Migrazioni

Decreti sicurezza: strumenti di ordine o di disordine?

In seguito alla proposta del ministro dell’interno Matteo Salvini circa un Decreto sicurezza bis, su Neodemos Irene Ponzo, partendo dall’evidenza dei fatti, fa il punto sulle contraddizioni del primo Decreto Sicurezza. Un importante nodo critico è rappresentato dal fatto che il permesso di soggiorno per richiesta di asilo non costituisce titolo per l’iscrizione anagrafica. Tale prescrizione ha generato diversi dubbi di costituzionalità in quanto la mancata iscrizione anagrafica rischia di limitare l’accesso degli stranieri ad alcuni servizi, soprattutto sanitari, e di creare complicati problemi burocratici.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.