Tag “contrasto alla povertà”

Professioni sociali

Homelessness e professioni sociali

Il contributo propone una breve riflessione sul ruolo centrale delle helping profession nelle politiche di contrasto alla grave marginalità adulta. Partendo dall’eterogeneità e molteplicità di situazioni che il termine homelessness va ad inquadrare, si intende sottolineare come i professionisti dei servizi socioassistenziali non siano assolutamente dei meri esecutori, ma piuttosto “strumenti” fondamentali di attuazione e riorientamento delle policies, nonché osservatori precoci di mutamenti sociali che la pandemia ha reso evidenti. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Il Piano nazionale di contrasto alla povertà nella sua dimensione infrastrutturale

Il secondo Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà (2021-2023) è stato approvato il 28 luglio scorso dalla Rete della protezione e dell’inclusione sociale, nell’ambito del nuovo Piano Nazionale degli Interventi e dei Servizi Sociali, che contiene al suo interno anche il Piano sociale nazionale 2021-2023. Si tratta dello strumento programmatico per l’utilizzo delle risorse della cosiddetta Quota Servizi del Fondo Povertà (di cui all’art. 7, comma 2, del D.Lgs. 147/2017) ed ha la funzione di rafforzare gradualmente servizi ed interventi, per il raggiungimento dei livelli essenziali delle prestazioni assistenziali da garantire su tutto il territorio nazionale. Andrea de Conno ci propone un contributo articolato ed argomentato relativo ai Leps nell’ambito delle priorità di intervento e di finanziamento del Piano. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Reddito di Cittadinanza: i correttivi proposti dal Comitato Scientifico

Lo scorso 9 novembre sono state presentate le proposte elaborate dal Comitato Scientifico, incaricato dal Ministro del Lavoro e presieduto da Chiara Saraceno, per la revisione del Reddito di Cittadinanza. I correttivi potrebbero essere recepiti con emendamenti alla legge di Bilancio, che destina 1 miliardo aggiuntivo al Rdc (portando nel 2022 a circa 8,7 miliardi le risorse complessivamente disponibili). Essi si focalizzano in particolare sul disegno della misura e si articolano in dieci punti tra i quali il dimezzamento del tempo di residenza per gli stranieri, la modifica alla scala di equivalenza, gli incentivi al lavoro, per limitare il rischio di trappola della povertà. Riprendiamo di seguito sinteticamente alcune delle proposte. Per una trattazione più ampia si rimanda alla sintesi della relazione e al documento esteso. Leggi >

Politiche e governo del welfare

1. “Non più come prima”. Il PNRR come opportunità e sfida

Il Punto di Welforum Welforum.it ha intercettato tempestivamente e seguito con continuità l’irrompere della pandemia, il dilagare dei contagi, i decessi, le resistenze opposte, i danni sociali ed economici prodotti, la lenta e faticosa ripresa, raccogliendo in specifici Punti di Welforum gli articoli via via pubblicati. Proponiamo ora una nuova raccolta dedicata al PNRR. In questa prima parte del Punto vengono ripresi articoli sulla situazione del contesto sociale ed economico e sul PNRR nei suoi aspetti generali. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Reddito di cittadinanza: le 8 proposte dell’Alleanza

L’Alleanza contro la povertà ha presentato, lo scorso 7 ottobre, le sue proposte di riforma del Reddito di Cittadinanza, da sottoporre a Governo e Parlamento in vista della Legge di Bilancio. Si tratta di un position paper redatto da un comitato scientifico, coordinato da Stefano Sacchi, ex presidente dell’INAPP e docente al Politecnico di Torino. Tra le proposte contenute ed argomentate nel documento la maggior attenzione alle famiglie numerose con figli minori, la necessità di rendere la misura meno selettiva nei confronti degli stranieri, la revisione di alcuni requisiti di accesso ed il maggior investimento nei confronti dell’attivazione lavorativa dei beneficiari. Riprendiamo di seguito una sintesi delle proposte, insieme al documento scaricabile per intero. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Isee: nuovi cambiamenti. Cosa migliora e cosa no?

