Segnalazioni con tag “stranieri”

Migrazioni

Save the Children: i diritti dei bambini migranti e rifugiati in Europa

Save the Children ha recentemente pubblicato il rapporto in lingua inglese Protection Beyond Reach che riporta come, negli ultimi cinque anni, siano oltre 200 mila i minori stranieri non accompagnati, in fuga da conflitti, persecuzioni o violenze, ad aver chiesto asilo in Europa. Dal 2015 più di 700 minori, neonati compresi, hanno perso la vita nel tentativo di raggiungere le coste europee, durante pericolosi viaggi via mare. Rispetto all’Italia, il report sottolinea inoltre come l’incremento di arrivi via mare a Lampedusa vede coinvolti anche molti minori non accompagnati e nuclei familiari con bambini piccoli.

Migrazioni

Emersione rapporti di lavoro, oltre 207 mila domande

Si è conclusa il 15 agosto la procedura di emersione dei rapporti di lavoro che ha riguardato i settori dell’agricoltura, del lavoro domestico e dell’assistenza alla persona, avviata il 1° giugno ai sensi dell’articolo 103, comma 1, del Decreto legge 34/2020. Il report finale del Ministero dell’Interno riporta un totale di 207.542 domande ricevute ed evidenzia una prevalenza di quelle riguardanti il lavoro domestico e di assistenza alla persona (85%), che vedono il primato della Lombardia, rispetto alle domande per l’emersione del lavoro subordinato (15%), che vedono invece in testa la Campania.

Leggi su LaVoce il commento di Tito Boeri e Francesco Fasani.

Migrazioni

Save the Children: piccoli schiavi invisibili 2020

Il 28 luglio Save the Children ha pubblicato la X edizione del rapporto Piccoli schiavi invisibili 2020, che analizza l’impatto dell’emergenza Covid-19 sulla tratta e lo sfruttamento in Italia. Secondo le stime, nel mondo sarebbero oltre 40 milioni le vittime di tratta, di cui 10 milioni minori. In Italia, tra le 2.033 persone prese in carico dal sistema anti-tratta nel 2019, la forma più diffusa di sfruttamento resta quella sessuale. Una vittima su 12 ha meno di 18 anni, la nazionalità di origine è principalmente nigeriana, ivoriana e tunisina, mentre la Regione con più casi emersi è la Sicilia, seguita da Liguria, Piemonte e Campania.

Migrazioni

L’importanza di un’integrazione positiva dei minori stranieri

Nel nostro Paese i minori stranieri sono ampiamente aumentati negli ultimi anni, in particolare nel Mezzogiorno, passando da un totale di circa 900 mila nel 2012 ad oltre un milione nel 2019. Nel suo articolo Openpolis richiama l’importanza di politiche di inclusione ed integrazione positiva che garantiscano a tutti i bambini e ragazzi le stesse opportunità, a prescindere dalla loro cittadinanza.

Migrazioni

Asgi: pubblicato il manuale operativo su stranieri e accesso ai servizi sociali

Asgi, l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, ha pubblicato il manuale operativo sulla normativa e sulla giurisprudenza italiana ed europea relativa all’accesso degli stranieri alle prestazioni e ai servizi sociali, aggiornato con le ultime novità a luglio 2020. Il documento, a cura di Alberto Guariso, contiene anche una rassegna delle sentenze della Corte Costituzionale in materia di accesso alle prestazioni sociali e ai servizi, e un’analisi sintetica delle singole prestazioni sociali e dei relativi requisiti di accesso.

Migrazioni

I migranti nelle città metropolitane: online i rapporti 2019

Sono online i nuovi Rapporti annuali sulla presenza dei migranti nelle città metropolitane, con dati riferiti al 1° gennaio 2019. La quarta edizione dello studio presenta nove approfondimenti (Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino, Venezia) e una sintesi comparativa dedicata alle 14 città metropolitane d’Italia. Nel nostro Paese sono 3,7 milioni i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti: Milano e Roma sono le città metropolitane che ne accolgono il maggior numero.

