Segnalazioni nella sezione “Rassegna normativa”

Terzo settore

Piano triennale 2020-2022 e Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale

Il 4 novembre il Ministro Vincenzo Spadafora ha firmato il decreto di approvazione del Piano triennale 2020-2022 e del Piano annuale 2020 per la programmazione del servizio civile universale, atti di grande rilievo nell’ambito dell’attuazione della Riforma. Con la nuova programmazione del servizio civile universale, gli enti non presenteranno più singoli progetti ma programmi articolati in progetti che avranno obiettivi strategici comuni, uno specifico ambito di azione entro cui operare e una coerenza complessiva delle attività, per rendere più armonici ed efficaci gli interventi. Per approfondire:

Persone con disabilità

DI 03.07.2019: Fondo per il diritto al lavoro dei disabili 2019

Con il Decreto interministeriale 3 luglio 2019, pubblicato il 26 settembre 2019 sul sito istituzionale del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, sono stati attribuiti all’Inps ulteriori 19,1 milioni di euro a valere sul Fondo per il diritto al lavoro dei disabili per l’anno 2019. Scarica qui il Decreto.

Migrazioni

DM 04.10.2019: Individuazione dei Paesi di origine sicuri

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero degli Affari Esteri del 4 ottobre 2019 relativo all’individuazione dei Paesi di origine sicuri ai sensi dell’articolo 2-bis del D.Lgs 25/2008. Tredici i Paesi “sicuri” individuati dal DM (Algeria, Marocco, Tunisia, Albania, Bosnia, Capo Verde, Ghana, Kosovo, Montenegro, Macedonia del nord, Senegal, Ucraina e Serbia) per i quali verranno respinte le richieste d’asilo, a meno che il singolo richiedente non riesca a dimostrare che la sua situazione è tale che un ritorno in patria gli potrebbe arrecare gravi danni.

Anziani

DDL 1461/2019: Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare

Si è finalmente giunti a un testo unificato di disegno di legge nazionale sui caregiver: il DDL 1461/2019 è stato depositato ad agosto e attende di essere preso in esame in commissione. Tra le principali novità, la descrizione della procedura per la nomina e il riconoscimento dei contributi per tre anni.

Leggi una sintesi del provvedimento su Redattore Sociale.

Istituzioni e governance

Regione Liguria: DCR 21/2019, Documento di Economia e Finanza Regionale 2020/2022

Nel contesto del DEFR è individuata la Missione: “Rafforzare il sostegno alla fragilità sociale ed implementare gli interventi di sostegno per la famiglia”, con obiettivi specifici concernenti la prima infanzia, minori collocati in struttura, e miglioramento dei servizi, famiglia, persone anziane, donne vittime di violenza, persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria, persone senza fissa dimora.
Sono altresì specificati interventi per contrastare la povertà, ridurre il disagio abitativo.

 

DCR 31 luglio 2019, n. 21

Istituzioni e governance

Introduzione dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica

L’educazione civica contribuisce a formare cittadini responsabili e attivi e a promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità, nel rispetto delle regole, dei diritti e dei doveri.
A decorrere dal 1º settembre del primo anno scolastico successivo all’entrata in vigore della presente legge, nel primo e nel secondo ciclo di istruzione è istituito l’insegnamento trasversale dell’educazione civica.

 

Legge 20 agosto 2019, n. 92

Istituzioni e governance

Sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie e sociosanitarie

In data 25 settembre 2019, il Senato ha approvato il DdL S. 867 Disposizioni in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie e socio sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni. L’iniziativa riconosce la necessità di fare fronte, attraverso misure di prevenzione e contrasto, a un fenomeno riconosciuto come emergente, riferito a gli atti di violenza a danno degli esercenti le professioni sociosanitarie caratterizzate da un peculiare tipo di rapporto, inevitabilmente interattivo, con i soggetti di cui si prendono cura o con i loro familiari che, non di rado, versano in condizioni di vulnerabilità, frustrazione o perdita di controllo.

