Tag “sanità”

Altre politiche

Elezioni 2018: Gimbe monitora la salute nei programmi politici

La fondazione Gimbe mette sotto la lente del suo Osservatorio i programmi delle forze politiche protagoniste delle prossime elezioni per effettuare un’analisi delle proposte relative a sanità, welfare e ricerca. Tra le proposte della fondazione per “salvare” il servizio sanitario nazionale vi sono: mettere la salute al centro di tutte le decisioni politiche, rimodulare i LEA per garantire servizi e prestazioni sanitarie ad alto valore, ridefinire i criteri di compartecipazione alla spesa sanitaria e avviare un piano nazionale di prevenzione e riduzione degli sprechi.

Vedi anche Sanità 24.

Altre politiche

Sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale: documento conclusivo dell’indagine conoscitiva

La Commissione Igiene e Sanità ha approvato il documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sulla sostenibilità del SSN, con particolare riferimento alla garanzia dei principi di universalità, solidarietà ed equità. L’indagine ha osservato come il SSN, dalla sua nascita ad oggi, si sia espanso sia sotto il profilo qualitativo che quantitativo. Tuttavia, la sfida principale che l’Italia ha affrontato, e che sta tuttora affrontando in questi anni, è quella di rendere la spesa pubblica per la sanità sostenibile senza pregiudicare la qualità dei servizi e il rispetto dell’universalismo.

Istituzioni e governance

Istat annuario 2017

Il 28 dicembre è stato pubblicato dall’Istat l’annuario statistico 2017 che offre, di anno in anno, un articolato ritratto dell’Italia e della sua evoluzione, favorendo una lettura integrata dei diversi fenomeni in atto. I temi trattati dal documento sono 24 e riguardano essenzialmente territorio, popolazione e famiglie, sanità e salute, protezione sociale, istruzione e formazione, mercato del lavoro, cultura e tempo libero, elezioni e attività politica e sociale, turismo, finanzia pubblica, istituzioni pubbliche e non profit.

Sul sito dell’Istat è possibile scaricare l’annuario in capitoli.

Altre politiche

Rapporto Oasi 2017

Il 4 dicembre i ricercatori di SDA e Cergas Bocconi hanno presentato il Rapporto Oasi 2017, che dal 2000 monitora e interpreta i mutamenti in atto nelle politiche sanitarie e nel management delle aziende sanitarie pubbliche e private. È possibile scaricare una sintesi del rapporto, materiali vari e presentazioni del convegno sul sito del Centro di Ricerche sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale.

Altre politiche

Professioni sanitarie: il Senato approva la riforma

Il 22 dicembre è stato approvato in Senato il DDL Lorenzin con cui vengono riorganizzate tutte le professioni sanitarie. Tra le principali novità introdotte dal disegno di legge vi sono la sperimentazione clinica dei medicinali, il riordino della disciplina degli Ordini delle professioni sanitarie, il riconoscimento di nuove professioni sanitarie, e l’introduzione del reato di esercizio abusivo della professione.

Approfondisci la notizia su Regioni.it.

Altre politiche

Programma Nazionale Esiti 2017

Sono stati pubblicati dal Ministero della Salute i risultati dell’edizione 2017 del Programma Nazionale Esiti. Gli strumenti del PNE forniscono a livello nazionale valutazioni comparative di efficacia, equità, sicurezza e appropriatezza delle cure prodotte nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale. I risultati dell’edizione 2017 sui dati aggiornati al 2016 analizzano 166 indicatori e confermano il trend di progressivo miglioramento della qualità dell’assistenza sanitaria nel nostro Paese.

Istituzioni e governance

Rapporto Censis 2017

Il primo dicembre è uscito il Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese nell’anno 2017 che interpreta i principali fenomeni socio-economici italiani. Il rapporto affronta i temi di maggiore interesse emersi nel corso dell’anno ed effettua un’analisi per settori: formazione, lavoro e rappresentanza, welfare e sanità, territorio e reti, soggetti e processi economici, comunicazione e media, sicurezza e cittadinanza. Il capitolo relativo al sistema di welfare (di cui è possibile leggere una sintesi) ripercorre le principali sfide della sanità italiana, il tema della non autosufficienza e quello relativo ai molteplici volti della povertà.

Altre politiche

Lo stato di salute dell’Unione Europea

La Commissione europea, in collaborazione con l’Ocse e l’Osservatorio europeo delle politiche e dei sistemi sanitari, ha pubblicato i 28 profili dei sistemi sanitari degli Stati membri dell’UE. Tali profili esaminano lo stato di salute della popolazione e i principali fattori di rischio, e misurano l’efficacia e l’accessibilità di ciascun sistema sanitario. Dallo studio emerge come i sistemi sanitari, per garantire un’assistenza efficiente incentrata sul paziente, debbano investire sulla prevenzione delle malattie, sulla creazione di una robusta assistenza sanitaria di base ed integrata, e sulla creazione di nuove forze lavoro.

Leggi il Profilo della sanità 2017 in Italia.

Altre politiche

Ripartiti i fondi per la sanità penitenziaria

Il 16 novembre scorso è stato dato il via libera al riparto dei fondi 2017 destinati alla sanità penitenziaria e al finanziamento di quelle strutture che stanno rendendo possibile il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari. Si tratta di un totale di 165,4 milioni di euro per la realizzazione del primo obiettivo, e di 55 milioni a favore del secondo. I fondi rappresentano una spesa obbligatoria finalizzata a garantire i livelli essenziali di assistenza in ambito penitenziario.

Vai alla tabella di riparto del fondo sul sito Regioni.it.

Istituzioni e governance

Monitoraggio LEA e disuguaglianze in sanità

Il documento Monitoraggio dei LEA attraverso la cd. Griglia LEA  relativo all’anno 2015 del Ministero della Salute, e il Rapporto 2016 dell’Osservatorio Civico sul Federalismo in Sanità, presentato da CittadinanzaAttiva e Tribunale per i diritti del malato (vedi il comunicato stampa e le info grafiche), evidenziano la presenza di disuguaglianze nell’accesso ai servizi sanitari da parte dei cittadini delle diverse regioni italiane. Le criticità, che interessano alcuni indicatori dei diversi livelli di assistenza (prevenzione, assistenza territoriale, assistenza ospedaliera) sono prevalenti nelle regioni del sud e interpellano sia le Regioni che lo Stato ad intervenire per garantire il diritto alla salute.

Istituzioni e governance

L’assistenza integrativa al welfare pubblico

A pochi decenni dall’affermazione del dettato Costituzionale della salute come diritto e dell’universalismo delle prestazioni stanno evolvendosi nuove forme di protezione individuale e collettiva che mobilitano grandi risorse e coinvolgono milioni di cittadini. Tra Fondi sanitari integrativi, Società di Mutuo Soccorso e società di assicurazioni: potenzialità e limiti. Leggi >

Altre politiche

Il welfare aziendale e la sanità complementare: alcuni costi nascosti

Nell’arena pubblica, le agevolazioni fiscali al welfare aziendale sono spesso considerate una win win solution. Elena Granaglia, focalizzandosi sulla sanità complementare, sostiene che le agevolazioni al welfare aziendale possono comportare due costi non indifferenti. Da un lato, possono creare una doppia disuguaglianza nei diritti, permettendo ad alcuni di accedere a più tutele e di scaricarne parte del costo su chi non può accedervi. Dall’altro, possono addirittura peggiorare lo stato del servizio pubblico.