Segnalazioni con tag “Forum Terzo Settore”

Terzo settore

Terzo settore, il Vademecum per il cambiamento degli statuti realizzato dal Forum

Quali sono le modifiche statutarie che organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus dovranno introdurre a seguito della Riforma del Terzo settore? Quali di queste sono obbligatorie e quali da adottare sulla base di specifiche circostanze e valutazioni dell’ente? Un utile supporto per trovare risposta a queste domande è costituito dal vademecum realizzato dal Forum del Terzo settore e pubblicato sul sito Cantiere Terzo settore sviluppato dal Forum nell’ambito del progetto CapacitAzione.

Terzo settore

Una guida alla riforma del Terzo settore

Il Forum del Terzo settore, nell’ambito del progetto formativo Capacit’Azione – che sta formando un migliaio di persone in tutte le Regioni italiane sui temi della Riforma, con l’obiettivo che essi stessi si facciano divulgatori di tali contenuti – ha pubblicato sul sito CantiereTerzosettore una utile guida “La Riforma, istruzioni per l’uso” in cui sono presentate numerose schede tematiche (es. trasparenza, fiscalità, impresa sociale, CSV, ecc.) che offrono un punto della situazione sulle modifiche introdotte dalla riforma.

Terzo settore

Il Forum del Terzo settore adotta le Linee guida del Codice di Qualità e autocontrollo

L’assemblea del Forum Nazionale del Terzo settore 27 marzo scorso, a seguito di un percorso partecipato che ha coinvolto anche stakeholder esterni e dopo la sperimentazione in alcune grandi reti nazionali, ha approvato le Linee guida del Codice di Qualità e autocontrollo che ambiscono a definire “l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità delle organizzazioni di Terzo settore nei confronti di tutti gli stakeholders e dell’interesse generale”. Ora tali Linee guida saranno proposte come modello da adottare, con analoghi percorsi partecipati, da parte degli enti aderenti al Forum, con la prospettiva di farne un domani uno strumento valido per tutti gli Enti di Terzo settore, anche non aderenti al Forum.

Terzo settore

Terzo settore, vi è attesa per il decreto correttivo

Tra gli atti lasciati in sospeso tra la precedente legislatura e quella attuale, vi sono i decreti correttivi dei d.lgs. sull’impresa sociale (d.lgs. 112/2017 – vedi questi due articoli di Welforum 12) e del Codice del Terzo settore (d.lgs. 117/2017). Questi atti, redatti dal precedente Governo, necessitano del parere delle competenti commissioni parlamentari prima di ritornare al nuovo esecutivo per l’approvazione definitiva. L’elemento di novità è rappresentato dall’incardinamento, nei giorni scorsi, di tali provvedimenti nelle commissioni parlamentari competenti; il Forum ha espresso l’auspicio che a questo punto i lavori possano procedere speditamente per giungere all’approvazione di questi atti (vedi anche il “conto alla rovescia” sui giorni mancanti per l’approvazione entro i termini massimi dei decreti correttivi).

Terzo settore

Forum, approvate le linee guida per un codice di qualità e autocontrollo

Approvate dall’Assemblea nazionale del Forum del Terzo settore del 20 giugno scorso le linee guida il “Codice di qualità e autocontrollo”, che si propone di offrire una carta dei valori e principi chiave che dovranno essere declinati nei protocolli di qualità e autocontrollo adottati dalle reti associative e dai loro soci. Si tratta, secondo le parole della Portavoce Claudia Fiaschi, di “accompagnare un tempo di grande crescita quantitativa del mondo del Terzo settore con investimenti sulla qualità, l’etica e la trasparenza di questo mondo”.

Leggi la notizia sul sito del Forum.

Terzo settore

Forum: lettera alle forze politiche in vista delle elezioni

Il Forum del Terzo settore ha inviato, in vista delle elezioni politiche del 4 marzo prossimo, una lettera aperta a tutte le forze politiche con il fine di sensibilizzare le diverse forze politiche circa la necessità di “costruire un modello di sviluppo sostenibile che ridia fiducia ai cittadini ed alle famiglie, che guardi alla tutela delle persone più fragili e che superi le gravi contraddizioni e le forti disuguaglianze ancora oggi presenti”.

Terzo settore

Fqts, parte la decima edizione: ecco le linee formative

Il Forum del Terzo settore ha presentato le linee formative della decima edizione di Fqts, il progetto di formazione dei dirigenti del Terzo settore del Sud Italia; la prima è centrata sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 dell’ONU; la seconda sugli strumenti della finanza per il Terzo settore; l’ultima rivolta agli esperti di “emersione delle competenze”. Per ciascuna di queste linee sono previsti 100 partecipanti, individuati dai Forum Terzo Settore e CSV regionali tra i dirigenti delle reti.

