Segnalazioni con tag “fondazioni bancarie”

Istituzioni e governance

XXIV Rapporto Acri

È stato recentemente pubblicato il XXIV Rapporto annuale di Acri (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa) che presenta i dati aggregati delle Fondazioni di origine bancaria riferiti ai dati di bilancio 2018. A fine anno il patrimonio contabile delle Fondazioni di origine bancaria è ammontato a 39,6 miliardi di euro e l’attività erogativa, superiore rispetto al 2017, è stata pari a 1.024,6 milioni di euro. La maggior parte delle risorse è stata assorbita dal settore Arte, Attività e Beni culturali (25% delle somme erogate), Ricerca e Sviluppo (13,7%), Volontariato, Filantropia e Beneficenza (12,7%), Assistenza sociale (11,3%) ed Educazione, Istruzione e Formazione (9,8%).

Istituzioni e governance

“Coprogettazione e non solo” – I video delle relazioni

Si è tenuto a Milano in maggio, presso il cinema Ariosto, il II seminario di welforum.it: “Coprogettazione e non solo: esperienze e strumenti collaborativi fra pubblico e terzo settore”, importante occasione di confronto e dibattito fra esperti (amministrativi, giuridici, metodologi) e addetti ai lavori (portavoce del terzo settore, assessori, dirigenti regionali e locali, referenti di fondazioni e di cooperative).

Presentiamo qui di seguito i video delle singole relazioni del mattino e del pomeriggio.

 

Mattina

Sergio Pasquinelli, Sessione di apertura ▶️

Ugo De Ambrogio, Relazione Introduttiva: Coprogettazione e non solo: a che punto siamo? ▶️

Guido Ciceri, Procedimenti amministrativi per promuovere la collaborazione fra enti pubblici e organizzazioni private ▶️

Felice Scalvini, L’art. 55 del codice terzo settore come opportunità ▶️
Luciano Gallo, Dalla competizione alla collaborazione, nel rispetto dei principi della P.A. ▶️

Claudia Fiaschi, Dalla competizione alla collaborazione: dalla teoria alla pratica ▶️

Dibattito e conclusione dei lavori del mattino ▶️

 

Pomeriggio – Esperienze regionali e territoriali a confronto

Gianfranco Marocchi, Sessione di apertura ▶️

 

Le Regioni

Augusto Ferrari, Regione Piemonte ▶️

Monica Raciti, Regione Emilia Romagna ▶️

Tiziana Biolghini, Regione Lazio ▶️

 

Il territorio

Riccardo Mariani, Comune di Lecco ▶️

Valerio Balzini, Confcooperative Regionale Liguria ▶️

 

Le Fondazioni

Monica Villa, Fondazione Cariplo ▶️

Elena Bottasso, Fondazione CRC ▶️

 

Dibattito finale ▶️

Terzo settore

“Coprogettazione e non solo” – Le slide del seminario

Giovedì scorso, il 10 maggio, si è tenuto a Milano al cinema Ariosto, il II seminario di welforum.it: “Coprogettazione e non solo: esperienze e strumenti collaborativi fra pubblico e terzo settore”.

Il Seminario, al quale hanno partecipato oltre 200 persone, è stato un’importante occasione di confronto e dibattito fra esperti (amministrativi, giuridici, metodologi) e addetti ai lavori (portavoce del terzo settore, assessori, dirigenti regionali e locali, referenti di fondazioni e di cooperative).  Gli spunti offerti sono stati molti e il dibattito, rispetto ad un tema di così ampio interesse, nella difficile fase che stanno attraversando i nostri sistemi di welfare, non si è certamente esaurito.

Per questo, rispondendo a molte sollecitazioni che ci sono pervenute, presentiamo le slide dei principali interventi che si sono susseguiti nel corso della giornata, ricordando che molti di questi saranno poi, una volta rivisti dagli autori, pubblicati nei prossimi giorni.

L’auspicio è che il dibattito sugli strumenti collaborativi fra pubblico e terzo settore ne sia alimentato e possa pertanto continuare su welforum.it.

Terzo settore

2º Seminario welforum.it: Coprogettazione e non solo

Sono aperte le iscrizioni al secondo seminario di Welforum.it: “Coprogettazione e non solo: esperienze e strumenti collaborativi tra enti pubblici e terzo settore” che si terrà a Milano il prossimo 10 maggio.

Ci sono modalità innovative di sperimentazione di forme di relazione fra enti pubblici e terzo settore, proposti e praticati per lo sviluppo e il miglioramento dei sistemi territoriali di welfare: la coprogettazione, il nuovo uso che viene ipotizzato dell’istituto dell’accreditamento, la coprogrammazione che i piani di zona continuano virtuosamente a promuovere, i patti di sussidiarietà e altre ancora.

Il seminario mira ad approfondire tali modalità, attraverso analisi degli aspetti giuridici, amministrativi e metodologici e il confronto fra le esperienze di regioni, comuni, fondazioni. Si illustreranno e si discuteranno gli scenari che i nuovi strumenti collaborativi fra enti pubblici e terzo settore stanno aprendo nel nostro paese.

