Altre politiche

ActionAid: centri antiviolenza e case rifugio a rischio

Gravi ritardi nell’assegnazione e nello stanziamento delle risorse rischiano, in alcuni territori, di far chiudere i centri antiviolenza e le case rifugio, negando alle donne che subiscono violenza il diritto ad essere assistite. Questo il quadro allarmante che emerge dal monitoraggio che ActionAid ha condotto sui Fondi statali antiviolenza dal 2015 al 2019, previsti dalla legge 119/2013 e ripartiti dal Dipartimento delle Pari Opportunità alle Regioni per finanziare i centri antiviolenza e le case rifugio.

Visita la pagina dedicata e scarica il rapporto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.