Segnalazioni nella sezione “Normativa nazionale”

Povertà e disuguaglianze

RdC: lettura comparata d.l. 4/2019 coordinato con legge di conversione

Un gruppo di lavoro Federsanità-ANCI Toscana ha recentemente messo a punto una lettura sinottica del decreto legge n.4 del 2019 pre e post conversione, comprensivo di rimandi ai riferimenti normativi citati nei vari articoli. Riteniamo possa rappresentare uno strumento utile e prezioso per orientarsi all’interno della normativa che ha introdotto nel nostro paese il Reddito di Cittadinanza e per una consultazione agevole e comparata dei relativi atti.

Persone con disabilità

Diritto al gioco e allo sport dei bambini e dei ragazzi con disabilità: il rapporto AGIA

Presentato a Roma il Documento di studio e proposta frutto del lavoro della Consulta di associazioni e organizzazioni, presieduta dalla Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza (AGIA), con il supporto tecnico dell’Istituto degli Innocenti. Nel Documento sono contenute raccomandazioni nell’ottica di implementare dei livelli essenziali delle prestazioni.

Persone con disabilità

Politiche per le famiglie e disabilità nel 2019

Nella Conferenza Unificata del 17 aprile 2019 è stata sancita l’intesa sul Fondo per le politiche della famiglia 2019 con il quale si destinano alle Regioni 15 milioni di euro. Alle famiglie sono inoltre rivolte una serie di misure previste dalla legge di bilancio 2019. La pubblicazione curata dal Dipartimento per le politiche della famiglia comprende una sezione dedicata alla disabilità.

Persone con disabilità

Dopo di Noi: l’esperienza di ATS Milano

Evidenze e riflessioni che derivano da un lavoro di confronto che l’Agenzia di Tutela della Salute Città Metropolitana di Milano sta conducendo all’interno di un gruppo di lavoro tecnico con il coinvolgimento delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali, degli Ambiti sociali e del Terzo settore. L’articolo di Alice Melzi su LombardiaSociale.it.

Persone con disabilità

Congedi retribuiti per parenti disabili: la circolare INPS 49/2019

L’INPS ha recepito la Sentenza della Corte Costituzionale, già segnalata su questo sito, stabilendo che i congedi possano essere fruiti anche da uno dei figli non conviventi con la persona disabile in situazione di gravità, nel caso non vi siano altri parenti conviventi. Tale previsione è stata esplicitata, per il momento, solo per i dipendenti del settore privato. L’articolo su HandyLex.

Povertà e disuguaglianze

I dati aggiornati dell’Osservatorio sul Reddito di Inclusione

È recentemente stato pubblicato l’Osservatorio sul Reddito di Inclusione di Inps con i dati relativi al periodo gennaio 2018-marzo 2019, con evidenza separata alle domande decorrenti dal mese di gennaio 2019. Il REI è stato erogato complessivamente a 506 mila nuclei familiari coinvolgendo un totale di 1,4 milioni di persone, per la maggior parte (71%) residenti nelle regioni del Sud. A partire da febbraio 2019, il numero dei nuclei beneficiari registra inoltre una diminuzione dovuta, da un lato, all’effetto della presentazione delle domande tardive delle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) per il 2019 e, dall’altro, all’effetto di scoraggiamento dovuto all’entrata in vigore del Reddito di Cittadinanza, le cui domande potevano essere presentate a partire dal mese di marzo.

Povertà e disuguaglianze

RdC: presentate un milione di domande

Il 3 maggio 2019 Inps ha pubblicato i dati relativi alle domande di Reddito di Cittadinanza disaggregate per provincia. Sono 1.016.977 le domande presentate al 30 aprile: la Campania è la regione che registra il maggior numero di richieste (172.175), seguita dalla Sicilia (161.383). Più di 90 mila richieste anche in Lazio, Puglia e Lombardia. Per quanto riguarda i canali a disposizione per la presentazione delle domande, i CAF risultano quelli più utilizzati (748.742 richieste), seguiti dalle Poste (209.605) e dai patronati (35.593).

