Segnalazioni nella sezione “Punti di vista”

Politiche e governo del welfare

Ripensare l’Italia dopo la pandemia

A tre mesi dall’uscita de L’epidemia che ferma il mondo, Sbilanciamoci ha pubblicato il nuovo ebook gratuito dal titolo In salute, giusta, sostenibile. Ripensare l’Italia dopo la pandemia. Il documento, curato da Matteo Lucchese e Duccio Zola, raccoglie 49 contributi pubblicati sul sito tra maggio e luglio 2020, e contiene dati aggiornati sulla pandemia e l’analisi delle sue conseguenze economiche e sociali, oltre a scenari, prospettive e proposte concrete per il futuro.

Politiche e governo del welfare

Cgil: un welfare più forte per diritti universali

Il 10 ottobre la Cgil ha promosso a Roma la manifestazione Sanità: pubblica e per tutti! Le nostre proposte per il Servizio socio sanitario nazionale. L’evento è stato preceduto dalla pubblicazione del manifesto Dall’emergenza al nuovo modello di sviluppo: un welfare più forte per diritti universali composto da tre capitoli: il servizio (socio)sanitario nazionale fattore strategico per gestire e superare l’emergenza; la priorità di nuove politiche sociali universali; diritti sociali, uniformità e uguaglianza, a Costituzione invariata.

Migrazioni

Patto su migrazione e asilo: le raccomandazioni delle associazioni

Patto su migrazione e asilo: per dare un nuovo inizio e porre fine agli errori del passato, è necessario modificare gli aspetti problematici e ampliare quelli positivi. È quanto sostenuto da una rete di oltre 70 associazioni europee, che ha presentato una serie di raccomandazioni indirizzata a Rappresentanti Permanenti in Europa, membri della Commissione Libe al Parlamento europeo e leader di gruppi politici. Leggi le dichiarazioni delle associazioni sul sito dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione.

Persone con disabilità

PNNR e disabilità: le proposte di Fish e Fand

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) elaborato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri è attualmente in discussione con la Commissione Europea. Le federazioni Fand e Fish hanno avanzato delle proposte concrete, con relative previsioni di spesa, per integrare il documento alla luce dei diritti delle persone con disabilità e della Convenzione ONU. I principi su cui basare le azioni “devono coniugare le politiche per affrontare le criticità emerse nel periodo più acuto della pandemia Covid-19 e costruire una modalità migliore di tutelare i diritti delle persone con disabilità e dei loro familiari”. Vengono indicati “gli obiettivi e le modalità per rendere ancora più condivisibile, equo ed efficace il PNRR”. Qui il documento e il lancio sul sito web della Fish.

Politiche e governo del welfare

Casa della salute da campo

A partire da alcune interviste ad esperti e fatti di cronaca, su Salute Internazionale Gavino Maciocco riflette sull’idea di Case della salute da campo, da allestire rapidamente per far fronte alla seconda ondata di Covid-19. Secondo l’autore, il territorio ha bisogno di reggere alla seconda ondata del virus, offrendo ai cittadini servizi e strutture di prossimità che, raggruppando equipe multidisciplinari di operatori, risolvano tempestivamente i problemi di diagnosi, tracciamento, assistenza e cura dei pazienti, direttamente al domicilio.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Minori e famiglie tra servizi e territorio

Cecilia Guidetti ed Elisabetta Dodi presentano il vademecum di LombardiaSociale dal titolo Minori e famiglie tra servizi e territorio. Politiche e interventi tra ordinario ed emergenza. Il documento raccoglie i principali articoli pubblicati su LombardiaSociale a partire da settembre 2019 sul tema delle politiche e dei servizi rivolti ai minori e alle loro famiglie. La selezione di contributi tocca principalmente tre aree tematiche: i servizi 0-6, progetti ed esperienze sperimentali e, infine, le risposte messe in campo dalla regione in fase di lockdown.