Si prevede l’istituzione di un Osservatorio nazionale sulla sicurezza di questi professionisti che, operando anche in collaborazione con l’Osservatorio nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza nella sanità e gli ordini professionali, avrà il compito di monitorare gli eventi sentinella, promuovere studi e analisi per la formulazione di proposte e misure idonee a ridurre i fattori di rischio negli ambienti più esposti, monitorare l’attuazione delle misure di prevenzione e protezione, e promuovere la diffusione delle buone prassi. Rispetto all’ambito penale, si integra:

  • l’articolo 583-quater c.p., disponendo che, in caso di lesioni personali gravi o gravissime cagionate a personale esercente una professione sanitaria o socio-sanitaria o a incaricati di pubblico servizio presso strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche o private, si applichino le stesse pene previste nel caso di pubblico ufficiale in servizio di ordine pubblico in occasione di manifestazioni sportive;
  • l’art. 61, che disciplina le circostanze che aggravano un reato, con l’introduzione dell’aggravante costituita dall’aver commesso il fatto con violenza o minaccia in danno degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni.

Il completamento dell’iter alla Camera consentirà l’emanazione di un provvedimento atteso, ma che necessita di essere esteso per affrontare il problema che tocca le professioni sociali che non esercitano in ambito sanitario, come dimostrato dalla ricerca sulle aggressioni a danno degli assistenti sociali di cui si è dato recentemente notizia.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Sconti e agevolazioni per le famiglie numerose con la Carta della Famiglia

Il Ministro per la famiglia e le disabilità ha decretato il rilascio della Carta della Famiglia, specificando i criteri con cui viene emessa e le agevolazioni che comporta. I beneficiari sono le famiglie con più di tre figli conviventi al di sotto dei 26 anni. La carta concede sconti su servizi e beni erogati da soggetti pubblici o privati che aderiscono all’iniziativa. Vedi il decreto del 27 giugno 2019.

Persone con disabilità

Regione Piemonte: DGR 148/2019, Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Programma attuativo 2018 e criteri di riparto delle risorse ministeriali agli Enti gestori

Le risorse sono destinate all’attuazione degli interventi e dei servizi alle persone con disabilità grave. Il riferimento è la Legge 112/2016 e il D.M. 23 novembre 2016 che dispone le modalità per l’individuazione delle equipe multiprofessionali; definizione dei progetti personalizzati; budget di progetto; percorsi programmati di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine ovvero per la deistituzionalizzazione; prestazioni di accompagnamento; erogazione assegno di cura rimborsi di spese documentate a volontari e collaborazione con associazioni di volontariato; sperimentazione di accoglienze supportate.

 

DGR 2 agosto 2019, n. 4-148

Istituzioni e governance

Regione Lazio: DGR 565/2019, Programmazione delle risorse regionali per gli interventi sociali e sociosanitari per il 2019

Le risorse sono riferite a: Progetto TE Lazio per la terza età; soggiorni estivi delle persone con disabilità; recupero architettonico di Corviale; finanziamento Ipab S. Alessio Margherita di Savoia per i Ciechi per sottoscrizione accordo di programma annuale; modifica degli strumenti di guida e adattamento dei veicoli di guida; progetto PIPPI; ricoveri nelle RSA e centri di riabilitazione; interventi a favore dei disagiati psichici; finanziamento progetto Lingua dei segni; Case Famiglia per soggetti con handicap.

 

DGR 30 luglio 2019, n. 565

Persone con disabilità

Regione Veneto: DGR 1034/2019, Collaborazione tra ALISA – Sistema sanitario Regione Liguria e le Regioni Veneto, Marche, Umbria e Campania per un progetto sui disturbi dello spettro autistico

Viene approvato l’accordo di collaborazione tra Regione e Aziende sanitarie per la realizzazione del progetto “I disturbi dello spettro autistico: Strumenti e percorsi in età evolutiva finalizzati alla continuità delle cure”: sperimentazione, valutazione, diffusione di interventi che assicurino la continuità di cura, affrontare la criticità della transizione dall’età evolutiva all’età adulta; sperimentazione, valutazione e diffusione di idonee soluzioni residenziali e semiresidenziali, delle migliori pratiche per l’integrazione scolastica, la transizione dall’istruzione al lavoro.

 

DGR 12 luglio 2019, n. 1034