Segnalazioni con tag “badanti”

Anziani

Regione Toscana: DGR 66/2019, Progetto regionale Pronto Badante

Il progetto regionale “Pronto Badante – Interventi di sostegno e integrazione nell’area dell’assistenza familiare in Toscana” promuove la realizzazione di azioni di sostegno temporaneo alla famiglia con anziano convivente o all’anziano che vive da solo, in un’ottica di risposta immediata ai bisogni emergenti, al fine di supportare la famiglia nella gestione improvvisa dell’anziano che si trova per la prima volta in una situazione di disagio e difficoltà.

DGR 21 gennaio 2019, n. 66

Anziani

Il valore del lavoro domestico

Colf e badanti: in Italia 865 mila regolari su 2 milioni di lavoratori domestici. Una nuova elaborazione dei dati Istat e Inps sul lavoro domestico regolare viene proposta da dall’Associazione Nazionale Famiglie Datori di Lavoro Domestico, in collaborazione con Fondazione Leone Moressa. Le famiglie italiane spenderebbero ogni anno 7 miliardi di euro in personale domestico che accudisce persone disabili e anziane (1,3% del PIL).

Per maggiori dettagli ed infografiche leggi l’articolo su Vita e La Repubblica.

Anziani

Regione Umbria: DGR 1251/2017, Linea guida in materia di assistenza familiare

Con l’approvazione della Linea guida in materia di assistenza familiare delle persone anziane in condizione di dipendenza assistenziale o di non autosufficienza, la Regione Umbria intende migliorare e potenziare l’offerta di prestazioni contribuendo a sostenere la permanenza a domicilio.
Umbria_DGR_1251_2017

Anziani

Regione Veneto: LR 38/2017, Norme per il sostegno dell’assistenza familiare

Per sostenere le famiglie nell’assistenza delle persone anziane e non autosufficienti, la Regione Veneto dispone nuove norme per la qualificazione, la regolarizzazione e il sostegno del lavoro degli assistenti familiari (badanti). Fra le iniziative promosse vi sono la formazione dell’assistente familiare, la consulenza in favore delle famiglie e interventi di sostegno economico.
Veneto_LR_38_2017

Anziani

Regione Toscana: DGR 1154/2017, Progetto “Pronto Badante”, rinnovo

Visti gli esiti positivi della sperimentazione ancora in corso, la Regione Toscana ha deciso dare prosecuzione agli interventi di sostegno nell’area dell’assistenza familiare, attraverso l’approvazione del progetto annuale sperimentale “Pronto Badante”, esteso a tutto il territorio regionale. Il progetto viene così prolungato fino al 28 febbraio 2019.
Toscana_DGR_1154_2017

Anziani

Lavoro, oltre 1 milione di colf e “badanti” nelle case degli italiani

Ricerca “Domina”, realizzata dalla Fondazione Leone Moressa. Nel 2015 presso le famiglie italiane sono assunti in regola 886.125 lavoratori domestici, ma considerando gli irregolari si supera il milione. Dal 2007, il numero complessivo è cresciuto del 42%. La spesa delle famiglie di circa 7 miliardi di euro l’anno.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo pubblicato su Redattore Sociale.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il Bonus Assistenti Familiari del Comune di Milano

Aperta il 31 maggio la raccolta delle domande per il BAF – Bonus Assistenti Familiari del Comune di Milano. Il bonus è destinato ai residenti a Milano con Isee familiare fino a 17.000€. Consiste in un rimborso spese, una tantum e in unica tranche, di 1.500 euro. Per accedervi occorre assumere regolarmente gli assistenti familiari con un contratto di almeno 15 ore settimanali. Il beneficiario, se anziano e se lo richiede per un/a badante, deve avere almeno 60 anni d’età e non essere ricoverato in via definitiva in struttura residenziale. Il contributo per tate o baby-sitter è riconosciuto alle famiglie con bambini fino a 8 anni d’età. I richiedenti non devono essere titolari di altri contributi erogati dal Comune di Milano per la stessa finalità. I contributi sono concessi sino ad esaurimento delle risorse (l’eventuale lista d’attesa avrà validità fino al 31 dicembre di ogni anno). Priorità è data alla persone che vivono sole e senza nessuno che se ne occupi (inclusi gli eventuali obblighi di legge) e alle famiglie mono-genitoriali. In caso di parità di tali condizioni, prevale l’Isee inferiore. Le domande sono raccolte dallo sportello “CuraMi”, presso il Pio Albergo Trivulzio.

Migrazioni

Il lavoro delle straniere nelle case di Roma

L’area romana rappresenta da sempre uno dei principali fulcri del panorama dell’immigrazione in Italia. L’Osservatorio romano sulle migrazioni, nella sua dodicesima edizione, mette in luce il processo di femminilizzazione dei flussi migratori della capitale dagli anni ’70 ad oggi. Tra i cittadini stranieri a Roma le donne sono più della metà, e lavorano soprattutto come collaboratrici domestiche e famigliari, con ruoli di cura della casa e della persona.

Per approfondire il tema leggi l’articolo di Mariapaola Nanni su InGenere.

Anziani

La falsa partenza

L’intervista a Sergio Pasquinelli, realizzata da Rosemarie Tidoli e pubblicata su LombardiaSociale, si focalizza sullo stato di attuazione della legge regionale n.15/2015 sul lavoro di cura a seguito dei provvedimenti attuativi recentemente emanati (DGR X-5648/2016 “Piano delle azioni regionali e delle linee guida per l’istituzione degli sportelli per l’assistenza familiare e dei registri degli assistenti familiari”).
Link all’articolo