Migrazioni

Disuguaglianze vaccinali, migrazioni e pregiudizi

Su Neodemos Ferruccio Pastore riflette sulle disuguaglianze nell’accesso alla vaccinazione anti-Covid-19 per le frange più marginali della popolazione immigrata: il diritto di tutte le persone residenti o stabilmente presenti sul territorio italiano ad essere vaccinate si scontra con ostacoli pratici, quali la mancanza della tessera sanitaria per la prenotazione online. Le disuguaglianze vaccinali rischiano poi anche di pregiudicare ulteriormente la percezione dei migranti nelle società europee, che entreranno progressivamente in una condizione di temporanea immunità di massa; cosa non altrettanto vera per il continente africano, da cui attualmente proviene la maggior parte dei flussi migratori irregolari diretti verso l’Europa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.