Segnalazioni nella sezione “Normativa nazionale”

Persone con disabilità

La disabilità nella Relazione annuale INPS 2021

Dalla Relazione 2021 di Pasquale Tridico, presidente dell’INPS, emerge l’intenzione di facilitare l’accesso alle prestazioni assistenziali, ridurre la frammentarietà dei percorsi ed evitare gli sprechi. Vi sono ulteriori passaggi importanti: si sottolinea, ad esempio, come “sul piano metodologico, appaia convincente fondare la distinzione tra previdenza e assistenza sull’analisi della natura delle prestazioni di welfare. In questa chiave di lettura, tutte le prestazioni il cui diritto è condizionato all’esistenza di situazioni di bisogno economico rientrerebbero nella componente assistenziale della spesa sociale (…) In un’ottica di circoscrizione della spesa assistenziale, la nozione di prova dei mezzi va necessariamente ampliata per considerare non solo le prestazioni riconosciute sulla base delle condizioni economiche del beneficiario ma anche quelle il cui diritto scaturisce dall’accertamento della perdita o della riduzione della capacità lavorativa. In questi casi, la prova dei mezzi va riferita ad un deficit afferente alle condizioni di salute. Su quest’ultimo punto vi è da tempo un acceso dibattito e sono state avanzate delle proposte tecniche di riforma.

Professioni sociali

Il ruolo sociosanitario nello stato giuridico del personale del SSN

Con l’approvazione di un emendamento in sede di conversione del c.d. Decreto Sostegni bis è stato istituito il ruolo del personale sociosanitario nello stato giuridico del personale del Servizio Sanitario Nazionale. La notizia ha avuto spazio in diverse testate, tra cui QuotidianoSanità. Il provvedimento riguarda decine di migliaia di dipendenti delle aziende sanitarie, tra cui assistenti sociali e operatori sociosanitari, precedentemente inquadrati in una forma non più rispondente al concetto di salute dell’OMS. Si tratta di un riconoscimento giuridico di particolare rilievo, anche nella prospettiva del prossimo negoziato per il rinnovo del contratto nazionale del personale del SSN. Tra le reazioni delle professioni convolte, si segnala la soddisfazione del CNOAS.

Migrazioni

Assegno temporaneo per i figli ed esclusione degli stranieri

Preso atto che l’Assegno unico universale per figli minori non avrebbe potuto entrare in vigore il 1° luglio, il Governo ha deciso di emanare il Decreto legge 79/2021 per coprire la fase transitoria con un “assegno ponte”. Dall’analisi della misura emerge subito come il nuovo assegno presenti requisiti di residenza e di cittadinanza più restrittivi rispetto all’Assegno per il nucleo familiare ordinario, che invece spetta a tutti i lavoratori, pensionati e titolari di NASPI senza alcun requisito restrittivo. ASGI presenta una disamina dei punti problematici della misura “ponte”, sottolineando la necessità di corregge le logiche di esclusione degli stranieri dalla sua percezione.

Migrazioni

Tutela della salute per i cittadini stranieri in Italia

ASGI ha recentemente pubblicato una scheda con l’obiettivo di offrire agli operatori uno strumento di approfondimento delle diverse tutele che il nostro ordinamento prevede in presenza di peculiari condizioni sanitarie dei cittadini migranti, e in particolare dei permessi di soggiorno previsti sia nel caso in cui un cittadino straniero si trovi già sul territorio italiano sia nel caso in cui debba fare ingresso in Italia per ricevere cure mediche specifiche. La scheda inoltre approfondisce i casi in cui, in presenza di determinate condizioni psicofisiche, il richiedente asilo possa ottenere il riconoscimento della protezione internazionale.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’Assegno Unico ridimensionato

Il “decreto ponte” rischia di ridimensionare la portata dell’AUUF, rendendolo una replica degli interventi già esistenti, in vista della sua messa a regime a partire da gennaio 2022. Nella misura ponte viene infatti meno l’universalismo con la definizione di un limite di reddito pari a 50 mila euro di ISEE per poterne usufruire. Inoltre, l’importo varia in base al reddito e alla dimensione del nucleo, rendendo l’assegno di fatto una misura di contrasto alla povertà e non più un sostegno alla natalità e alla genitorialità per tutte le famiglie. Su LaVoce il contributo di Massimo Baldini, Paolo Bosi, Giovanni Gallo, Cristiano Gori, Claudio Lucifora e Chiara Saraceno.

Altre politiche

Delibera del Senato della Repubblica 22.06.2021, Istituzione di una Commissione di inchiesta sul gioco illegale e sulle disfunzioni del gioco pubblico

Nel contesto dell’analisi sulle condizioni complessive del settore del gioco pubblico, la Delibera del Senato della Repubblica del 22 giugno 2021 istituisce una Commissione con il compito di svolgere apposite indagini circa l’efficacia della disciplina pubblica in relazione alla tutela dei soggetti più deboli, al contrasto della diffusione del disturbo da gioco d’azzardo (DGA), nonché l’efficacia dell’azione pubblica di prevenzione, cura e sostegno per i soggetti affetti da DGA, con particolare riferimento alle attività svolte dagli enti territoriali e dai servizi sanitari.