Dopo le modifiche introdotte nel 2020, un nuovo decreto ha nuovamente modificato nell’agosto 2021 l’Isee, prevedendo che si possa fare un “ISEE corrente” anche quando sono diminuiti i patrimoni mobiliari e/o immobiliari, e non solo i redditi. Ma mentre si mette in luce che cosa migliora occorre anche riflettere su quali criticità restano aperte nell’Isee. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Reddito di Cittadinanza: il monitoraggio plurale della Caritas

Il Rapporto Caritas sulle politiche contro la povertà, inserito nella tradizione dei rapporti sulle politiche di contrasto al fenomeno, giunge quest’anno alla sesta edizione ed è dedicato al Reddito di Cittadinanza, la misura di contrasto alla povertà in vigore nel nostro Paese da marzo 2019. Del RdC si è molto parlato sin dalla sua gestazione e proprio per questo che richiede un’osservazione ancora più minuziosa di come stiano andando le cose, sgombrando il campo da aneddotica e luoghi comuni e guardando alla realtà a partire dalle testimonianze dei diretti interessati e dai dati raccolti sul campo. Il Rapporto è proprio l’esito di un percorso di studio, ricerca e riflessione partecipata sulla misura, finalizzato a comprenderne a fondo le dinamiche di attuazione e a proporre delle direzioni per un suo sviluppo e miglioramento. Riprendiamo di seguito un corposo estratto dell’Executive summary, scaricabile per esteso insieme al Rapporto completo. Leggi >

Mese sociale. Sarà sociale? Reminder per il nuovo governo

Quanta attenzione dedicherà il governo Draghi ai temi del welfare sociale? Presto per dirlo. Il tema dei giovani sembra caro al neo primo ministro, altri, come il Reddito di cittadinanza, un po’ meno. Il nuovo dicastero per la disabilità, che ha suscitato forti perplessità, è ancora tutto da decifrare in termini di agenda dei lavori, mentre sul resto siamo ancora ai blocchi di partenza. Leggi >

Persone con disabilità

Legge di bilancio 2021: importanti novità per la disabilità

La legge di bilancio 2021 contiene delle previsioni normative innovative e di allocazione di specifici fondi che riguardano le politiche e i servizi rivolti alle persone con disabilità e alle loro famiglie, sia sul piano della salute e della prevenzione sia su quello dell’inclusione sociale e della tutela dei diritti sanciti dalla Convenzione ONU. In questo articolo evidenziamo quelle che consideriamo di maggior interesse. Leggi >

Persone con disabilità

Lavoratori con disabilità: un’espulsione annunciata

A fianco della catastrofe causata dalla pandemia di intere filiere produttive, delle crisi aziendali vecchie e nuove, c’è da aggiungere quella che riguarda i lavoratori con disabilità: persone con una loro dignità, con la voglia di restare aggrappati a un posto di lavoro che ha un significato non solo di sostentamento, persone soggette al concreto rischio di essere definitivamente estromesse dal mondo produttivo. Le forze sociali e politiche, gli opinion maker e gli operatori dei media sono esortati a farsi carico del dramma sociale a cui stiamo assistendo e a contribuire a rompere il silenzio. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Combattere la povertà

Welforum.it ha scelto di non farsi carico della rassegna e del commento dei volumi che via via escono sulle politiche e i servizi sociali, perché la selezione sarebbe delicata e perché altri fanno questo servizio. Abbiamo fatto rare eccezioni per alcuni volumi scritti, su temi per noi centrali, dai diretti responsabili e dai più stretti collaboratori di welforum. In questa selezione entra ora il libro di Cristiano Gori, Combattere la povertà di recentissima pubblicazione per Laterza, che offre un apporto tanto alla storia del welfare nel nostro paese che all’analisi delle politiche, e può rappresentare anche un buon strumento didattico. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Ripensare le politiche contro la povertà

I nuovi dati sulla povertà rilasciati dall’Istat restituiscono l’immagine di un paese con un sistema di welfare che è solo all’inizio del proprio percorso di sostegno alle famiglie a basso reddito. Se da una parte il Reddito di Cittadinanza è stato un passo avanti importante in questo senso, molta strada resta ancora da fare per migliorare l’inclusività e l’efficacia del welfare in Italia. I risultati di due esperimenti conclusi recentemente in Finlandia e Olanda offrono l’opportunità di pensare a delle alternative che possano migliorare lo status quo. Leggi >