Migrazioni

Donna e straniera: ecco chi paga la crisi

Il Covid-19 ha mutato fortemente il mercato del lavoro a livello mondiale, con un impatto maggiore per le categorie con condizioni di partenza più precarie o concentrate in settori esposti alle restrizioni. Particolarmente colpiti sono stati gli stranieri: in Italia il tasso di occupazione è diminuito di 3,7 punti percentuali tra gli stranieri e di 0,6 punti tra gli autoctoni. E, per la prima volta, il dato degli stranieri (57,3%) scende al di sotto di quello degli italiani (58,2%). Sono però le donne straniere ad aver pagato il prezzo più alto: dei 159 mila posti di lavoro persi tra gli stranieri, il 69% riguarda le donne; tra gli italiani (297 mila posti in meno) le donne ad aver perso il lavoro sono il 47%. Su La Voce l’articolo di Enrico Di Pasquale e Chiara Tronchin.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.