Segnalazioni con tag “stranieri”

Migrazioni

Family First: in Italia insieme alla tua famiglia

Unhcr, con Caritas Italiana e Consorzio Communitas, ha pubblicato la ricerca Family First: in Italia insieme alla tua famiglia sul tema del ricongiungimento famigliare. La separazione forzata dei membri della famiglia può avere gravi conseguenze sul benessere delle persone e sulla loro capacità di ricostruire la propria vita. La legge italiana prevede già diverse misure che dovrebbero accelerare tale processo. Tuttavia dalla ricerca emerge come, nella prassi quotidiana, la scarsa informazione, i lunghi tempi di attesa e i numerosi ostacoli burocratici rischino di compromettere tale diritto. Contestualmente all’uscita della ricerca, che contiene alcune raccomandazioni alle autorità italiane, è stata lanciata una campagna informativa rivolta a rifugiati ed operatori con l’obiettivo di fornire informazioni corrette sulla procedura di ricongiungimento famigliare.

Migrazioni

Africani d’Italia

Negli ultimi anni il dibattito sull’immigrazione è stato spesso associato all’approdo sulle coste italiane di migranti irregolari provenienti dal continente africano, tanto che una parte dell’opinione pubblica ritiene che sia in atto una “invasione dall’Africa”. Su Neodemos Fabrizio Ciocca illustra, attraverso il ricorso a dati autorevoli, la consistenza, le caratteristiche e la distribuzione dei cittadini africani che vivono nel nostro Paese.

Migrazioni

Sull’accoglienza dei migranti qualcosa è cambiato, ma poco

Il tacito rinnovo del memorandum Italia-Libia conferma la sostanziale continuità del governo giallorosso con quello gialloverde in tema di politiche migratorie. Vi sono però alcune buone notizie: l’apertura dei porti ad alcune navi delle ONG, la redistribuzione dei migranti sbarcati in Europa grazie al pre-accordo di Malta con Francia e Germania, e il dominio della retorica pubblica attraverso l’assenza di proclami e l’abbassamento dei toni. Su LaVoce il contributo di Maurizio Ambrosini.

Migrazioni

Cittadini non comunitari in Italia 2018-2019

Il 17 ottobre 2019 Istat ha pubblicato il report “Cittadini non comunitari in Italia” riferito agli anni 2018 e 2019. I cittadini non comunitari in Italia, oggi pari a 3,7 milioni, continuano ad aumentare, anche se di poco. Nel 2018 sono stati rilasciati 242 mila nuovi permessi di soggiorno, il 7,9% in meno rispetto all’anno precedente: quasi il 56% dei nuovi permessi è stato rilasciato in Italia settentrionale, mentre solo il 23% nel Mezzogiorno. Il calo dei permessi per richiesta di asilo ha coinvolto alcune cittadinanze più di altre, l’unica eccezione alla diminuzione è rappresentata dall’Ucraina che registra invece un incremento del 21,2% del numero di permessi rilasciati per richiesta di asilo.

Scarica il testo integrale e le tavole.

Migrazioni

Dossier Statistico Immigrazione 2019

È stato recentemente presentato il Dossier Statistico Immigrazione 2019, realizzato dal Centro Studi e Ricerche IDOS in partenariato con il Centro Studi e Rivista Confronti. Il rapporto si concentra su quello che viene definito annus horribilis per i migranti a causa dei due decreti sicurezza, immediatamente convertiti in legge, che tra le estati 2018 e 2019 hanno duramente colpito sia gli immigrati già presenti in Italia sia quelli diretti verso il Paese. Viene poi affrontato il tema delle discriminazioni nell’inserimento nel mercato del lavoro e nell’integrazione sociale e nell’accesso ai servizi di welfare.

Migrazioni

Uno sguardo alle probabili migrazioni dall’Africa all’Europa nei prossimi 30 anni

Su Neodemos Gustavo De Santis ragiona sulle previsioni dei flussi migratori dall’Africa all’Europa nei prossimi 30 anni. Secondo l’autore, una ragionevole stima è nell’ordine di mezzo milione di immigrati netti all’anno, che porterebbe gli africani in Europa dagli attuali 9 milioni a circa 25 milioni, il 5% del totale degli residenti nel vecchio continente. Un afflusso che sarebbe, se ben gestito, non solo sopportabile ma addirittura benefico.

