Tag “LEA”

Persone con disabilità

Persone con disabilità. Elezioni 2018

Nel corso della legislatura che si sta per concludere sono stati elaborati degli importanti provvedimenti nel campo della disabilità, attesi fortemente sia dalla componente associativa sia da parte degli operatori del settore. Alcuni risultati sono tangibili e altri sono annunciati nei prossimi mesi (derivanti, ad esempio, dall’attuazione a livello territoriale della legge 112 sul Dopo di Noi). Va evidenziata la percezione sempre più diffusa che si sia aperto, negli ultimi anni, un nuovo capitolo di consapevolezza, opportunità e co-progettazione, ispirato alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Occorre seguirne da vicino gli sviluppi e gli impatti. Leggi >

Anziani

I centri diurni Alzheimer

Il Piano nazionale demenze, approvato nel 2014, prevede la creazione, riorganizzazione e potenziamento di una rete di servizi e funzioni integrate in grado di garantire la diagnosi  e  la  presa  in  carico tempestiva, la continuità assistenziale  ed  un  corretto  approccio alla persona ed alla sua famiglia nelle diverse fasi della malattia e dei diversi contesti di vita  e  di  cure. Fra i servizi da garantire ci sono anche i Centri diurni demenze/Alzheimer. Nonostante la previsione nazionale e l’inserimento dei servizi semiresidenziali nei Livelli Essenziali di Assistenza, i centri diurni Alzheimer stentano a diffondersi nel territorio nazionale. Leggi >

Mese sociale. 10 punti per un’agenda sociale

Abbiamo preparato un nuovo dossier: il nuovo Punto di Welforum è sulla legislatura appena trascorsa e quella che sta per iniziare. Con le elezioni politiche alle porte tentiamo un bilancio degli ultimi quattro anni e guardiamo alle priorità future. Qui offriamo qualche spunto, che nel Dossier approfondiamo. In un paese dove sono i fatti di… Leggi >

Altre politiche

Elezioni 2018: Gimbe monitora la salute nei programmi politici

La fondazione Gimbe mette sotto la lente del suo Osservatorio i programmi delle forze politiche protagoniste delle prossime elezioni per effettuare un’analisi delle proposte relative a sanità, welfare e ricerca. Tra le proposte della fondazione per “salvare” il servizio sanitario nazionale vi sono: mettere la salute al centro di tutte le decisioni politiche, rimodulare i LEA per garantire servizi e prestazioni sanitarie ad alto valore, ridefinire i criteri di compartecipazione alla spesa sanitaria e avviare un piano nazionale di prevenzione e riduzione degli sprechi.

Vedi anche Sanità 24.

Anziani

Regione Veneto: DGR 1996/2017, Programmazione delle risorse per la Non Autosufficienza

Il provvedimento individua le risorse di fonte regionale e statale disponibili per gli interventi LEA in materia di non autosufficienza, stabilendone la destinazione e l’attribuzione alle aziende ULSS relativamente all’esercizio 2017, approva, inoltre, disposizioni di aggiornamento delle modalità organizzative e di gestione del servizio di telesoccorso e telecontrollo.
Veneto_DGR_1996_2017

Persone con disabilità

Persone con disabilità in Italia: rapporto OsservaSalute 2017

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni italiane, dell’Università Cattolica di Milano, ha pubblicato il rapporto 2017 focalizzando l’attenzione sulla condizione delle persone con disabilità in Italia (il 7,2% della popolazione generale). Vi sono contenuti dati aggiornati relativi ai bisogni e agli interventi e prestazioni erogati, disaggregati a livello di area geografica.