Politiche e governo del welfare

Sanità, spendere con saggezza

Su La Voce Vittorio Mapelli riflette sui tagli alla spesa sanitaria effettuati nell’ultimo decennio nel nostro Paese, che hanno riguardato il personale del Servizio sanitario nazionale, i posti letto ospedalieri, il numero di Aziende sanitarie locali e di strutture complesse. L’autore sottolinea inoltre l’importanza di investire i nuovi fondi, italiani ed europei, in arrivo per la sanità con saggezza e lungimiranza, in favore del nostro SSN non solo nell’immediato, ma anche nel futuro.

Famiglia, infanzia e adolescenza

A porte aperte: contro la povertà educativa

“Doors – A porte Aperte” è il titolo del documento che nasce dalla collaborazione e dall’esperienza di un partenariato tra associazioni, cooperative, università, enti locali per un progetto coordinato da Cies onlus e cofinanziato dall’impresa sociale Con i Bambini. Un percorso di progettazione partecipata ha favorito il dialogo tra le istituzioni e i membri della comunità educante, il cui obiettivo in comune è quello di favorire l’inclusione sociale e la parità nelle uguaglianze educative, con la convinzione che l’educazione sia in capo a tutta la comunità e non solo alla scuola. Leggi la presentazione nell’articolo su DireGiovani.

Anziani

Il terzo settore chiede interventi sulle residenze

“Intervenire in maniera puntuale, ma anche complessiva ed importante, sui servizi residenziali, sia intervenendo nelle norme di decretazione di urgenza di questo periodo sia prevedendo anche un significativo ed adeguato spazio per le tematiche sociosanitarie, nell’ambito delle politiche sanitarie che, ci pare di aver compreso, costituiranno questo come uno degli assi prioritari di intervento da finanziare con il Recovery Fund o con altri interventi europei”. Questa è la richiesta che si legge nella lettera congiunta di Anffas, Agespi, Anaste, Ansdipp, Aris, Uneba – inviata all’attenzione del Parlamento, della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Anci, e che accompagna un dettagliato documento in cui vengono evidenziate le attuali numerose criticità che stanno vivendo le strutture residenziali per persone con disabilità e persone anziane non autosufficienti.

Persone con disabilità

Per una scuola inclusiva anche ai tempi del Coronavirus

Anffas nazionale ha elaborato un opuscolo per informare tutti gli studenti, con particolare attenzione a quelli con disabilità, e le famiglie sui diritti all’inclusione e sulle misure di sicurezza per proteggere se stessi e gli altri nell’attuale e delicatissima fase di ritorno nelle aule. Nel documento sono presentati sinteticamente il percorso per la predisposizione del Piano Educativo Individualizzato (PEI) e, in ottica di corresponsabilizzazione, delle proposte e indicazioni pratiche, nonché alcuni materiali che possono essere utilizzati per il rientro in classe degli alunni con disabilità.

Politiche e governo del welfare

Un Manifesto per rinnovare le cure primarie

“Senza radici culturali, senza formazione e ricerca all’altezza dei problemi che devono affrontare, gli operatori delle cure primarie – dai medici di famiglia agli infermieri – sono destinati a rimanere le Cenerentole del Servizio sanitario nazionale”. Su Salute Internazionale Gavino Maciocco riprende e sottolinea l’importanza di alcuni dei dodici punti contenuti nel Manifesto Verso il libro azzurro prodotto da un gruppo di giovani medici di famiglia, infermieri e antropologi con l’obiettivo di rinnovare il sistema delle cure primarie e la medicina di famiglia in Italia.

Famiglia, infanzia e adolescenza

La scuola non aspiri alla normalità

Il ritorno alla normalità nel mondo dell’istruzione, secondo Giacomo Cossu, non è auspicabile. Al contrario, nel suo articolo per Sbilanciamoci, l’autore invita a vedere la crisi generata dalla pandemia come un’occasione per mettere mano ai problemi strutturali del nostro sistema educativo. Il cambiamento dovrebbe avere tre focus principali: l’accesso alla formazione, le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici della conoscenza e lo stato dell’edilizia scolastica e universitaria.