Tag “indicatori sociali”

Povertà e disuguaglianze

La persistenza della povertà e le disparità regionali in Italia

In un interessante articolo su Menabò di Etica ed Economia, Elena Giarda affronta il tema della persistenza della povertà in Italia e dell’acuirsi delle disparità regionali. Una recente analisi svolta su dati EU-SILC (European Union Statistics on Income and Living Conditions) per quattro grandi paesi europei (Italia, Spagna, Francia e Regno Unito) per il periodo 2009-2012 ha permesso, ad esempio, di evidenziare come l’Italia sia il paese dove più forte è il grado di divergenza regionale rispetto a vari indicatori, tra i quali tasso di disoccupazione, PIL pro-capite e rischio di povertà.

Povertà e disuguaglianze

Povertà come deprivazione in termini di capabilities

Affrontare la povertà come fenomeno multidimensionale rappresenta una sfida sia per chi fa ricerca sia per chi, concretamente, prova quotidianamente a farvi fronte dal lato dei servizi sociali. Il modello MACAD rappresenta un modello di misurazione del fenomeno che permette un’ interpretazione completa delle differenti dimensioni della povertà sperimentato negli ultimi anni in alcuni contesti metropolitani nell’ambito del sistema dei servizi sociali. Leggi >

Istituzioni e governance

Il Rapporto Cisl sulla contrattazione locale sui temi del welfare nel 2016

Nel Rapporto 2017 sulla contrattazione territoriale, da poco pubblicato, la Cisl espone strategie, obiettivi e risultati delle iniziative di contrattazione locale attivate nel 2016, e discute degli strumenti utili per migliorare le azioni negoziali per il miglioramento del welfare. La contrattazione locale viene letta, nel Rapporto, come un contributo per un welfare associativo. Leggi >

Povertà e disuguaglianze

Regione Piemonte: DGR 39-5369/2017, Approvazione dei “Profili di criticità”

Per aiutare gli operatori del sistema socio assistenziale a sostenere le persone in condizione di povertà ed esclusione sociale, la Regione Piemonte approva una serie di indicatori descrittivi della situazione di vulnerabilità, utilizzabili sia per un’applicazione del servizio di inclusione attiva, sia per la sperimentazione del reddito di inclusione sociale.
Piemonte_DGR_5369_2017

Istituzioni e governance

Indicatori Istat sullo sviluppo delle aree territoriali

Il 20 di ogni mese (agosto escluso) viene aggiornata sul sito dell’Istat la “Banca dati indicatori territoriali per le politiche di sviluppo”, che presenta 316 indicatori a livello regionale e sub regionale, per tema ed aree obiettivo delle politiche di sviluppo. Un flag “new” esposto accanto ai singoli file segnala dove sono state inserite nuove osservazioni. Molti dati riguardano scenari e problemi connessi alle politiche di welfare, e dunque questo data base può essere un utile strumento sul tema. Link per accedere alla banca dati.

Merita ricordare che la legge n. 163/2016 di riforma del bilancio dello Stato ha previsto il vincolo di introdurre gli indicatori di benessere equo e sostenibile (BES) nelle leggi di bilancio dello Stato, per impegnare il governo a considerare le dimensioni del benessere accanto a quelle più strettamente economiche nella valutazione delle politiche pubbliche. Si tratta di indicatori diversi da quelli citati al precedente paragrafo, curati sempre dall’Istat, tramite il “Comitato per gli indicatori di benessere equo e sostenibile”, presieduto dal Ministro dell’Economia.

Povertà e disuguaglianze

Barometro territoriale della Cisl sul benessere/disagio delle famiglie

Il Barometro territoriale del disagio/benessere delle famiglie, elaborato dalla CISL, parte dalla necessità di monitorare, attraverso una lettura pluridimensionale di un pool di indicatori, l’andamento delle diseguaglianze nei campi del lavoro, dell’istruzione e della coesione sociale. L’Indice è stato progettato dal Centro Studi e Ricerche della Fondazione Tarantelli insieme a REF Ricerche.

Vai al collegamento esterno per scaricare il documento.

Povertà e disuguaglianze

Centro Studi della CGI: Aumenta il divario economico tra nord e sud Italia

In questi ultimi anni di crisi, il divario economico e sociale tra il Nord e il Sud del Paese è aumentato. A questo risultato è giunto l’Ufficio studi della CGIA che ha messo a confronto i risultati registrati da 4 indicatori:

  • il Pil pro capite;
  • il tasso di occupazione;
  • il tasso di disoccupazione;
  • il rischio povertà o esclusione sociale.

Vai al collegamento esterno per leggere l’approfondimento sul sito del Gruppo Solidarietà.

Politiche europee

Accade in Europa. Aprile 2, 2017

Il 26 aprile 2017 la Commissione Europea ha presentato il Pilastro europeo dei diritti sociali e una Direttiva sul tema della conciliazione tra lavoro e lavoro di cura. Negli stessi giorni a Bruxelles si è tenuta la Conferenza annuale per la Crescita Inclusiva ed Eurostat ha diffuso le statistiche 2016 relative alla concessione del diritto di asilo nei 28 paesi UE nel corso del 2016. Continua il dibattito attorno al tema del finanziamento e delle modalità di implementazione del Corpo Europeo di Solidarietà (CES). Infine il Premio europeo per città accessibili (Access City Award) è stato assegnato alla città di Chester, con una menzione speciale per la città di Alessandria. Leggi >