Tag “accesso ai servizi”

Persone con disabilità

Ci vuole un Progetto di Vita

La persona con disabilità può collaborare, partecipare e scegliere il suo percorso di vita, anche in presenza di una fragilità fisica o comportamentale. Ancora oggi, sebbene si parli di progetto di vita, ci si scontra con una parcellizzazione di interventi che rivolge l’attenzione al “qui e ora”. Chi ha in carico la persona con disabilità ha il compito fondamentale di aiutare a pensarsi in una dimensione completa, in continuo cambiamento, ponendosi obiettivi di crescita a partire dalla proprie caratteristiche, dai propri bisogni, dai propri ambienti di vita e dalle proprie risorse personali. Leggi >

Anziani

P.A. di Trento: LP 14/2017, Riforma del welfare anziani

Prevenzione, assistenza domiciliare, residenzialità leggera, forme alternative di coabitazione e case di riposo. Sono alcuni degli interventi e servizi per gli anziani non autosufficienti e le loro famiglie che la Provincia Autonoma di Trento intende ampliare.  La nuova legge regionale modifica ed integra le precedenti in tema di anziani non autosufficienti, politiche sociali e tutela della salute.
PATrento_LP_14_2017

Persone con disabilità

Regione Piemonte: DGR 5535/2017, Network informativo sulla disabilità

Per migliore l’informazione in tema di disabilità, la Regione Piemonte intende coinvolgere nella stesura delle “Guide alle agevolazioni fiscali e ai contributi regionali per le persone disabili” anche attori istituzionali quali INPS, INAIL e Agenzia Piemonte Lavoro. La sperimentazione,  in una prima fase circoscritta alla Provincia del Verbano Cusio Ossola, avrà la durata di un anno.
Piemonte_DGR_5535_2017

Famiglia, infanzia e adolescenza

Nidi e disuguaglianze sociali

Dopo la pausa estiva riaprono i nidi. Questi servizi hanno registrato nel corso degli anni un certo grado di espansione, con l’obiettivo di sostenere i bisogni di conciliazione e di sviluppare il capitale umano. Diversi studi, tuttavia, hanno messo in evidenza come questi servizi possano paradossalmente avere un impatto negativo sulle diseguaglianze, in particolare quando ne beneficiano più famiglie di classe medio-alta che le altre. Fra i fattori che possono determinarne l’impatto, vi sono le scelte delle istituzioni in merito ai criteri di accesso e compartecipazione al costo di questi servizi. Leggi >

Persone con disabilità

Regione Toscana: DGR 666/2017, Percorsi Assistenziali per Soggetti con bisogni Speciali

Per favorire l’equo accesso delle persone con disabilità nei diversi ambiti di erogazione delle cure, compresa la promozione della salute e la prevenzione primaria e secondaria, la Regione Toscana ha definito appositi indirizzi e azioni. Il modello di intervento “PASS – Percorsi Assistenziali per Soggetti con bisogni Speciali” necessita, secondo quanto riportato nel provvedimento, uno sviluppo su un arco di tempo pluriennale.
Toscana_DGR_666_2017
Toscana_DGR_666_2017_All.A
Toscana_DGR_666_2017_All.B

Persone con disabilità

Assistenza territoriale: ancora profonde differenze nelle regioni

La fotografia della situazione dell’assistenza territoriale in Italia è fornita dal rapporto “Fuori dall’ospedale, dentro le mura domestiche. Monitoraggio dei servizi sul territorio”. Secondo lo studio realizzato da Cittadinanzattiva, il complesso dei servizi sanitari sul territorio garantito dalle regioni appare poco aderente alla Legge Balduzzi, al Piano delle Cronicità e al Patto per la Salute. Vi sono profonde differenze di qualità e quantità di servizi offerti. Valga come esempio l’Alzheimer: un unico centro in Molise, 109 in Veneto. La recensione di Redattore Sociale.

Persone con disabilità

Nasce l’Alleanza Italiana per le Malattie Rare

Con l’accordo siglato alla Camera dei Deputati tra l’Intergruppo Parlamentare Malattie Rare e l’Osservatorio Farmaci Orfani, nasce l’Alleanza Italiana per le Malattie Rare, con l’obiettivo di favorire un circolo virtuoso di collaborazione tra la società civile e il mondo politico istituzionale. Qui il Memorandum di Intesa e il lancio sulla testata Superando.it.

Persone con disabilità

Sclerosi multipla, Barometro 2017

Emergono dati ed evidenze dal Barometro 2017, curato dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. La popolazione con sclerosi multipla conta oggi in Italia circa 114.000 uomini e donne, costretti a convivere ogni giorno con i sintomi di una malattia che induce disabilità progressiva, ma anche con le difficoltà legate al rapporto con i servizi sanitari e assistenziali. La diagnosi arriva la maggior parte delle volte tra i 20 e i 40 anni di età. Il rapporto 2017 evidenzia come solo in sette Regioni (Sicilia, Veneto, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Puglia e Lombardia) sia disponibile un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale dedicato, in un quadro nazionale con notevole varietà di approcci, modelli e processi.

Persone con disabilità

Spazio Disabilità: il nuovo servizio in Regione Lombardia

Spazio Disabilità è il servizio informativo di Regione Lombardia dedicato alle persone con disabilità, alle loro famiglie, agli operatori e ai volontari, alle associazioni e organizzazioni pubbliche e private che operano nel territorio. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con le principali reti associative delle persone con disabilità attive in regione (Uici, Ledha, Aias, Anffas, Anmic ed Ens).

Il progetto si svilupperà attraverso la creazione di un sistema territoriale in rete, con la presenza di un esperto presso gli Uffici territoriali regionali e le 13 antenne territoriali associative (una in ogni capoluogo di provincia e due a Milano). E’ disponibile il portale web Lombardia Facile quale risorsa universale – in italiano e inglese – con informazioni sui diritti garantiti e sull’offerta di servizi rivolti alle persone con disabilità.

Anziani

Chi vuole gli utenti “di nessuno”?

L’Assistente Sociale di una cooperativa sociale lombarda che eroga servizi di assistenza domiciliare privata “fotografa” la situazione degli utenti anziani che si rivolgono ai soggetti del terzo settore, i loro problemi, le difficoltà nell’accedere ai servizi pubblici, ed altro ancora. Tra le altre cose viene messo in rilievo come stiano aumentando le persone che non potranno né usufruire del servizio pubblico né pagarne uno privato.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo pubblicato su LombardiaSociale.

Persone con disabilità

Misure FNA: quale Isee utilizzare?

L’esame della normativa nazionale e regionale fa emergere delle incoerenze applicative sul piano dell’accesso alle misure di natura sociosanitaria collegate al Fondo per la Non Autosufficienza. L’avv. De Luca, esperto del Servizio Legale di LEDHA, ne discute nell’intervista pubblicata da LombardiaSociale.