Terzo settore

Venti di partecipazione: vent’anni di Forum del Terzo settore

Il 15 dicembre il Forum Nazionale del Terzo settore festeggia a Roma i 20 anni dalla sua costituzione con l’iniziativa Venti di partecipazione. Nel corso dell’iniziativa saranno presentate tre ricerche: il Rapporto Il Terzo settore e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, uno studio che mira a verificare il contributo apportato dal Terzo settore nel perseguimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile approvati dall’ONU nel 2015; il  Rapporto Le reti del Terzo settore, che fotografa le reti del Terzo settore italiano, attraverso numeri ed attività svolte, e le Linee Guida per un Codice di Qualità e Autocontrollo (CQA), un modello di cui le organizzazioni potranno avvalersi per autocertificare la qualità e la trasparenza del loro operato.

Leggi la relazione della portavoce Claudia Fiaschi.

Terzo settore

Forum: Terzo settore e sviluppo sostenibile

Il Rapporto Il Terzo settore e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, presentato dal Forum Nazionale del Terzo settore in occasione dell’evento “Venti di partecipazione” del 15 dicembre 2017, ha come premessa la scelta di collocare il Terzo settore come soggetto che agisce per realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile che l’ONU ha approvato nel 2015 e che delineano le priorità in un orizzonte temporale che giunge al 2030. La domanda diventa quindi: cosa fanno e cosa si propongono di fare le organizzazioni di Terzo settore per contribuire al conseguimento di obiettivi quali sconfiggere la povertà, la fame, assicurare buona salute, istruzione, ecc. (vedi i 17 obiettivi)? A queste fondamentali domande il Rapporto dà risposta attraverso un’indagine tra gli enti aderenti, grazie alla quale vengono verificate la sensibilità delle organizzazioni su ciascuno dei temi, le azioni concrete messe in atto, le priorità di intervento. Su tutti gli obiettivi di Sviluppo sostenibile sono al lavoro più reti nazionali aderenti al Forum, da un minimo di 15 enti per l’SDGs 6 – acqua pulita e servizi igienico-sanitari -, ad un massimo di 42 enti per l’SDGs 3 – salute e benessere. L’azione delle reti aderenti al Forum ha anche una rilevante dimensione internazionale, dal momento esse agiscono in circa 60 Stati. Emerge altresì la rilevanza di alcuni elementi trasversali, che rappresentano il primo contributo del Terzo settore per costruire una società inclusiva, primo tra tutti la coesione e il capitale sociale, elementi imprescindibili che stanno a monte di qualsiasi modello di sviluppo, a maggior ragione di uno sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale.

Scarica qui l’abstract del rapporto e le slides con la sintesi dei dati principali.

Terzo settore

Forum: linee guida per un Codice di Qualità e Autocontrollo per gli organismi del Terzo settore

Il 15 dicembre il Forum Nazionale del Terzo settore, in occasione dell’iniziativa “Venti di partecipazione”, ha presentato le Linee Guida per un Codice di Qualità e Autocontrollo (CQA), che le organizzazioni di Terzo settore potranno utilizzare per autocertificare la qualità e la trasparenza del loro operato. Il documento si prefigge l’obiettivo di definire orientamenti e principi etici dell’Ente di Terzo settore che costituiscano la base per  la definizione di criteri di qualità nel funzionamento della propria organizzazione, il rispetto dei quali possa essere verificato mediante un protocollo di autocontrollo.

Terzo settore

Le reti di Terzo settore, i numeri e le analisi del Forum

141 mila enti di base, 20 milioni di italiani a vario titolo coinvolti, come soci, come lavoratori (500 mila) o come volontari (2.7 milioni, circa la metà di quelli registrati dall’ultimo censimento Istat): questi i dati relativi alle 81 reti di secondo e terzo livello aderenti al Forum del Terzo settore contenuti nel rapporto Le reti del terzo settore presentato in occasione dell’evento “Venti di partecipazione” con il quale il Forum festeggia i propri 20 anni di attività. Accanto ai numeri, dal rapporto emerge come queste reti mobilitino un grande volume di risorse e di energie materiali e simboliche e siano in grado di creare relazioni inter-organizzative importanti. Tra le sfide, il Rapporto da un lato rilancia il tema delle nuove tecnologie e del potenziale di attivazione e di interazione che esse portano con sé, dall’altro evidenzia la necessità di riuscire a coinvolgere i giovani: le reti di terzo settore sono organizzazioni che spesso affondano le loro radici in elementi identitari forti e che richiedono una disponibilità di impegno stabile – che sono figlie di una società “solida” – devono chiedersi come adeguarsi ed essere attrattive nell’attuale società liquida.

Scarica qui l’abstract del rapporto e le slide con la sintesi dei dati principali.