Politiche europee

I Fondi strutturali a supporto delle politiche di inclusione sociale

Il 27 novembre a Milano (replicato il 4 dicembre a Bari) si è tenuto il primo evento di lancio del REI organizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In quella occasione è stato anche presentato il PON Inclusione, il programma operativo che, grazie alle risorse messe a disposizione dal Fondo Sociale Europeo, ha permesso di impostare una strategia di sviluppo del welfare italiano coordinata e lungimirante. Il convegno ha infatti messo in luce un aspetto finora poco analizzato nel percorso che ha portato all’approvazione del ReI, ovvero il ruolo chiave giocato dalle politiche europee e dai fondi strutturali nell’accompagnare il processo definitorio dei livelli essenziali delle prestazioni sociali (LEA). Leggi >

Anziani

LEA sociosanitari nelle regioni del Nord

Di recente è stato pubblicato il rapporto di mantenimento dell’erogazione dei LEA riferito al 2015, che si inserisce nella verifica degli adempimenti LEA, il monitoraggio annuale affidato al Comitato LEA presso il Ministero della Salute. Il contributo intende monitorare l’andamento dei LEA sociosanitari per le persone anziane e disabili in Lombardia a confronto con le regioni del Nord Italia. Leggi >

Istituzioni e governance

Monitoraggio LEA e disuguaglianze in sanità

Il documento Monitoraggio dei LEA attraverso la cd. Griglia LEA  relativo all’anno 2015 del Ministero della Salute, e il Rapporto 2016 dell’Osservatorio Civico sul Federalismo in Sanità, presentato da CittadinanzaAttiva e Tribunale per i diritti del malato (vedi il comunicato stampa e le info grafiche), evidenziano la presenza di disuguaglianze nell’accesso ai servizi sanitari da parte dei cittadini delle diverse regioni italiane. Le criticità, che interessano alcuni indicatori dei diversi livelli di assistenza (prevenzione, assistenza territoriale, assistenza ospedaliera) sono prevalenti nelle regioni del sud e interpellano sia le Regioni che lo Stato ad intervenire per garantire il diritto alla salute.

Altre politiche

2° Rapporto sulla sostenibilità del Servizio sanitario nazionale – Gimbe 2017

Il Rapporto, presentato il 6 giugno alle istituzioni, valuta le prospettive del SSN analizzando le quattro criticità che ne condizionano la sostenibilità (finanziamento pubblico, nuovi LEA,  sanità integrativa, sprechi e inefficienze) e formulando un “Piano di salvataggio” articolato in 6 azioni: graduale rilancio del finanziamento pubblico, rimodulazione dei LEA e ridefinizione dei criteri di compartecipazione alla spesa sanitaria tenendo conto del value delle prestazioni, riordino della sanità integrativa, riduzione degli sprechi e riallocazione delle risorse disinvestite, mettere la salute al centro di tutte le decisioni.

Scarica qui il comunicato stampa di Gimbe.

Scarica il rapporto dal sito di Gimbe.

Istituzioni e governance

Corte dei Conti su rendiconto Bilancio di Stato 2016

La Corte dei Conti ha pubblicato la Relazione sul rendiconto generale dello Stato per l’anno 2016. Relativamente alla Sanità, le incertezze dovute alle riforme istituzionali dello scorso anno, unite a stringenti condizioni finanziarie, hanno inciso sui tempi di definizione di numerose attività programmate. Tra i principali, il documento cita l’allungamento dei tempi di approvazione dei nuovi LEA, della definizione dei criteri di riparto del fabbisogno sanitario nazionale, dei meccanismi di raccordo tra rete ospedaliera e assistenza territoriale, e i limitati risultati sul fronte dell’attuazione del Patto di Salute.

Per approfondimenti scarica il Pdf della sintesi della relazione.

Altre politiche

La sfida delle cure palliative a casa

Punto di svolta per le cure palliative in Italia: con il Dpcm del 12 gennaio 2017, le cure palliative domiciliari sono state riconosciute come livello essenziale di assistenza. Il paziente con cronicità grave o terminale può quindi finalmente iniziare ad affrontare il suo decorso presso la propria abitazione, il luogo di cura più idoneo per le terapie palliative e maggiormente rispondente alle necessità di dignità e serenità della persona malata.

Scarica il Pdf dell’articolo pubblicato su Redattore Sociale.