Tag “territori”

Povertà e disuguaglianze

Condizionalità e contrasto alla povertà: riflessioni dall’indagine INAPP

Molto si discute delle insufficienti modifiche apportate in Legge di stabilità 2022 al Reddito di Cittadinanza: le indicazioni fornite da esperti e tecnici della materia sembrano rimaste inascoltate. Tra i cambiamenti si fa riferimento all’inasprimento del sistema sanzionatorio che caratterizza la misura. A tal proposito proponiamo di seguito alcune riflessioni in merito alla condizionalità nell’attuazione delle misure nazionali di contrasto alla povertà emerse da una recente indagine INAPP. Leggi >

Terzo settore

La responsabilità nella nuova era dell’emergenza

Il Punto di Welforum L’emergenza sociosanitaria, quale scenario inedito, ha rappresentato un vero e proprio “stress test”, utile ad esaminare come la responsabilità si sia declinata tra i diversi attori locali, generando nuove sinergie, reti solidali e modalità di intervento innovative. Presentiamo qui alcune riflessioni dell’autrice sulle dinamiche territoriali osservate. Leggi >

Politiche e governo del welfare

Perché non parliamo mai dei fallimenti?

#fuoridalcoro Se c’è un argomento tabù nel welfare sociale (e non solo qui) è quello delle cose andate storte. Dei progetti che non hanno raggiunto gli obiettivi, dei fallimenti veri e propri o dei successi in sedicesimo, molto inferiori alle aspettative. Tanto la narrazione pubblica delle cose condotte a fin di bene, alla fine, copre tutto. Con qualche numero raccolto qua e là, a giustificare l’utile e l’inutile. Leggi >

Professioni sociali

La salute dietro l’angolo: riflessioni sulla Psicologia di Quartiere

La Psicologia di Quartiere è alla sua terza edizione, promossa dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia e dal Municipio 8 e dal Municipio 1 di Milano: è il momento di avviare una riflessione sul metodo e sui risultati. Si tratta secondo gli autori di un modello familiare e sfuggente al tempo stesso: familiare perché il nome rimanda in maniera inequivocabile alla prossimità, alla disponibilità dietro l’angolo, assai vicina idealmente a quell’idea dello sviluppo urbano nella direzione della “città dei 15 minuti”. Sfuggente perché il cuore metodologico del modello non è noto nel panorama italiano, che concepisce ancora con difficoltà il lavoro di comunità come competenza professionale, men che meno degli psicologi. Leggi >

Politiche e governo del welfare

Due a quaranta

#fuoridalcoro Pochi giorni prima di Natale è stata inaugurata la prima Casa della comunità (CdC) della città di Milano. Dove ne sorgeranno 24, in luoghi già individuati, e 218 nella regione. È la struttura di via Rugabella, nota a molti milanesi come grande poliambulatorio e centro di prenotazione di visite ed esami. L’operazione si traduce quindi nella riconversione/potenziamento di qualcosa di già esistente. Ma il punto interessante è stata la presentazione dell’organico che lavorerà nella struttura. Leggi >

Politiche e governo del welfare

Il welfare nel PNRR a Milano e in Lombardia

A Milano il 13 dicembre sono state presentate le misure del PNRR in via di definizione per il territorio lombardo e per la città di Milano. L’articolo presenta le principali direttrici degli interventi previsti in tema di salute, abitare ed istruzione. In tema di salute l’articolo approfondisce il legame tra tali interventi e la nuova riforma sanitaria lombarda approvata il 30 novembre scorso. Leggi >

Terzo settore

Le istituzioni non profit: la fotografia dell’Istat

Il 15 ottobre l’Istat ha rilasciato di dati sulla “Struttura e profili del settore non profit” aggiornati al 31 dicembre 2019; tali dati sono stati presentati lo stesso giorno presso le Giornate di Bertinoro.

