Migrazioni

31° Dossier Statistico Immigrazione

Nel nostro Paese, dopo 20 anni di crescita ininterrotta, si registra – anche a causa della pandemia, del conseguente blocco delle frontiere e del rallentamento nella gestione delle pratiche amministrative – una diminuzione della presenza straniera, che non compensa più il saldo demografico naturale. Nel 2020 l’Italia ha perso quasi 200 mila abitanti e i residenti stranieri sono diminuiti di 26.422 unità (-0,5%), attestandosi a un totale di 5.013.215 persone. Si riducono sia i residenti stranieri che la forza lavoro, il cui tasso di occupazione diventa inferiore a quello degli italiani (57,3% contro 58,2%), essendo diminuito tra i primi in misura molto più intensa (-3,7% contro -0,6%). È quanto emerge dal 31° Dossier Statistico Immigrazione a cura di IDOS, di cui è possibile leggere gratuitamente un’anticipazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.