Segnalazioni nella sezione “Normativa regionale”

Terzo settore

TAR Campania. La coprogettazione è legittima; e va fatta bene!

Interessante sentenza del TAR Campania su un’iniziativa di coprogettazione promossa dal Comune di Portici; si tratta di uno dei primi casi in cui una coprogettazione approda ad un TAR. I giudici campani opportunamente riconoscono la specificità della coprogettazione, ad esempio evidenziando la non pertinenza delle norme del Codice degli appalti nella procedura in questione e non si trova eco nelle loro argomentazioni delle riserve espresse un anno fa dal Consiglio di Stato. D’altra parte viene evidenziata la necessità che le coprogettazioni siano caratterizzate da chiarezza nei criteri di ammissione e valutazione delle proposte, che gli atti amministrativi siano conseguenti e le motivazioni delle decisioni saldamente legate a quanto previsto nei bandi. Insomma, coprogettazioni fatte con cura e trasparenza. Come è giusto che sia.

Persone con disabilità

Diritto e disabilità: le banche dati CNR

Segnaliamo il progetto informativo del Consiglio Nazionale delle Ricerche – ITTIG (Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica) rivolto a persone con disabilità, familiari, referenti associativi, esperti e operatori. Sul sito web del CNR si possono consultare le seguenti banche dati: legislazione nazionale, legislazione regionale, giurisprudenza, guida ai siti web, pubblicazioni sul tema.

Persone con disabilità

Presa in carico in Lombardia: il caso emblematico dell’autismo

LEDHA (Lega per i diritti delle persone con disabilità) e Uniti per l’autismo hanno condotto un’indagine presso le ATS e ASST della Lombardia per evidenziare il livello di implementazione della legge regionale 15/2016, guardando alla presa in carico globale e continuativa delle persone con disabilità adulte richiedenti forte sostegno, a partire dalle persone con disturbi dello spettro autistico. Il lancio stampa sul sito associativo e il rapporto.

Persone con disabilità

In Lombardia due atti normativi sulle barriere e per un Fondo Unico

Approvati dal Consiglio regionale della Lombardia due atti importanti verso una gestione coordinata delle azioni a favore delle persone con disabilità. Si tratta della mozione concernente il Piano 2030 Lombardia senza barriere, con la quale si impegna la Giunta Regionale a dotarsi entro il 2020 di uno strumento di pianificazione e programmazione coordinata di interventi per l’eliminazione delle barriere fisiche e sensoriali, e di una risoluzione che impegna la Giunta a supportare e valorizzare le azioni «per la costituzione del “Fondo Unico per la Disabilità”, attraverso il coinvolgimento di tutte le Direzioni Regionali interessate. Il lancio stampa del 9 maggio 2019 su Superando.

Persone con disabilità

Collocamento mirato e sclerosi multipla in Liguria: il protocollo sottoscritto

AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e Regione Liguria hanno sottoscritto un accordo che prevede specifiche azioni di sostegno alle persone con sclerosi multipla iscritte al collocamento mirato. È previsto il coinvolgimento di altri soggetti (ad esempio le ASL, INAIL, FISH, Fondazione Prioritalia, le organizzazioni sindacali e datoriali). Le dichiarazioni di Patrizia Aytano, presidente del Coordinamento Regionale AISM Liguria – Giovanni Berrino, assessore alle Politiche del Lavoro – Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità, alle Politiche Sociali e alla Sicurezza – raccolte da Superando.

Altre politiche

Regione Lombardia: Dote ritorno al lavoro

Con D.d.u.o. 22 gennaio 2019 – n. 673, “Approvazione delle misure a supporto della permanenza in ambito lavorativo delle lavoratrici e dei lavoratori con ridotte capacità a seguito di patologie oncologiche o invalidanti anche attraverso lo smartworking – Dote ritorno al lavoro”, Regione Lombardia definisce le fasi procedurali e stanzia € 500.000 per l’attuazione dell’iniziativa.

Persone con disabilità

I diritti delle persone con disabilità in Piemonte: la nuova legge quadro

Il 1° marzo è entrata in vigore in Piemonte la Legge regionale 3/2019 “Promozione delle politiche a favore dei diritti delle persone con disabilità”. La norma trasferisce nel contesto regionale i principi essenziali stabiliti dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità puntando ad azioni, politiche e strategie comunicative inclusive attente allo sviluppo delle capacità e opportunità delle persone con disabilità. Qui la nuova legge regionale e l’articolo di Elisabetto Cibinel su Percorsi di SecondoWelfare.

Terzo settore

Regione Piemonte: DGR 8183/2018, Sostegno a iniziative di rilevanza locale di organizzazioni del terzo settore

La Regione Piemonte ha approvato l’accordo di programma con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in attuazione del Codice del Terzo settore riguardo il sostegno regionale alle iniziative e ai progetti di rilevanza locale da parte di organizzazioni di volontariato e di associazioni di promozione sociale.

DGR. 20 dicembre 2018, n. 30-8183

Anziani

Regione Toscana: DGR 66/2019, Progetto regionale Pronto Badante

Il progetto regionale “Pronto Badante – Interventi di sostegno e integrazione nell’area dell’assistenza familiare in Toscana” promuove la realizzazione di azioni di sostegno temporaneo alla famiglia con anziano convivente o all’anziano che vive da solo, in un’ottica di risposta immediata ai bisogni emergenti, al fine di supportare la famiglia nella gestione improvvisa dell’anziano che si trova per la prima volta in una situazione di disagio e difficoltà.

DGR 21 gennaio 2019, n. 66

Anziani

L’assistenza domiciliare in Italia

Il punto su un servizio in crescita ma ancora limitato, l’ADI – Assistenza domiciliare integrata, quella fornita dalle ASL, lo fornisce l’ultimo report di Italia Longeva, presentato e discusso lo scorso 12 marzo a Milano. Il documento comprende un approfondimento che illustra l’identikit dei beneficiari della misura in Regione Umbria.

Persone con disabilità

Rapporto Uniamo sulla legge 112/2016

Analisi e prospettive di sviluppo sulla legge 112/2016. Un bilancio dal punto di vista di Uniamo, Federazione Italiana Malattie Rare UNIAMO delle Associazioni, introdotto dalla senatrice Paola Binetti, con opportunità e limiti dei nuovi dispositivi introdotti: i trust, i vincoli di destinazione e i fondi speciali. Scarica qui il rapporto Social Rare.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Regione Piemonte: DGR 8235/2018, Avvio dei centri per la cura dei disturbi derivanti dal bullismo

La Regione Piemonte ha stanziato € 100.000 per l’avvio delle attività dei centri regionali specializzati nella cura dei disturbi derivanti dal bullismo e dal cyberbullismo, in accordo con la Legge regionale 5 febbraio 2018, n. 2, “Disposizioni in materia di formazione specialistica, prevenzione e contrasto al fenomeno del bullismo e cyberbullismo”.

 

DGR 20 dicembre 2018, n. 83-8235