Migrazioni

Convertito il DL Rilancio: poche novità per la regolarizzazione

L’articolo 103 del DL 34/2020, recentemente convertito in legge, ha dato il via alla regolarizzazione in corso. Le modifiche introdotte durante l’iter di conversione sono marginali, ad eccezione della proroga al 15 agosto per la presentazione delle domande. Gli emendamenti che prevedevano un’estensione della regolarizzazione ad altri settori lavorativi (oltre ad agricoltura, lavoro domestico e assistenza alla persona) non sono stati accolti. Leggi il testo con le modifiche sul portale Integrazione Migranti.

Migrazioni

Gli stranieri nel mercato del lavoro in Italia: X Rapporto annuale

Il 15 luglio è stato presentato il X Rapporto annuale Gli stranieri nel mercato del lavoro in Italia, che indaga il lavoro dei migranti attraverso le principali fonti istituzionali. Nel 2019, i cittadini stranieri occupati sono 2,5 milioni, pari al 10,7% del totale, concentrati nella maggioranza nel settore dei servizi collettivi e alla persona (36%) e nell’agricoltura (183%). I dati risultano pressoché stabili rispetto al 2018, ma non tengono ancora conto dell’impatto dell’emergenza Covid-19, che ostacolerà i trend positivi e acuirà le criticità già esistenti, né della regolarizzazione in corso.

Migrazioni

Detenzione migrante ai tempi del Coronavirus

La Coalizione Italiana Libertà e Diritti civili (Cild) ha recentemente pubblicato il report Detenzione migrante ai tempi del Covid, nel quale vengono analizzati i dati tra febbraio e giugno 2020 relativi agli arrivi via mare, i trattenimenti presso i Centri di Permanenza per il Rimpatrio (CPR), gli hotspot, le strutture ad hoc e le navi-quarantena. Il documento riporta i seguenti numeri: 451 persone negli hotspot, 332 nei CPR, 207 sulla nave Moby Zazà e un numero indefinito di persone detenute in strutture ad hoc aperte durante l’emergenza per far espletare la quarantena a chi è approdato sulle coste italiane.

Migrazioni

Il reddito degli immigrati extracomunitari residenti in Italia

Secondo i rilievi dell’Agenzia delle Entrate, il reddito medio dichiarato dagli immigrati extracomunitari residenti nel nostro Paese è di poco inferiore a 12 mila euro, ossia pari al 57% di quello dichiarato da tutti i contribuenti italiani. Su Neodemos Raffaello Lungarella presenta tali dati, analizzando la distribuzione geografica dei redditi degli immigrati e sottolineando la loro vulnerabilità in conseguenza della crisi economica provocata dall’emergenza Covid-19.

Migrazioni

Covid-19: cosa è successo nei centri di accoglienza

Evidenti problematiche di gestione sanitaria e operativa delle strutture, degli ospiti e degli operatori, soluzioni fai da te spesso improvvisate – anche in presenza di casi di Coronavirus – nuovi ingressi bloccati, assenza di coordinamento e linee guida, prassi difformi sui territori. È il quadro che emerge dal primo monitoraggio realizzato da Tavolo Asilo e Tavolo Immigrazione e Salute in 200 strutture di accoglienza, presentato in anteprima su Redattore Sociale.

Migrazioni

Regolarizzazione dei rapporti di lavoro: online i report quindicinali

Al 30 giugno sono state presentate quasi 70 mila domande per la regolarizzazione dei rapporti di lavoro prevista dall’articolo 103 del Decreto Rilancio per i settori dell’agricoltura, del lavoro domestico e di assistenza alla persona. La Lombardia occupa il primo posto per le richieste presentate per il lavoro domestico, mentre la Campania per quello agricolo. Marocco, Ucraina e Bangladesh sono i principali paesi di provenienza dei lavoratori in ambito domestico, Albania, Marocco e India per quello agricolo.

Sul sito del Ministero dell’Interno è possibile scaricare i report quindicinali.