Tag “demenze”

Anziani

I centri diurni Alzheimer

Il Piano nazionale demenze, approvato nel 2014, prevede la creazione, riorganizzazione e potenziamento di una rete di servizi e funzioni integrate in grado di garantire la diagnosi  e  la  presa  in  carico tempestiva, la continuità assistenziale  ed  un  corretto  approccio alla persona ed alla sua famiglia nelle diverse fasi della malattia e dei diversi contesti di vita  e  di  cure. Fra i servizi da garantire ci sono anche i Centri diurni demenze/Alzheimer. Nonostante la previsione nazionale e l’inserimento dei servizi semiresidenziali nei Livelli Essenziali di Assistenza, i centri diurni Alzheimer stentano a diffondersi nel territorio nazionale. Leggi >

Anziani

Regione Toscana: DGR 1402/2017, Piano Regionale Demenze

In attuazione del Piano Nazionale Demenze, con questa delibera vengono date indicazioni per l’organizzazione di una rete sociosanitaria integrata per la cura e l’assistenza delle persone con demenza. Il provvedimento dispone, inoltre,  il recepimento del PDTA nazionale e delle Linee di indirizzo nazionali sull’uso dei Sistemi Informativi, oltre  all’approvazione del Piano Regionale Demenze.
Toscana_Piano_Regionale_Demenze

Mese sociale. Più coraggio sui caregiver

Sono più di 3 milioni gli italiani, soprattutto donne tra i 45 e i 60 anni, che assistono un congiunto disabile o non autosufficiente. L’Italia fa poco per loro. I caregiver sono una risorsa di cui avremo sempre più bisogno, ma il disegno di legge in discussione al Senato non fa molti passi in avanti, con una sintesi al ribasso dei tre disegni di legge precedenti. Non è solo una questione di fondi, ma di tutele e di strumenti di tipo previdenziale, sanitario, assicurativo. Leggi >

Anziani

Rapporto Mondiale Alzheimer 2016

Il Rapporto Mondiale Alzheimer 2016, Come migliorare l’assistenza sanitaria delle persone con demenza, riesamina in lingua inglese le prove di ricerca sugli aspetti sanitari delle persone affette da demenza e, utilizzando una modellazione economica, suggerisce come dovrebbe essere migliorata e resa più efficiente la cura. Il Rapporto afferma che i servizi sanitari attuali per la demenza sono troppo specializzati e che occorre un riequilibrio con un ruolo più importante per la cura primaria e comunitaria.

 

Anziani

Un caso di demenza su tre è prevedibile

Secondo un lavoro della Lancet Commission on Dementia Prevention and Care, presentato all’Alzheimer’s Association International Conference, un caso di demenza su tre sarebbe prevenibile intervenendo su alcuni fattori di rischio. I fattori sarebbero nove: educazione, udito, attività fisica, diabete, fumo, depressione, rapporti sociali, dieta e traumi cranici.

Approfondisci il tema leggendo l’articolo sul sito di Health Desk.

Anziani

Demenze: i lenti progressi di un Piano necessario

Il “Piano Nazionale Demenze” è entrato in vigore all’inizio del 2015. Lo si può considerare poco più di un primo passo, ma un primo passo importante, solo se anche gli altri passi saranno compiuti, cioè i passaggi che dovrebbero renderlo operativo. Solo 14 regioni lo hanno recepito. Molto della possibile utilità di questo Piano sarà definito dalle norme che ancora devono attuarne gli enunciati e avviare le azioni per la realizzarne gli obiettivi. Leggi >

Anziani

Demenza, l’OMS adotta il Piano globale: “Ora i governi dovranno agire”

Il nostro paese si è già dotato di un Piano nazionale sulle demenze, sul cui stato di attuazione tuttavia si registrano indeterminatezze e ritardi. L’indicazione OMS è uno sprone importante per una emergenza talvolta dimenticata ma che i numeri inesorabilmente porteranno a fare aumentare per i prossimi decenni.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo pubblicato su Redattore Sociale

Persone con disabilità

Le demenze: la cura e le cure

Il volume di A. Guaita e M. Trabucchi, approfondimento del Network per la Non Autosufficienza, si colloca in un’area di confine: discute di demenze nella prospettiva clinica, con un’attenzione particolare ai luoghi ove le persone vengono assistite e alle modalità organizzative adottate. Si propone che le cure, intese in senso tecnico e nelle loro varie espressioni organizzative, debbano abbandonare atteggiamenti autoreferenziali per incentrarsi su risultati raggiungibili.

Vai al link esterno per scaricare il volume in pdf.

Anziani

Gli interventi a favore delle persone anziane con demenza

L’articolo di Francesco Barbabella, Patrizia Civerchia, Carlos Chiatti e Giuseppe Pelliccioni, pubblicato su Prospettive Sociali e Sanitarie di ottobre-novembre 2016, presenta le principali evidenze nel settore degli interventi per le persone con demenza e promuove alcune delle buone pratiche che hanno dimostrato efficacia nei confronti dei pazienti e dei loro caregiver familiari.

Scarica qui l’articolo.

Politiche europee

World Alzheimer Report 2016, Alzheimer’s Disease International

Il Rapporto mondiale Alzheimer 2016 invita a un mutamento radicale della modalità di erogazione dei servizi di assistenza sanitaria ai soggetti con demenza, nella direzione di un’assistenza di base non specialistica e contributi pianificati e coordinati da parte di tutti i livelli del settore sociosanitario.
Scarica qui il Rapporto
Scarica qui il Comunicato (in italiano)
Link alla pagina dedicata