Terzo settore

Coprogettazione, un falso amico

Nelle scorse settimane si è sviluppato un interessante dibattito sul tema della coprogettazione, scaturito da un articolo pubblicato da Lorenzo Bandera e Flaviano Zandonai su Percorsi di Secondo Welfare in cui si sostiene che la coprogettazione sia un “falso amico”, una pratica di fatto asimmetrica che non consente né il protagonismo del Terzo settore né esiti innovativi. A tali argomentazioni ha risposto su Impresa Sociale Gianfranco Marocchi controbattendo a ciascuno dei punti segnati da Zandonai e Bandera, ed evidenziando al contrario  il potenziale di cambiamento portato dagli strumenti collaborativi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.