Povertà e disuguaglianze

Centri per l’impiego: le ragioni della debolezza

Il Rapporto 2021 sui Servizi per l’impiego in Italia curato da Anpal mette in luce come i Centri per l’Impiego siano pochi (551) e sottodimensionati rispetto alla domanda di servizi in aumento: con 7.772 unità di personale, in contrazione negli ultimi 10 anni, possono contare mediamente su dipendenti anziani e con un basso livello di istruzione. Su La Voce Francesco Pastore riflette sulle difficoltà attuali dei Centri per l’Impiego, sottolineando la necessità di assumere case manager in grado di studiare le difficoltà del singolo utente per pensare a un pacchetto completo di servizi necessari a rendere occupabile chi cerca lavoro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.