Segnalazioni con tag “Coronavirus”

Migrazioni

Il 2020 è stato un anno di svolta per l’immigrazione italiana?

I dati Istat relativi al bilancio demografico 2020 mettono in luce come il saldo migratorio italiano abbia registrato un brusco calo, tornando ai livelli precedenti il boom migratorio avviatosi a inizio secolo. Gli ingressi hanno infatti superato le uscite solo di 80 mila unità. Tale riduzione è senz’altro un effetto delle ripercussioni sul mercato del lavoro e delle restrizioni alla mobilità territoriale imposti dalla pandemia. Eppure la crisi del Covid-19 sembra avere solo accelerato un processo già innescato dalla crisi economica del 2008. Su La rivista Il Mulino Asher Daniel Colombo e Gianpiero Dalla Zuanna riflettono sul fenomeno a partire dall’analisi condotta su questo tema dall’Istituto Cattaneo.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’opinione degli italiani sulla DAD

Demopolis e Con i Bambini condividono i risultati di un sondaggio sull’opinione degli italiani rispetto alla DAD che ha coinvolto circa 2.004 intervistati. Solo 3 italiani su 10 esprimono un giudizio positivo e il 51% dei genitori non è ancora riuscito a garantire agli studenti un adeguato accesso al servizio. La ricerca affronta, inoltre, le principali criticità della DAD secondo gli italiani: la distrazione degli studenti (73%), la loro condizione emotiva (63%) e la scarsa dotazione tecnologica (51%).

Altre politiche

Vax-Covid: a passo di gambero

Su Salute Internazionale Marco Geddes e Gavino Maciocco analizzano l’interdipendenza tra i numeri dei morti da Coronavirus e quelli delle vaccinazioni in Italia. Nell’ultimo periodo le distanze tra noi e gli altri paesi si sono allargate: è eclatante in particolare il confronto con la Gran Bretagna che nel periodo 15-28 marzo 2021 ha registrato 1,6 decessi ogni 100 mila abitanti, rispetto ai nostri 9,6. I ritardi nella copertura vaccinale – nel primo trimestre 2021 le compagnie hanno consegnato all’Italia 12 milioni e 283 mila, contro i 28 milioni di dosi previste – hanno comportato un rovinoso eccesso di mortalità. Gli autori riflettono in particolare sul caso Italia e sul caso Toscana.

Migrazioni

Il Covid-19 aggrava le disuguaglianze nell’accoglienza dei richiedenti asilo

Il Jesuit Refugee Service ha pubblicato un rapporto che compara l’impatto del Covid-19 sulle condizioni di vita dei richiedenti asilo in 9 Stati membri dell’Unione europea (Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Malta, Portogallo, Romania e Spagna). Il rapporto propone una mappatura relativa alla possibilità di accedere al sistema di accoglienza durante la pandemia e studia l’impatto delle misure di prevenzione sulle condizioni materiali di accoglienza, esaminandone la resilienza. Il JRS, assistendo in prima persona alle difficoltà incontrate dai richiedenti asilo nell’adesione alle misure di prevenzione della pandemia, ha rilevato come la già carente fornitura di accoglienza in molti paesi europei sia stata ulteriormente aggravata dalla pandemia, provocando un peggioramento della qualità di vita delle persone ospitate.

Famiglia, infanzia e adolescenza

L’apprendimento a distanza per l’Unicef

Il gruppo CRC riprende il report Covid-19 and school closures dell’Unicef (anticipato in un comunicato) sull’impatto del primo anno di pandemia sull’apprendimento dei bambini, evidenziando le differenze di policy tra paesi. In alcune aree del mondo la chiusura ha portato ad un aumento dei matrimoni precoci e delle violenze sessuali e in molti contesti il diritto all’istruzione non è stato garantito, a causa della mancanza di connessione internet e di infrastrutture adeguate per la didattica a distanza.