Altre politiche

Delibera della Corte dei Conti 27.05.2021: Linee guida per le relazioni dei collegi sindacali degli enti del SSN sul bilancio di esercizio 2020

In relazione a quanto disposto dall’art. 1, comma 170 della Legge 266/2005 e dall’ art. 1, comma 3 della Legge 213/2012, al fine di esercitare la funzione di coordinamento delle attività di controllo, vengono approvate con Delibera della Corte dei Conti del 27 maggio 2021 le Linee guida per le relazioni dei collegi sindacali degli enti del Servizio Sanitario Nazionale sul bilancio di esercizio 2020, e relativi questionari da inviare agli enti del SSN.

Persone con disabilità

Dibattito sul DDL Zan: l’importanza di contrastare l’abilismo

Le diverse manifestazioni dell’abilismo, ovvero l’atteggiamento discriminatorio nei confronti delle persone con disabilità, possono essere raffigurate in una figura piramidale, alla cui base vi sono atteggiamenti di indifferenza e minimizzazione. Salendo, si passa a fenomeni di esclusione e linguaggio offensivo, arrivando poi segregazioni e molestie, fino a violenza e crimini d’odio. L’articolo di Simona Lancioni riporta le posizioni espresse nell’incontro del 25 giugno, svoltosi in occasione del Milano Pride, intitolato “Corpi possibili. Il contrasto all’abilismo nel Disegno di Legge Zan”. Il provvedimento che prende il nome dal suo primo firmatario, politico e attivista LGBTQIA+, è in procinto di essere discusso in Senato.

Persone con disabilità

Piano scuola estate 2021 e possibili scoperture per gli alunni con disabilità

Gli alunni e le alunne con disabilità o bisogni educativi speciali devono partecipare alle attività previste nelle scuole che aderiranno al Piano Scuola Estate 2021. Come per i corsi estivi di recupero, anche per queste attività dovranno essere garantiti sia i docenti per il sostegno sia gli assistenti di base e all’autonomia e alla comunicazione. Su Superando l’Osservatorio Scolastico dell’AIPD evidenzia i rischi che tale previsione non venga garantita in particolare nelle scuole paritarie, considerata un’interpretazione restrittiva delle disposizioni contenute nella Costituzione, ovvero che i costi relativi agli assistenti necessari ricadano sulle famiglie.

Migrazioni

Regolarizzazione 2020: un anno dopo

Dopo il primo report di monitoraggio pubblicato a marzo 2021 in cui denunciava il rischio di fallimento della procedura di regolarizzazione avviata la scorsa estate, Ero Straniero diffonde il secondo report di monitoraggio a un anno dall’apertura della finestra per presentare le domande. Il quadro, seppur in lieve miglioramento, appare ancora grave in tutta Italia: delle 220 mila persone che hanno fatto richiesta, solo il 5%, pari a circa 11 mila unità, hanno ottenuto un permesso di soggiorno per lavoro, mentre circa 20 mila sono in via di rilascio. Molto critica la situazione nelle grandi città come Milano dove, su oltre 26 mila istanze ricevute, sono stati rilasciati poco più di 400 permessi di soggiorno.

Sul tema vedi anche la raccolta di FAQs realizzata da ASGI.

Politiche e governo del welfare

Sanità: 10 proposte per implementare efficacemente il PNRR

Un gruppo di studiosi di economia, management e politiche sanitarie appartenenti a sei università (Bocconi, Politecnico di Milano, Cattolica, Università di Torino, Università Tor Vergata e Scuola Superiore Sant’Anna) ha pubblicato un documento contenente dieci proposte operative e tre fattori abilitanti per mettere in pratica con successo la Missione Salute del PNRR e sostenere il SSN. Tra le aree prioritarie di intervento identificate dal gruppo di ricerca vi sono: il rafforzamento e l’infrastrutturazione della medicina generale, il potenziamento della presa in carico delle cronicità, la razionalizzazione della rete ambulatoriale territoriale, e la promozione dell’autosufficienza a domicilio in forma integrata con il sistema di welfare.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Decreto-Legge 79/2021, Misure urgenti in materia di assegno temporaneo per figli minori

Nelle more dell’adozione dei decreti legislativi attuativi della Legge 46/2021 sono introdotte misure immediate per sostenere la genitorialità e favorire la natalità, a seguito della Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 4/6/21. Viene riconosciuto un «assegno temporaneo per figli minori» dal 1 luglio al 31 dicembre 2021 (per nuclei con ISEE inferiore a 50 mila euro), pari a 1.056 euro per nucleo e 674 euro per figlio. Tale assegno è compatibile con il RdC e con le eventuali misure per figli a carico previste dalle Regioni e/o dai Comuni.

 

Decreto-Legge 8 giugno 2021, n. 79