Migrazioni

Chi fa ancora soccorso in mare?

Su LaVoce Greta Ardito e Federico Babbi riflettono sulla drastica riduzione delle missioni di ricerca e soccorso in mare, quale conseguenza sia del calo degli sbarchi sia delle scelte politiche del Governo italiano. Se è vero che gli arrivi non sono mai stati così pochi, il tasso di mortalità di chi tenta la traversata è in forte aumento: nella rotta del Mediterraneo – che miete il maggior numero di vittime – malgrado in termini assoluti i morti in mare siano diminuiti rispetto al 2018, la percentuale di morti rispetto alle partenze nel 2019 è passata dal 3,2% al 5,2%.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.