Segnalazioni con tag “welfare aziendale”

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il Recovery Fund a sostegno dell’occupazione femminile

Giustomezzo pubblica una serie di proposte per l’utilizzo di parte dei fondi del Recovery Plan per riforme strutturali dei servizi di conciliazione a favore dell’occupazione femminile. Queste includono il potenziamento dei servizi per l’infanzia, il congedo di paternità obbligatorio, incentivi fiscali per il welfare aziendale, e una riforma del recruiting di stampo anglosassone, con CV anonimi. È possibile sottoscrivere le richieste esposte in lettera al Presidente del Consiglio.

Altre politiche

Il welfare aziendale costa davvero 800 milioni allo Stato?

Un recente articolo uscito su Repubblica sostiene che il ”valore” del welfare aziendale sia di oltre 3 miliardi di euro ma comporti perdite fiscali medie di 270 milioni all’anno per il fisco. Ma come si è arrivati a tali cifre? Possono essere considerate attendibili? Su Percorsi di SecondoWelfare Federico Razetti e Valentino Santoni riflettono su quanto sia complesso produrre stime ragionevoli in un campo delle politiche sociali – quale quello del welfare aziendale – relativamente nuovo e ancora troppo poco studiato.

Famiglia, infanzia e adolescenza

La genitorialità come palestra formativa

Avviato il 10 Giugno 2019 l’Osservatorio Genitorialità, una palestra di management, un gruppo di ricerca fondato da MAAM e Valore D. che vuole osservare come la pratica genitoriale influenzi le capacità manageriali delle persone. Questa interessante iniziativa prende le mosse da un’analisi che ha evidenziato gli effetti positivi dell’essere genitori sulle capacità di problem solving, gestione del cambiamento e comunicazione. La ricerca vuole avere un impatto sia sulla genitorialità che sul mondo del lavoro.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Il Fondo per le politiche della famiglia punta sul welfare aziendale

Il Fondo 2019 per le Politiche per la famiglia ammonta a 94 milioni di euro. Di questi, 75 milioni verranno destinati al welfare aziendale tramite un bando ministeriale, mentre 15 milioni saranno ripartiti tra Regioni ed enti locali per politiche a favore della natalità.

Famiglia, infanzia e adolescenza

Regione Piemonte: DGR 7648/2018, “WECARE”, atto di indirizzo

Sono tre le misure per l’attuazione dell’intervento di promozione del welfare aziendale “WECARE” previste dalla Regione Piemonte: Animazione e comunicazione istituzionale sulla cultura di welfare aziendale per il territorio piemontese; Disseminazione e diffusione del welfare aziendale per enti aggregatori; Progettazione e attivazione di interventi di welfare aziendale. Il provvedimento contiene l’atto di indirizzo, di modifica ed integrazione della Strategia di innovazione sociale della Regione Piemonte “WECARE”.
Piemonte_DGR_7648_2018

Altre politiche

Welfare aziendale, l’impatto dei contratti

L’Osservatorio di Easy Welfare ha condotto una ricerca su 382 aziende italiane per indagare il tema dei servizi di welfare aziendale nei contratti nazionali di lavoro e la fruizione dei benefit da parte dei dipendenti. Dall’indagine emerge come il settore più attivo sul fronte del welfare aziendale sia quello della manifattura, mentre i benefit più utilizzati riguardano i rimborsi spese per istruzione o sanità, e le integrazioni previdenziali.

Approfondisci la notizia sul sito PMI.it.

Altre politiche

Welfare aziendale e conciliazione vita-lavoro in Emilia Romagna

La Regione Emilia-Romagna ha promosso, in collaborazione con Unioncamere Emilia Romagna, una ricerca sul welfare aziendale, affidata agli studiosi del laboratorio di Percorsi di SecondoWelfare. L’analisi, condotta tra ottobre 2015 e dicembre 2016, ha l’intento di mappare lo sviluppo dei sistemi di welfare aziendale e dei servizi di conciliazione vita-lavoro all’interno delle aziende emiliano-romagnole, con una particolare attenzione alla valorizzazione delle esperienze più significative. La ricerca ha utilizzato una metodologia sia qualitativa, attraverso una serie di interviste in profondità a testimoni privilegiati, sia quantitativa, mediante una survey a un campione rappresentativo di piccole e medie imprese.

Politiche e governo del welfare

Presentato a Torino il Terzo Rapporto sul secondo welfare

Presentato a Torino il 21 novembre il Terzo Rapporto sul secondo welfare. Il Rapporto mette in luce come, accanto al welfare finanziato dal soggetto pubblico, si sia sviluppato un “secondo welfare” basato su risorse diverse: il welfare aziendale frutto della contrattazione integrativa, il welfare assicurativo, l’operato delle fondazioni, l’azione di molte organizzazioni di terzo settore.
Si tratta di un insieme di interventi che si sviluppano generalmente in modo non alternativo ma intrecciato con quello del primo welfare e che stanno assumendo una rilevanza sempre maggiore.

Altre politiche

Il welfare aziendale e la sanità complementare: alcuni costi nascosti

Nell’arena pubblica, le agevolazioni fiscali al welfare aziendale sono spesso considerate una win win solution. Elena Granaglia, focalizzandosi sulla sanità complementare, sostiene che le agevolazioni al welfare aziendale possono comportare due costi non indifferenti. Da un lato, possono creare una doppia disuguaglianza nei diritti, permettendo ad alcuni di accedere a più tutele e di scaricarne parte del costo su chi non può accedervi. Dall’altro, possono addirittura peggiorare lo stato del servizio pubblico.

Persone con disabilità

1º Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro

Il 1º Rapporto sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, presentato dall’ANMIL il 17 maggio 2017, contiene importanti indicazioni a partire dalla premessa, ove si ravvisa la necessità di introdurre “previsioni più mirate dedicate alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro delle persone con disabilità, che vadano oltre le mere declaratorie di principio. Il riferimento va in particolare alla particolare organizzazione del lavoro delle persone con disabilità, le cui peculiari esigenze – tra cura, vita e lavoro – legittimano l’introduzione di tale categoria svantaggiata nei gruppi esposti a rischi particolari“.

Scarica qui l’executive summary.

Politiche e governo del welfare

Secondo rapporto sul Welfare aziendale

Presentato a Roma il 28 marzo 2017, il “Rapporto 2017 “Welfare Index PMI” si fonda su un ricco data base, che espone l’articolazione del welfare aziendale anche nelle piccole e medie imprese. La piattaforma welfareindexpmi.it mette a disposizione informazioni su normative e vantaggi fiscali per le imprese, oltre a presentare esperienze utili. Sono state esplorate dodici aree d’intervento: previdenza complementare, sanità integrativa, servizi di assistenza, polizze assicurative, conciliazione vita-lavoro, sostegno al reddito, formazione, cultura, tempo libero, sostegno ai soggetti deboli, sicurezza e prevenzione, estensione del WA al Territorio e alla Comunità. Il Rapporto 2017 per la prima volta ha incluso anche le imprese del terzo settore tra quelle oggetto di indagine nei sostegni ai propri dipendenti .

Per saperne di più, si può vedere l’articolo di Giovanni Scansani su Percorsi di SecondoWelfare.