Segnalazioni nella sezione “Punti di vista”

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’assegno unico universale: quattro scenari

La Camera ha approvato la proposta di legge sull’assegno unico universale per tutti i figli sino ai 21 anni, modulato sull’Isee, che sostituirebbe le frammentate misure esistenti a sostegno di natalità e famiglie. Un passo a favore di bambini, adolescenti e famiglie, come sottolinea Giampiero della Zuanna nel suo articolo per Neodemos. Martina Bazzoli, Sonia Marzadro e Federico Pieri, nel loro contributo per LaVoce, ne stimano l’impatto sulle finanze pubbliche e sui redditi delle famiglie attraverso quattro diversi scenari.

Politiche e governo del welfare

L’altra faccia del Covid-19

Su LaVoce Silvia Coretti e Gilberto Turati riflettono sulle conseguenze indirette della pandemia Covid-19 su altre gravi patologie. Rispetto alla domanda, ci si attende un aumento di servizi a breve termine (es. malattie cardiovascolari), a breve-medio termine (es. diabete e malattie oncologiche) e a più lungo termine (es. salute mentale). Rispetto all’offerta, si prospetta invece la necessità di recuperare il tempo perduto per le patologie non-Covid, garantendo un accesso alle cure ai pazienti che non hanno potuto essere assistiti durante il lockdown.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il Presidente Conte riceve i promotori di EducAzioni

Il 6 luglio il Presidente del Consiglio Conte, le Ministre Azzolina e Bonetti e il Vice-Ministro Buffagni hanno incontrato le nove reti promotrici del documento EducAzioni. La delegazione ha sottolineato l’urgenza di un piano nazionale sull’infanzia e l’adolescenza. Riconoscendo il valore strategico di un tale impegno, il Presidente ha invitato le nove reti a collaborare sin da subito alla definizione delle linee programmatiche che l’Italia presenterà all’Unione Europea per Next Generation EU. Leggi il comunicato.

Politiche e governo del welfare

Coronavirus: lezioni sullo Stato sociale

Su la rivista Il Mulino Gian Giudo Balandi riflette su due lezioni che l’emergenza sanitaria Covid-19 ha impartito sullo Stato sociale. La prima riguarda l’universalismo: qualunque misura sanitaria selettiva è inefficace contro una pandemia di questo tipo. La seconda ha a che fare con le modalità di intervento per contrastare le diseguaglianze che la pandemia ha ulteriormente accentuato. In tal senso, l’autore sottolinea l’importanza delle politiche per la famiglia e degli interventi connessi al mercato del lavoro e al contrasto del lavoro povero.

Politiche e governo del welfare

Covid-19 e la sfida della coesione in Italia

Rispetto alle crisi precedenti, quella innescata dalla pandemia Covid-19 ha inciso maggiormente su una serie di sfere di politica pubblica. L’Osservatorio per la Coesione e l’Inclusione Sociale (Ocis) ha recentemente pubblicato un paper volto ad analizzare le sfide generate dalla crisi nell’ambito delle politiche sanitarie, delle politiche del lavoro e delle politiche economiche, ponendo l’attenzione su rischi ed opportunità per rendere il nostro Paese più equo ed inclusivo.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Le alleanze territoriali secondo i Patti di comunità: una visione riduttiva

Le linee guida per la riapertura delle scuole prevedono i Patti di comunità come strumento principale per far funzionare le alleanze territoriali a favore di cura ed educazione, principalmente attraverso la messa a disposizione di spazi e l’impiego di chi già collaborava con la scuola in attività di sorveglianza e vigilanza degli alunni. Sara de Carli, nell’articolo per Vita, sottolinea come tale visione rischi di essere assai riduttiva, ignorando il ruolo del terzo settore in ambito educativo.

Povertà e disuguaglianze

Lotta alla povertà: il Coronavirus cambia lo scenario

Su LaVoce Massimo Baldini e Cristiano Gori riflettono sulla necessità di introdurre un sistema di valutazione delle politiche di contrasto alla povertà, e in particolare dell’impatto del Reddito di Cittadinanza e del REM su tale fenomeno. Un altro tema messo in evidenza dagli autori riguarda l’esigenza di modificare le risposte introdotte da queste politiche alla luce dell’emergenza Covid-19: l’obiettivo della fase 2 dovrà infatti consistere in una revisione del RdC, con l’obiettivo di rispondere in modo più adeguato al mutato contesto socio-economico.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il primo documento della task-force “Donne per un nuovo rinascimento”

Paola Profeta ed Ersilia Vaudo presentano, nell’articolo su LaVoce, il primo documento della task-force “Donne per un nuovo rinascimento”. Creata dalla ministra Bonetti, la task-force, ha affrontato la promozione della partecipazione delle donne in ambito Stem (Science, technology, engineering, mathematics) sin dalla scuola primaria e il supporto al lavoro femminile (anche considerate le conseguenze della pandemia) con la promozione di leadership bilanciate per genere e di valutazioni di genere in tutti i processi decisionali.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il Family Act: un buon inizio, con qualche riserva

Il Family Act si propone di aiutare le famiglie a sostenere le spese di cura dei figli e ridurre gli squilibri di genere. Chiara Saraceno analizza le principali misure, dall’istituzione di un assegno unico per tutti i figli minorenni, al riordino dei congedi, all’incentivazione al lavoro agile, all’allargamento dell’offerta dei servizi educativi per l’infanzia. Pur considerandolo un buon punto di partenza, l’autrice sottolinea alcune carenze ed ambiguità che ne possono minare il successo. Leggi il contributo su LaVoce.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il bisogno di sostegno delle famiglie

Considerare la crisi sanitaria e socio-economica come uno stress test sul nostro sistema di welfare per vedere che cosa non funziona: è questo il proposito di Pavolini, Rosina e Saraceno nel loro contributo per la rivista Il Mulino. Gli autori mettono in luce alcuni nodi critici del nostro Paese: la bassa natalità e partecipazione delle donne al mercato del lavoro, la povertà educativa e l’aumento della povertà assoluta tra i minori, ed evidenziano le mancanze della politica e l’inefficacia dei provvedimenti presi a sostegno delle famiglie.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Per la riapertura di scuole e spazi di vita per bambini e ragazzi

A causa della pandemia stiamo vivendo la più grande crisi educativa mai conosciuta. A lungo rimossa dal dibattito pubblico, insieme a quella sociale, ora rientra finalmente nell’agenda politica, ma in maniera molto frammentata. Marco Rossi-Doria, nel suo articolo per Menabò di Etica ed Economia, sottolinea l’assenza del tema educativo nelle discussioni sul reindirizzamento dei fondi, a livello italiano ed europeo, ed evidenzia come i maggiori contributi per uscire dalla crisi vengano dal basso, dai comuni, dalla cooperazione tra istituzioni e cittadini e dalla sussidiarietà.

Politiche e governo del welfare

L’importanza dei servizi territoriali: il Distretto

L’emergenza sanitaria Covid-19 ha messo in luce la fondamentale importanza dell’organizzazione dei servizi sul territorio. Su Salute Internazionale Gavino Maciocco propone il Distretto, quale luogo in cui adempiere le molteplici funzioni che il territorio è chiamato a svolgere e che troppo a lungo sono rimaste insoddisfatte, causando gravi danni alla salute della popolazione. L’autore ripercorre la storia del Distretto, dal Decreto legislativo 299/1999 alla riforma del Titolo V della Costituzione,  mettendone in luce funzioni, attori, aspettative e principali criticità.