della domanda ma come obiettivo a sé, enfatizzandone così la portata strategica. E ancora, adottando un approccio di valutazione basato sulle evidenze, sottolinea l’importanza dell’impatto della pandemia, apprezza e promuove interventi peer-led e il ruolo delle competenze dei consumatori, focalizza i bisogni dei gruppi socialmente vulnerabili e l’approccio di genere.

Persone con disabilità

Disabilità e Convenzione ONU a 10 anni dalla ratifica UE

Il 22 gennaio 2021 coincide con il decennale della ratifica dell’Unione Europea della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. La UE è stata l’unica organizzazione di integrazione regionale ad avere ratificato la Convenzione: un fatto significativo, se non rivoluzionario, che ha portato a grandi cambiamenti nel modo in cui i diritti delle persone con disabilità vengono trattati a livello europeo e dei singoli Stati Membri. L’articolo di Natalia Suárez pubblicato sul sito dell’European Disability Forum espone quali sono gli obiettivi principali, condivisi da EDF e Intergruppo dei parlamentari europei, che la European Disability Rights Agenda dovrebbe considerare.

Persone con disabilità

Covid-19 e disabilità: la pandemia non è uguale per tutti

“Cosa ci ha insegnato la pandemia? Che il mondo non era pronto ad affrontare un contagio globale. E che non è stato in grado di proteggere le categorie più deboli della popolazione, tra cui soprattutto le persone disabili e anziane”. L’articolo di Michela Trigari pubblicato sulla rivista Superabile presenta una raccolta di testimonianze autorevoli nel campo della disabilità e una selezione di dati prodotti dallo studio internazionale Disability Rights during the pandemic.