Politiche e governo del welfare

Istat: la dinamica demografica durante la pandemia

Il 26 marzo Istat ha pubblicato il report La dinamica demografica durante la pandemia Covid-19, che sottolinea gli effetti negativi prodotti dalla crisi sanitaria nell’amplificare la tendenza al declino della popolazione. Al 31 dicembre 2020 la popolazione residente risulta diminuita di quasi 384 mila unità (-0,6%) rispetto all’inizio dell’anno. Con quasi 16 mila nati in meno rispetto al 2019, nel 2020 si registra un nuovo minimo storico di nascite dall’unità d’Italia (404.104 nuovi bambini iscritti all’anagrafe), un massimo storico di decessi (+112 mila rispetto al 2019) dal secondo dopoguerra e una forte riduzione dei movimenti migratori.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Alleanza per l’Infanzia: ripensare alle misure di sostegno alle famiglie

L’Alleanza per l’Infanzia evidenzia in un comunicato alcune criticità cui le misure emergenziali dedicate ai genitori nelle prime fasi della pandemia non hanno risposto adeguatamente, così come rischiano di fare le più recenti proposte. Il documento presenta anche alcuni suggerimenti: l’introduzione di un congedo straordinario in grado di favorire l’utilizzo anche da parte dei padri, e l’inclusione nel bonus babysitting di tutti i genitori di minori di 14 anni, indipendentemente dal settore e dalle modalità di lavoro.

Povertà e disuguaglianze

DD 15.02.2021: Avviso 3/2016 – Nuova proroga della scadenza per la conclusione delle attività

Con Decreto Direttoriale n. 44 del 15 febbraio 2021 è stato prorogato al 31 dicembre 2021 il termine ultimo per la conclusione delle attività valorizzate sull’Avviso 3/2016, inizialmente prevista per il 30 giugno 2021. In considerazione dell’emergenza sanitaria e della concreta possibilità di ulteriori rallentamenti nella piena realizzazione degli interventi, si è data la possibilità agli Ambiti Territoriali di dilatare i tempi. Le spese relative alle attività concluse al 31 dicembre 2021 dovranno essere pagate e quietanzate entro e non oltre i sessanta giorni successivi a tale data.

Altre politiche

DL 12/2021: Ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-legge 12 febbraio 2021 con il quale viene disposto che dal 16 al 25 febbraio 2021 sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse Regioni o Province Autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Altre politiche

Ordinanza 738/2021: Ulteriori interventi urgenti di protezione civile per l’emergenza relativa al rischio sanitario per patologie derivanti da agenti virali trasmissibil

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’Ordinanza del Dipartimento della Protezione civile 9 febbraio 2021 con la quale, in ragione dell’attuale situazione pandemica e del perdurare dello stato di emergenza, il termine relativo alle procedure elettorali per il rinnovo degli organi degli Ordini delle professioni sanitarie in scadenza non ancora avviate ovvero già avviate e non ancora concluse, già differito al 31 gennaio 2021, è ulteriormente differito fino al 31 marzo 2021.

Altre politiche

Regione Lombardia: DCR 1564/2020, Ordine del giorno concernente il potenziamento delle Usca

Viene rilevato che su 200 Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) previste (una ogni 50.000 abitanti) per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19, che non necessitano di ricovero ospedaliero, ne sono attive 157, con 422 medici. L’attività delle Usca ha permesso di non gravare eccessivamente il sistema ospedaliero e il lavoro dei medici di medicina generale, e pertanto la Giunta regionale viene invitata a prevedere congrua dotazione economica per l’acquisto di apparecchi sanitari da fornire alle Usca lombarde.

 

DCR 17 dicembre 2020, n. XI/1564

 

Famiglia, infanzia e adolescenza

DL 30/2021: Congedi parentali e bonus baby-sitting per lavoratori con figli minori in DAD

Il Decreto legge n. 30 del 13 marzo 2021 permette ad almeno un genitore di minori di 16 anni di svolgere il proprio lavoro in modalità agile o di astenersi dall’attività in caso di necessità. Ciò è possibile quando il minore è in didattica a distanza, in quarantena o sia risultato positivo all’infezione del virus. In caso di astensione dall’attività lavorativa, l’indennità è fissata al 50% della retribuzione. In alternativa, per genitori di minori di 14 anni, è previsto un bonus baby-sitting di 100 euro settimanali.