Povertà e disuguaglianze

RdC per gli stranieri? Quasi impossibile ottenerlo

Per ottenere il Reddito di cittadinanza gli stranieri devono certificare il possesso di alcuni requisiti aggiuntivi. Oltre a soddisfare le condizioni previste per tutti i richiedenti, i cittadini stranieri dovranno infatti presentare una “certificazione rilasciata dalla competente autorità dello stato estero, tradotta in lingua italiana e legalizzata dall’autorità consolare italiana” attestante la composizione del nucleo famigliare e il possesso dei requisiti relativi a limite di reddito, Isee, patrimonio mobiliare e patrimonio immobiliare. Si tratta però di condizioni molto difficili da accertare, spesso anche negli stessi paesi UE. Su LaVoce le riflessioni di Raffaele Lungarella.

Terzo settore

Comunità di pratiche per la coprogettazione

Comunità di pratiche – Coprogettazione e rapporti collaborativi tra enti pubblici, del terzo settore e soggetti della società civile
In collaborazione con welforum.it, l’Istituto per la Ricerca Sociale propone la possibilità di approfondire in un percorso dedicato i temi della coprogettazione: per un anno incontri, scambi, seminari e consulenza personalizzata con gli esperti IRS e non solo.
Iscrizioni entro il 15 maggio 2019.
Le esperienze di amministrazione collaborativa tra enti pubblici e terzo settore, tramite lo strumento della coprogettazione e non solo, si stanno diffondendo sempre più in tutto il territorio nazionale. Un processo di diffusione favorito da provvedimenti normativi come l’art. 55 del Codice del Terzo Settore (d.lgs. 117/2017), ma frutto anche di una general eapertura degli enti pubblici verso l’introduzione di nuove forme di progettazione e gestione degli interventi di welfare, nel segno della collaborazione e della coproduzione con altri soggetti. Forme e approcci collaborativi che – nonostante l’inquadramento normativo – restano ancora caratterizzati da un alto grado di sperimentalità e che quindi richiedono, a quanti li intendono introdurre, di muoversi in un quadro scarsamente definito e di assumere scelte e decisioni strategiche, anche in assenza di un quadro informativo completo. Per favorire e rafforzare sempre più la diffusione di esperienze di collaborazione e di pratiche di amministrazione collaborativa IRS intende, con questa Comunità di pratica, costruire e consolidare un network di soggetti, pubblici e privati, che stanno concretamente operando in questo campo e che sono quindi interessati a scambi, confronti e approfondimenti.

Migrazioni

Decreto flussi 2019

Il 9 aprile 2019 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2019 con il quale vengono fissate le quote dei lavoratori stranieri che per l’anno 2019 possono fare ingresso in Italia per motivi di lavoro. Il Decreto stabilisce una quota massima di ingressi pari a 30.850 unità, 18 mila delle quali riservate agli ingressi per motivi di lavoro stagionale, quasi 13 mila riservate all’ingresso di lavoratori appartenenti a determinate categorie e le restanti riservate alle conversioni del permesso di soggiorno in permesso di soggiorno per lavoro. Le quote per lavoro subordinato e autonomo sono attribuite a livello territoriale dalla Circolare n. 9 del 16 aprile 2019.

Leggi l’articolo di commento di Maurizio Ambrosini su LaVoce.

Anziani

La riforma nazionale delle politiche per i non autosufficienti

Ripensare le politiche per la non autosufficienza non è, oggi, oggetto di dibattito nel nostro Paese. Nel recente passato, tuttavia, sono state avanzate alcune proposte di riforma. L’articolo di Cristiano Gori e Franco Pesaresi propone, ripercorrendo venti anni di proposte sulla materia, una analisi delle principali tra queste proposte, mettendo in luce gli insegnamenti che se ne possono trarre per il futuro.

Persone con disabilità

Distrofie muscolari e aspetti medico legali

L’INPS ha pubblicato una Comunicazione Tecnico Scientifica elaborata in collaborazione con l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare e l’associazione Parent Project. Per le persone con sindrome di Duchenne o di Becker diventa più chiaro il percorso di valutazione medico legale in sede di accertamento degli stati di invalidità, handicap e disabilità. Qui il documento scaricato dal sito dell’Istituto.