Povertà e disuguaglianze

DI 21.10.2019: Individuazione Paesi Esteri per i quali (non) è possibile acquisire auto-certificazione ai fini del RdC

Con un ritardo di quasi 6 mesi, è stato pubblicato il 5 dicembre scorso in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale n. 285) il Decreto Interministeriale del 21.10 che sancisce quali sono i cittadini stranieri richiedenti il Reddito e la Pensione di Cittadinanza (non) tenuti a produrre idonea certificazione rilasciata dalla competente autorità dello Stato o territorio estero, tradotta in lingua italiana e legalizzata dalla autorità consolare italiana, relativa alla propria situazione economica. La rosa di Paesi definita dal Decreto per i quali occorre produrre la certificazione è decisamente ristretta; questo significa che dal mese prossimo la maggior parte delle 54mila famiglie di stranieri le cui domande risultano in sospeso da aprile saranno sbloccate. Il Messaggio INPS n. 4516 ricorda che i richiedenti per i quali si rende necessaria la certificazione riceveranno un sms/e-mail con le indicazioni per produrre presso le sedi INPS, la documentazione integrativa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.