Migrazioni

Decreto sicurezza: l’iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo

L’articolo 13 del Decreto sicurezza prevede che il permesso di soggiorno non sia più un documento valido per chiedere la residenza anagrafica. Secondo due avvocate esperte di immigrazione, Daniela Consoli e Nazzarena Zorzella, se ne possono però presentare altri, come l’identificazione effettuata dalla Questura dopo lo sbarco. Le due esperte, in un loro articolo sul sito Associazione studi giuridici sull’immigrazione, spiegano infatti che la norma “non pone alcun esplicito divieto, ma si limita ad escludere che la particolare tipologia di permesso di soggiorno possa essere documento utile per formalizzare la domanda di residenza”. È il documento in sé, quindi, a non essere più valido, ma il richiedente asilo ha comunque diritto ad essere iscritto nell’anagrafe del Comune in cui risiede.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.