Migrazioni

Diritto d’asilo: il contributo del Centro Astalli

Il diritto d’asilo e il dialogo interreligioso sono tra i temi che il Centro Astalli da anni porta avanti nelle scuole italiane attraverso progetti e percorsi di approfondimento su arte, musica, cinema, cibo, letteratura, giornalismo. Sono stati recentemente messi a disposizione di insegnanti e studenti due nuovi interessanti materiali didattici: Nei panni dei rifugiati e Incontri. Il primo affronta il tema delle persecuzioni e dei diritti umani, mentre il secondo propone un percorso a schede sul dialogo interreligioso.

Per approfondire l’iniziativa visita il sito del Centro Astalli.

Migrazioni

IX Rapporto sull’economia dell’immigrazione

È stato recentemente presentato il IX Rapporto sull’economia dell’immigrazione curato dalla Fondazione Leone Moressa. Il quadro fotografato non è roseo: crollano le nascite, aumenta l’invecchiamento e ogni anno oltre 90 mila under 35 lasciano l’Italia per recarsi all’estero in cerca di fortuna. Vi è inoltre la tendenza a sottovalutare il valore dell’immigrazione, credendo che i disoccupati italiani possano svolgere le professioni manuali e ignorando invece il fatto che gli oltre 5 milioni di stranieri residenti rappresentano una vera forza vitale per il nostro Paese, sia dal punto di vista economico che demografico.

Scarica le slide di presentazione del Rapporto e l’infografica.

Leggi a tal proposito anche l’articolo di Sergio Briguglio pubblicato su LaVoce.

Migrazioni

Sfide e benefici dell’inclusione dei migranti nel mercato del lavoro

Sono stati recentemente resi noti i risultati del Progetto europeo Mile (Migrants Integration in the Labour market in Europe), co-finanziato dal Fondo Fami dell’UE, in collaborazione con 7 enti provenienti da Italia, Austria, Grecia e Spagna. La ricerca si è focalizzata sull’analisi di ostacoli e opportunità per l’integrazione lavorativa di cittadini di paesi terzi. Basso livello di conoscenza da parte delle aziende relativamente alle politiche di assunzione che incoraggiano la diversità, complessità del quadro normativo e basso livello di conoscenza da parte dei cittadini extra-UE della lingua del paese ospitante sono le principali barriere emerse.

Leggi il Rapporto di ricerca completo e la sintesi.

Migrazioni

Ius culturae: 5 cose da sapere

Dopo il brusco arresto nella precedente legislatura, il 3 ottobre alla Camera è ripartito l’esame della legge che introduce il principio dello ius culturae per l’acquisizione della cittadinanza italiana. Ma cos’è lo ius culturae? Chi ne potrebbe beneficiare? Quanti sono gli alunni stranieri nelle scuole italiane? Quante sono le acquisizioni di cittadinanza ogni anno?

Leggi l’articolo di Redattore Sociale.

Sul tema leggi anche il contributo di Giulia Gori pubblicato sulla rivista de Il Mulino.

Migrazioni

L’integrazione dei cittadini stranieri in Emilia-Romagna 2019

È on line sul sito della Regione Emilia-Romagna il rapporto L’integrazione dei cittadini stranieri in Emilia-Romagna che riassume le principali caratteristiche regionali del fenomeno migratorio. Il documento contiene spunti e riflessioni a partire dalla Relazione alla Clausola Valutativa, che consente di evidenziare quanto il fenomeno migratorio sia stato affrontato dalle politiche regionali con uno sguardo intersettoriale, e si focalizza sulle politiche (educative, sociali e del lavoro) volte a favorire l’integrazione e l’inclusione sociale dei cittadini stranieri all’interno del territorio regionale.

Migrazioni

Immigrati volontari: giovani, istruiti e ben integrati

Il 5 ottobre a Trento, nel corso della XIX Conferenza nazionale di CSVnet, Maurizio Ambrosini ha presentato i primi risultati dell’indagine Immigrati e volontariato in Italia che, per la prima volta, focalizza l’attenzione sull’impegno degli stranieri come volontari. Come emerge dai 658 questionari e dalle 100 interviste in profondità condotte in 163 città italiane tra il 2018 e il 2019, i volontari di origine straniera sono prevalentemente donne, giovani, istruite e pienamente inserite nella società. Operano in larga parte in attività culturali, progetti educativi con bambini e ragazzi, iniziative di socializzazione e servizi di assistenza sociale presso sportelli di accoglienza e ascolto, mensa sociale, distribuzione vestiario o pacchi alimentari.

Leggi sul tema l’articolo di Redattore Sociale.