Segnalazioni con tag “l. 112/2016”

Persone con disabilità

Dopo di noi: ripartito il Fondo 2017

Con decreto del 21 giugno 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 202 del 30 agosto 2017, Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero della Salute e il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha approvato la ripartizione delle risorse destinate al Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare per l’annualità 2017, previsto dalla legge 112/1996. Il Fondo destina alle Regioni una cifra complessiva di 38,3 milioni di euro. Scarica il decreto.

Persone con disabilità

Guida facile alla legge 112 sul Dopo di Noi

Il titolo è: “Analisi con domande e risposte sulla Legge n. 112/2016 e Linee Guida per la sua attuazione”. Il documento, a cura di Anffas Onlus,
fornisce informazioni pratiche per i beneficiari e suggerimenti per implementare la normativa a livello territoriale perchè, per la prima volta, “si inizia a pensare alla persona con disabilità non solo come destinataria passiva di un’attività di mera assistenza da erogare in una struttura, ma al suo essere Persona”.

Persone con disabilità

Dopo di Noi nel Programma attuativo della Lombardia

Regione Lombardia ha emanato il “Programma operativo regionale per la realizzazione degli interventi favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare – dopo di noi. L. n.112/2016” (DGR n. X/6674 del 7 giugno 2017). L’analisi di Valentina Ghetti pubblicata in questo sito e le attese da parte associativa nel commento di Giovanni Merlo e Marco Bollani su LombardiaSociale.

Persone con disabilità

Dopo di noi: lo stato di avanzamento

I soldi sono stati in gran parte trasferiti alle Regioni: 86 milioni di euro sui 90 stanziati per il 2016. Sono le ultime novità sull’attuazione della legge 112/2016, meglio nota come legge sul “dopo di noi”, trascorso un anno dalla sua approvazione. La sottosegretaria on. Biondelli, nel rispondere a una specifica interrogazione parlamentare, ha fornito dati inediti sulla ripartizione per linea di intervento indicata nei programmi operativi regionali. L’articolo su Superando.it riporta ulteriori dati riferiti ai beneficiari potenziali della norma.

Persone con disabilità

Dopo di Noi nel Programma attuativo dell’Emilia-Romagna

Il Programma attuativo della Regione Emilia-Romagna impegna oltre 13 milioni di euro per il triennio 2016-2018. Il Programma prevede misure di assistenza, cura e protezione per le persone con disabilità grave che siano orfane o prive di sostegno familiare. Tra gli obiettivi, quello di consentire la permanenza in casa propria, nel proprio ambiente, in alternativa alle tradizionali strutture di ricovero; al tempo stesso favorire l’autonomia e l’inclusione sociale grazie a specifici progetti di sviluppo delle singole abilità e competenze. Sono indicati tempi e modalità necessari a realizzare i progetti personalizzati. Le dichiarazioni degli Assessori al Welfare, Elisabetta Gualmini, e  alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, sul sito istituzionale.

Persone con disabilità

Mozioni in Senato sulla sindrome di Down

Alla luce delle mozioni sulla sindrome di Down, “ai nostri Parlamentari non chiediamo l’impossibile, ma almeno che facciano in modo che le Leggi, quelle buone, quelle efficaci, possano poi essere concretamente attuate e non restino solo norme di principio”.

Per il Presidente del CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) sono cruciali i riferimenti all’inclusione sociale e al Dopo di Noi, ma non solo. Egli ritiene fondamentale che per le persone con disabilità “si creino le condizioni per la nascita di un ‘patto di corresponsabilità’ tra i soggetti pubblici e le famiglie, dove ad ognuno siano chiari i compiti e gli impegni da assumere nel medio e lungo periodo, con progetti che devono durare per sempre, per tutta la loro vita”. Si veda l’articolo di Sergio Silvestre pubblicato da Superando.it il 19 maggio 2017.

Persone con disabilità

Legge sul Dopo di Noi: il quadro applicativo

Il presidente nazionale dell’Anffas Roberto Speziale fornisce un aggiornamento sulla legge 112/2016, illustrando le criticità e i nodi applicativi (come la mancanza di una campagna informativa rivolta alle famiglie) e le fasi già completate. Vi segnaliamo l’articolo di Superando.it del 17 maggio 2017 e l’approfondimento curato da Sara De Carli sul mensile Vita.

Persone con disabilità

Legge sul Dopo di Noi: per l’on. Carnevali si vedranno presto i frutti

L’on. Elena Carnevali, relatrice alla Camera del provvedimento, risponde alle critiche e prospetta una inversione di tendenza. “L’approvazione è avvenuta a giugno 2016, a novembre l’intesa con le regioni; entro fine febbraio le regioni dovevano consegnare i piani organizzativi per l’utilizzo delle risorse previste dalla legge per il 2016. Ora, abbiamo licenziato i fondi a circa due terzi delle regioni: entro fine maggio molte di queste faranno le deliberazioni, quantificando misure, interventi, numero di persone che possono essere coinvolte. Entro il 30 giugno si dovrà presentare la relazione sullo stato di attuazione”.

Riportiamo l’articolo pubblicato da Redattore Sociale il 19 maggio 2017.

Persone con disabilità

Persone con disabilità grave senza sostegno familiare: riparto fondo 2017

Oltre 38 milioni di euro del Fondo previsto dalla legge 112/2016 verranno ora ripartiti a livello regionale. Nella Conferenza del 20 aprile scorso le Regioni e le Provincie Autonome hanno consegnato al Governo un documento contenente specifiche raccomandazioni. La tabella con i dati finanziari e il documento sono disponibili sul sito della Conferenza delle Regioni.

Persone con disabilità

Ancora una “cittadella della disabilità” in Toscana?

La nota del Coordinamento Toscano delle Organizzazioni per il “Durante e Dopo di Noi”.

E’ opportuno richiamare l’attenzione sulla filosofia di intervento per il Dopo di Noi in Toscana, visto l’impegno finanziario della Regione in aggiunta a quanto previsto dalle legge 112/2016. Le associazioni si battono affinché si superi un approccio culturale segregativo in contrasto con la Convenzione ONU.

Vai al collegamento esterno del documento

Persone con disabilità

Durante e Dopo di Noi: intervista all’on. Elena Carnevali

L’on. Carnevali, relatrice in Parlamento della Legge 112/2016, ricostruisce gli obiettivi raggiunti, le risorse impegnate, le sfide ancora aperte nel campo delle politiche per le persone con disabilità. Nell’intervista a Secondo Welfare pone l’accento sulla funzione di garanzia prevista in particolare sul tema del trust sociale.

Vai al collegamento esterno per leggere l’articolo su Percorsi di SecondoWelfare.