Altre politiche

Codice rosso contro la violenza sulle donne

In Italia, le donne tra i 16 e i 70 anni che dichiarano di aver subito violenza da parte di un uomo almeno una volta nel corso della vita sono 6,8 milioni. In circa un terzo dei casi, l’uomo in questione era il compagno. Secondo un’indagine Istat solo il 35,4% delle vittime considera l’episodio un reato, e quasi una donna su tre che ha sporto denuncia non è per niente soddisfatta del modo in cui il suo caso è stato gestito. In questo quadro si inserisce la proposta di legge, anche detta Codice rosso, approvata il 3 aprile alla Camera e ora in attesa di essere discussa in Senato. Agendo sulle tempistiche, uno degli obiettivi principali della nuova legge è quello di incentivare le donne a rivolgersi alle forze dell’ordine. Essa introduce anche alcune nuove fattispecie di delitti, quali il cosiddetto revenge porn e il delitto di deformazione dell’aspetto mediante lesioni permanenti al viso. Su LaVoce l’articolo di approfondimento di Chiara Giannetto e Pietro Mistura.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.