L’articolo propone un’analisi dei principali dati emersi, con la premessa che sono riferiti ad un periodo precedente all’emergenza Covid-19 e non tengono conto, pertanto, delle conseguenze che la pandemia ha avuto sulle istituzioni non profit, aspetto su cui comunque l’Istat ha iniziato a lavorare offrendo alcune prime e provvisorie elaborazioni. Inoltre, va ricordato che l’universo censito da Istat è solo in parte sovrapponibile con quello del Terzo settore, rispetto al quale avremo dati più precisi non appena sarà operativo il Registro unico. Leggi >

Politiche e governo del welfare

1. “Non più come prima”. Il PNRR come opportunità e sfida

Il Punto di Welforum Welforum.it ha intercettato tempestivamente e seguito con continuità l’irrompere della pandemia, il dilagare dei contagi, i decessi, le resistenze opposte, i danni sociali ed economici prodotti, la lenta e faticosa ripresa, raccogliendo in specifici Punti di Welforum gli articoli via via pubblicati. Proponiamo ora una nuova raccolta dedicata al PNRR. In questa prima parte del Punto vengono ripresi articoli sulla situazione del contesto sociale ed economico e sul PNRR nei suoi aspetti generali. Leggi >

Politiche e governo del welfare

Se la sanità di territorio diventa la sanità dei privati

#fuoridalcoro La corsa del privato ad occupare i nuovi spazi che il PNRR aprirà è già iniziata, velocemente. E se il pubblico non governa i processi di attuazione e tende alla delega, ritornano tutti i rischi che il privato porta con sé, in un settore come la sanità. Questo mese sociale tratta poi altri temi, tra cui il quello dell’e-book “L’assegno unico e universale per i figli: una novità italiana e il contesto europeo” curato da Alessandro Rosina, che fa il punto su questa misura. L’attenzione verso le famiglie più in difficoltà orienta molto questo strumento su di esse: questo rischia di renderne debole la funzione di sostegno della natalità tutta intera. Leggi >

Terzo settore

Programmazione sociale territoriale: ci sarà la stagione dei CO?

A seguito della pandemia tuttora in corso e della disponibilità di risorse che i processi di fronteggiamento della pandemia stanno mettendo a disposizione dei policy makers (PNNR e altro), nel nostro paese sta riprendendo una fiorente stagione di programmazione sociale. In molte regioni si è ripresa la programmazione di zona che per alcuni anni era rimasta sopita; inoltre sono stati redatti piani nazionali settoriali: il Piano sociale nazionale, legato al fondo nazionale per le politiche sociali, il Piano per gli interventi e i servizi di contrasto alla povertà legato al fondo povertà, il Piano per la non autosufficienza, legato al fondo per le non autosufficienze. I primi due sono stati elaborati per il triennio 2018-2020 il terzo per il triennio 2019-2021. Tali strumenti settoriali sono stati recentemente accorpati e sintetizzati nel nuovo Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2021/2024, che attendevamo da quasi un ventennio e che si candida ad essere un’importante strumento di indirizzo per le regioni e i territori al fine di utilizzare al meglio le risorse oggi disponibili. Leggi >

Terzo settore

Il momento di guardare avanti

Le politiche nei confronti del Terzo settore hanno avuto in questo trentennio cicli diversi: in alcuni momenti ispirate da un clima culturale che vede nel Terzo settore una risorsa preziosa e imprescindibile per tenuta e per lo sviluppo della nostra società e partner naturale delle amministrazioni pubbliche per realizzare interventi di finalità di interesse generale, in altri tese a considerarlo come luogo di potenziali abusi da contenere e reprimere o comunque come soggetto privato con cui interloquire nella misura in cui è fornitore di prestazioni vantaggiose. Questo contributo si propone di leggere i cicli politici nei confronti del Terzo settore incrociandoli con i cicli politici del welfare. Leggi >

Politiche e governo del welfare

La sanità lombarda: passi avanti e passi indietro

Si avvia alla conclusione la revisione della legge regionale 23, introdotta sperimentalmente sei anni fa e (abbondantemente) giunta al termine della sua quinquennale durata prevista. Ora abbiamo la proposta di una nuova legge da parte della Giunta regionale (d.g.r. 5068 del 22 luglio scorso). Si tratta in alcuni casi di micro aggiustamenti, in altri di modifiche di sostanza alla normativa vigente. L’articolo evidenzia alcune evoluzioni e tre macro criticità che caratterizzano la nuova proposta e che hanno colpito uno sguardo complessivo sulle direzioni della sanità lombarda. Leggi >