Scarica il programma Iscriviti

Per informazioni: redazione@welforum.it – 02.467654277

Terzo settore

Fondazioni di origine bancaria: oltre 400 milioni per il welfare nel 2016

Circa 413 milioni di euro, pari al 40% del totale erogato: questo l’importo che le Fondazioni di origine bancaria destinano al welfare. Lo si legge nel XXII Rapporto annuale curato da Acri e relativo all’esercizio 2016. Si tratta di risorse destinate all’assistenza sociale (127 milioni, primariamente servizi per disabili, ma anche per anziani, minori e tossicodipendenti); al volontariato, alla filantropia e alla beneficenza (125 milioni, il cui impiego principale è il sostegno di fondazioni di comunità); quindi al fondo per la povertà educativa minorile che conta 120 milioni, mentre ad interventi a tutela della salute pubblica (soprattutto sostegno ad ospedali) sono destinati 40 milioni.

Povertà e disuguaglianze

Fondazioni e contrasto alla povertà

Percorsi di SecondoWelfare approfondisce, in una serie di articoli, i contributi e le strategie messe in atto dalle Fondazioni di origine bancaria per il contrasto alla povertà, focalizzandosi su princìpi, modalità d’intervento e progetti attivi nei territori italiani. A partire dall’articolo di Elisabetta Cibinel e Chiara Agostini sulle azioni di Fondazione Cariparo, è possibile leggere anche gli approfondimenti su Compagnia di San Paolo, Fondazione CRC, Fondazione Cariverona, Fondazione Cariparma, Fondazione CRT, Fondazione CR Firenze.

Istituzioni e governance

Rapporto sulle Fondazioni Bancarie

Il sito Idee in Rete informa nella sua newsletter del 21 agosto che l’Acri (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa) ha presentato il suo rapporto annuale sulle Fondazioni Bancarie, che intende fornire un bilancio puntuale, nei numeri e nell’analisi descrittiva, dell’attività delle Fondazioni di origine bancaria per l’esercizio chiuso al 31 dicembre di ogni anno. I dati raccolti dai bilanci delle singole Fondazioni, integrati con la banca dati dell’Acri, consentono un quadro completo e dettagliato sia riguardo alla gestione del patrimonio sia in merito all’attività ergativa delle Fondazioni.

Il materiale è reperibile al seguente link.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Giornata Europea delle Fondazioni 2017: per la formazione delle nuove generazioni e contro la povertà educativa

La 5a Giornata europea delle Fondazioni sarà dedicata quest’anno (il 1° ottobre) alla formazione e alla crescita delle nuove generazioni e al contrasto della povertà educativa. Le Fondazioni di origine bancaria (Acri) e le Fondazioni ed enti della filantropia istituzionale (Assifero) lanciano un appello alla società civile, affinché al contrasto della povertà educativa concorra una vera e propria comunità educante. Le fondazioni nel loro insieme dedicano dal 2016 120 milioni di euro all’anno, per tre anni, al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che finanzia progetti in tutto il paese.

Povertà e disuguaglianze

Secondo Welfare: Le azioni di Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo per contrastare la povertà

Quale ruolo giocano le Fondazioni di origine bancaria nella lotta alla povertà e all’esclusione sociale? Approfondiscono il tema Elisabetta Cibinel e Chiara Agostini concentrandosi sui progetti di intervento della Fondazione CRT, attiva da 25 anni sul territorio del cuneese. La Fondazione ha intensificato il suo impegno per il contrasto alla povertà negli ultimi anni, in cocomitanza con l’aggravarsi della crisi economica, finanziando progetti di inclusione lavorativa, di contrasto alla povertà abitativa ed educativa e di microcredito.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo pubblicato su Secondo Welfare.

Terzo settore

Le fondazioni garantiscono il reinserimento dei detenuti

Parte il 13 giugno 2017 dal carcere Lorusso e Cutugno di Torino un progetto di “Social Impact Bond” con nuovi rapporti tra Stato e privato sociale: un certo numero di detenuti saranno inseriti in un percorso fortemente individualizzato e, qualora un valutatore indipendente giudichi positivo il risultato, la pubblica amministrazione ripagherà gli investitori privati che avranno anticipato il finanziamento, riducendo per lo Stato il rischio d’investimento ed i contributi fiscali dei cittadini.

Il progetto è descritto sul sito di Human Foundation.

 

Famiglia, infanzia e adolescenza

Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Le Fondazioni di origine bancaria hanno deliberato il concorso per il 2017 al finanziamento dei bandi per il “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”, prevedendo 120 milioni di euro in aggiunta alla stessa cifra già messa a disposizione nel 2016. Lo ha comunicato Giuseppe Guzzetti, presidente di Acri, che associa le Fondazioni finanziatrici del Fondo.

Nell’aprile 2016, il Governo e le Fondazioni di origine bancaria hanno firmato il Protocollo di Intesa per la costituzione del Fondo (Art. 1 comma 392 della legge 28 dicembre 2015, n. 208), mirato ad interventi sperimentali per ridurre gli ostacoli di economici, sociali e culturali che impediscono un adeguato utilizzo da parte dei minori dei percorsi educativi. Le Fondazioni si sono impegnate a sostenerlo con circa 120 milioni di euro all’anno per tre anni. La governance del Fondo è assegnata ad un Comitato di Indirizzo Strategico, composto da rappresentanti del Governo, delle Fondazioni, del Terzo Settore e da esperti in materie statistiche.